Benvenuti, lettori di Zona Wrestling. Oggi alla tastiera c’è sempre The Notorious, pronto a riportarvi tutto ciò che è accaduto nell’ultima puntata di 205 Live. Senza indugiare oltre, possiamo incominciare.

Pubblicità

Primo dell’inizio, Drake Maverick annuncia un match tra Tony Nese e Akira Tozawa, ricordandoci al contempo che nel corso della serata avranno luogo il tre contro tre ad eliminazione ed il debutto di Lio Rush.

Akira Tozawa vs Tony Nese

(3 / 5)

Il match inizia con una serie di provocazioni tra i due lottatori, con Tony Nese che dimostra subito la sua agilità, mettendo in difficoltà il nipponico. Dopo poco, il match si sposta fuori dal ring, con Akira Tozawa che tenta un Suicide Dive, ma viene intercettato dal Premiere Athlete, che continua il suo dominio pure all’esterno del quadrato. Dopo un Lionsault e una Torture Rack, Tozawa reagisce con un Suicide Dive ed un Drop Kick sul ring. Successivamente, Nese riesce quasi a chiudere il match, ma Akira non si arrende: infatti, grazie ad un ribaltamento di fronte, il giapponese riesce ad eseguire la sua finisher sul suo avversario dopo diversi tentativi, manovra con la quale il match si chiude.

Winner: Akira Tozawa

Tramite un video recap, ci vengono mostrati gli Highlights del Main Event di settimana scorsa.

Cedric Alexander e il GM dello show vengono ripresi mentre parlano nel backstage, e, in questo dialogo, i due discutono soprattutto di Hideo Itami, con il campione che propone di dargli l’opportunità per il titolo che si merita.

Lio Rush vs Local Competitor

[sv]

Come al solito, un incontro che serve solo a mettere in luce il cruiserweight di turno. Ovviamente, non sto neanche a spiegarvi le dinamiche dell’incontro.

Winner: Lio Rush

Dopo il match, Lio dichiara che il futuro del roster sia arrivato, affermando che non ci sia nessuno al livello.

Di seguito, Alexander ha un confronto con Hideo Itami nel backstage, con il General Manager che, nel dividere i due, invita il giapponese ad aspettare la prossima settimana, senza spiegare cosa accadrà tra 7 giorni.

Di ritorno dalla pubblicità, viene annunciato che nella prossima puntata Buddy Murphy e Mustafa Ali si scontreranno in un match senza squalifica

Lucha House Party vs Drew Gulak, “Gentleman” Jack Gallagher & The Brian Kendrick

(3 / 5)

Il match non fa neanche in tempo ad iniziare che il trio messicano attacca con un Suicide Dive in stereo gli avversari. Nonostante tutto, Gran Metalik viene subito eliminato a causa di una distrazione all’angolo recatagli da Drew Gulak. Per questo, Lince Dorado prende il suo posto, cercando di risolvere la situazione tutto da solo, ma viene bloccato nei suoi intenti da un’ennesima distrazione. Successivamente, Gulak entra e toglie la maschera a Dorado, cosa che lo distacca psicologicamente dall’incontro, ma, ciononostante, il messicano riesce ad eliminare The Brian Kendrick grazie alla sua finisher. Ma quest’ultimo evento non ribalta la situazione, dato che Lince continua a trovarsi in balia dei due heel. Sembra che il mascherato stia per dare il cambio a Kalisto, ma l’eliminato Brian Kendrick glielo impedisce, cosa che apre la strada alla Gu-Lock che costringe Lince Dorado a cedere. A questo punto, Kalisto non si dimostra spaventato dallo svantaggio numerico, dato che in pochissimi minuti riesce già ad eliminare Jack Gallagher grazie ad una Salida Del Sol, per questo rimangono solo Drew Gulak e l’ex tag team partner di Sin Cara. Il messicano sembra avere inizialmente la meglio grazie ad alcune manovre spettacolari, come un Suicide Dive ed un Crossbody, che quasi gli concedono la vittoria. Infine, però, lo statunitense prova a rimuovere la maschera pure all’ex campione di coppia di NXT, e, così facendo, si apre la strada per applicare la sua mossa risolutiva.

Winner: Drew Gulak, “Gentleman” Jack Gallagher & The Brian Kendrick

La puntata di conclude con i festeggiamenti del Last Man Standing del Main Event.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Qualità dei promo
6.5
Evoluzione delle storyline
7.5
The Notorious
Ho 18 anni. Seguo il wrestling da quando sono bambino, ed è tutt'ora la mia passione. Mi autodefinisco un WWE guy, perchè mi interessa soprattutto la federazione di Stamford, ma allo stesso tempo, quando ne ho modo seguo anche le indipendenti. F**k The Mayweathers.