Il detto “Quando meno te lo aspetti” può essere perfettamente affibbiato alla TNA. Molte volte in negativo, causa errori grossolani che non ti aspetteresti minimamente; in altre situazioni, invece, rimani stupito in positivo ed il caso che analizzeremo in questa sede ne è un buon esempio. Si tratta di Eric Young nuovo campione del mondo della TNA.

Pubblicità

 

Come abbiamo assistito durante l'ultima puntata di Impact, Young ha vinto un 10-man Gauntlet match per decretare lo sfidante al titolo di Magnus per Sacrifice, prossimo PPV della federazione. Dopo la contesa, EY ha chiesto ad MVP di poter sfruttare la sua title shot durante la serata piuttosto che in PPV. La proposta di Young è stata accettata ed il match è stato sancito. Inoltre MVP ha bandito Abyss da bordo ring, guardia del corpo di Magnus diventata un fattore decisivo nelle ultime tre difese titolate del britannico. Sfruttando l'elemento sorpresa e trovandosi di fronte al perfetto “Paper Champion”, EY è riuscito a laurearsi campione del mondo nello stupore generale,(il mio compreso) conquistando così tale alloro per la prima volta nella sua carriera in TNA.

 

Ora giungiamo ad analizzare i lati positivi e negativi della vittoria di Eric Young.

 

In positivo bisogna sottolineare che questo regno titolato per EY è più che meritato. Young è uno dei pochi TNA Original rimasti nella compagnia ed ha raccolto in più di 10 anni nella federazione, meno di quello che ha meritato. E' stato un membro del team Canada, è finito per essere il “servo” di Robert Roode, si è trasformato in Super Eric, è diventato il leader della World Elite riuscendo a passare come heel cazzuto, è ritornato un personaggio commedy, si è sposato con ODB con la quale ha anche vinto i titoli di coppia femminili ed infine nelle ultime settimane ha dimostrato di non aver paura di sfidare uno come Abyss. La vittoria di Impact è l'ultimo pezzo del puzzle che rappresenta al meglio la sua carriera. Il grande talento di EY si è visto soprattutto durante il periodo della World Elite in cui era diventato un top heel della federazione(qualche settimana prima si aggirava in mutande per gli Universal Studios) ma anche quando è stato relegato al commedy, Young ha dimostrato le sue ottime doti sul ring e la sua grande capacità di intrattenere ed entrare nelle preferenze del pubblico. EY ha fatto sempre quanto gli è stato chiesto dalla compagnia. Ha sempre accettato il suo ruolo nella federazione, ha fatto di tutto e di più e dopo tanta attesa ha finalmente ricevuto un premio per il suo talento e la sua professionalità. Sembra essere giunto il suo momento e le varie buffonate che hanno contraddistinto la sua carriera sembrano esser state definitivamente accantonate per dar spazio ad una nuova seria versione di EY.

 

Il lato negativo che riguarda la sua vittoria è da ricondurre alle tempistiche che lo hanno portato a mettere fine al regno del terrore di Magnus. Indiscutibile il fatto che dietro alla vittoria di EY non vi sia la minima costruzione di un feud fra i due. Sarebbe stata necessaria una maggior costruzione poiché l'affermazione di Young avrebbe ottenuto maggior credibilità. Cosi sì è solamente dimostrato che Magnus non è capace di vincere un match senza essere aiutato da nessuno e che è bastata solamente una “botta di culo” per mettere fine al suo regno. L'inglese ne esce sempre più affossato per colpa di una gestione che lo ha fatto passare come un Paper Champion e che non lo ha reso un campione credibile agli occhi del pubblico. La vittoria di EY è stata fatta passare dalla TNA come una sorpresa. Sfruttando questo effetto sorpresa si vuol provare a smuovere i ratings dello show che nelle ultime settimane son stati piuttosto mediocri. Può essere una mossa azzeccata però si rischia di aver fatto un buco nell'acqua.

 

Infatti tale sorpresa rischia di essere fine a se stessa perché ho il timore che il regno di EY finirà per far per la stessa fine di quello di Chris Sabin. Non mi sembra destinato a durar molto, come è stato nel caso dell'ex membro dei MCMG(ormai anche ex TNA). Young non merita minimamente di essere gestito così male e son convinto che sia in grado di far bene come campione. Sa lottare e sa benissimo intrattenere. Soltanto il tempo saprà dirci se il mio timore verrà smentito o no.

 

Per il momento non riesco a non essere contento per Eric Young e per la sua grande vittoria. Un lottatore molto sottovalutato che finalmente ha avuto il suo momento. Il duro lavoro viene sempre premiato.

Mauro Chosen One
Nato in un paesino sperduto fra la nebbia della bassa Bergamasca, scrive per Zona Wrestling da 4 anni. Reporter di Impact, co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno", editorialista a tempo perso. Tifoso sfegatato della Juventus e del Liverpool. Ha visto i suoi Dallas Mavs vincere le Finals. Si ritiene un gran fan di Edge,Scott Steiner, Drew Galloway Gail Kim, Emma, Bobby Roode, AJ Styles, Eli Drake, ECIII, Revival e tanti altri wrestler che non son tifati manco dai loro genitori. Sogna di diventare il nuovo Ron Burgundy.