Pubblicità

Finalmente, l’aspettavamo tutti. This is the moment, this is it! Adam Rose vs. Zack Ryder, la bella. Chi sarà il più jobber tra i jobber? Scopriamolo insieme! Benvenuti ad una nuova e scoppiettante (mhm ok) puntata di WWE Superstars. Alla tastiera, ancora una volta, Carroccia (a tal proposito, piccola sorpresa alla fine). Ciancio alla bande, here we go!

 

“Lucha Lucha Lucha Lucha Lucha..” come intuibile, i Lucha Dragons, di giallo vestiti, fanno il loro ingresso nell’arena. Dopo che Byron Saxton e Rich Brennan ci danno, nuovamente, il benvenuto a WWE Superstars (eh grazie) è il tempo degli Ascension.

 

The Lucha Dragons (Kalisto & Sin Cara) vs. The Ascension (Konnor & Viktor) – Tag Team Match – Durata: 04.20 – (VOTO 2-/5)
L’arbitro fa suonare la campanella e l’incontro può incominciare: i due lottatori a dare il via aalle danze sono Viktor e Kalisto. Il primo vantaggio se lo costruiscono i due lottatori di Mexico City: proiezione con le gambe di Kalisto, tag, doppio calcio combinato e Wheelbarrow Senton che valgono, a Sin Cara, un conto di 2. Il senza volto continua l’offensiva: riesce ad evitare, magistralmente, un Irish Whip trasfromandolo in una manovra aerea e, poi, atterrà l’Ascension con un Dropkick. Doppio cambio tra Konnor e Viktor (nel senso che il primo si prende il cambio, non fa nulla e, dopo 10 secondi, il compagno si riprende il tag). L’ex OVW Heavyweight Champion controlla la contesa costringendo Sin Cara al tappetto per qualche minuto. Cambio, entra l’Ascension originale che costringe all’angolo il fu Hunico. Il luchador enmascarado, con qualche acrobazia, riesce, però, a fuggire e a dare il cambio al proprio compagno. Anche Konnor fa lo stesso. Kalisto è on fire: Springboard Crossbody, Rolling Koppou Kick e Headscissors DDT che gli varrebbero un conto di 3 se non ci fosse l’intervento dell’aka Conor O’Brian. Tentativo di Crucifix Powerbomb di Viktor evitata da Kalisto che, dal canto suo, risponde con un Springboard Corkscrew Crossbody e la sua, patentata, Salida del Sol. El Guerrero Más Ágil en el Ring concede il cambio al proprio compagno che chiude la contesa, ottenendo il pin vincente, grazie ad una Senton Bomb.
Winners: The Lucha Dragons (via Pinfall)

 

Recap, recap, recap e ancora recap. Pubblicità del DVD/Blu-Ray The Flinstones & WWE: Stone Age Smackdown.

 

 “WOO WOO WOO…You Know It!” Si torna nell’arena, si torna a vedere lo Zack Pack! E se c’è Zack Ryder c’è per forza Adam Rose che, per l’occasione, ha scuoiato un orso polare giallo fluo per farsi la pelliccia.

 

Zack Ryder vs. Adam Rose – Singles Match – Durata: 07.30 – (VOTO 2+/5)
Solito inizio lento, solito ABC della disciplina. Il primo break è di Ryder che riesce, per due volte, a lanciare Rose oltre alla terza corda (sì, abbiamo capito che sarete nella Andre The Giant Memorial Battle Royal). Pubblicità e torniamo sul ring dove i due si stanno scambiando dei pugni. Ryder sale sul paletto per la pù classica serie di dieci pugni ma viene mandato a terra al secondo. Rose cerca di articolare la propria offensiva: Bodyslam, gomitate al tappetto e Running Fist Drop lo portano ad un conto di 2 (eh, grazie al razzo, nemmeno Cena vince i match con questa mossa. Furbone AR). Backbreaker e altro 2. Full Nelson Backbreaker, terzo 2 consecutivo. Jawbreaker di Ryder che, però, viene rimesso subito al proprio posto da una Spinbuster. Ennesimo 2 per Rose. Il leader dei Rosebuds si perde a battibeccare con l’arbitro e, per questo, viene sorpreso da una culla improvvisa di Ryder. Solo 2. È il preludio al comeback dello Zack Pack: Missile Dropkick, Flying Forearm Smash all’angolo e, come prevedibile, Broski Boot: only 2. Il primo e unico Internet Champion della storia prende la mira per una delle sue manovre conclusive ma viene, magistralmente, bloccato da Rose che, al volo, lo fa oggetto di una Stidown Powerbomb. Nonostante le protese è solo 2. I due si stanno scontrando sul paletto, Ryder riesce ad avere la meglio e, sempre dal paletto, esegue la sua Rough Ryder (ammirevole l’idea, un po’ meno l’esecuzione) che gli vale l’agognato conto di 3.
Winner: Zack Ryder (via Pinfall)

 

Cosa mi è piaciuto: Qualità dei match buona, alla fine stiamo parlando di Superstars. Ryder vs. Rose, lo ripeto, si può benissimo fare anche nei Main Show. I Lucha Dragons, a mio avviso, sono pronti. Porteranno, sicuramente, un po’ di freschezza nella categoria Tag Team. In più, cavalcando la Lucha Libre Mania che sembra dilagare negli States, mi sembra il momento più adatto. Qualcuno ha detto big moneyz grazie alle maschere?

 

Cosa non mi è piaciuto: Che gli Ascension non fossero il team del secolo era evidente a tutti. Beh, oddio, non proprio a tutti visto che a Stanford volevano fargli vincere il titolo dopo mesi di dominio. Però, dai, non puoi farli passare dal sopracitato dominio al continuare a perdere contro tutti, tutto e anche male. Boh, sempre meglio che vederli per il titolo eh. Adam Rose dovrebbe stare a RAW o SD con un altro personaggio ma, vabbè, questa è una causa persa da molto tempo.

 

VOTO PUNTATA: 2/5

 

Eh nulla, la buona notizia (mhm ok) che vi ho promesso all’inizio è che, d’ora in poi, mi occuperò stabilmente del report di Superstars (gioitene). Come al solito, anche se capisco che non è Lucha Underground, vi invito a commentare, insultare, dissentire, concordare. Insomma, fate un po’ quello che vi pare. Noi ci vediamo settimana prossima! Sempre, ovviamente, come se non lo dicessi mai, su ZonaWrestling.net