AJ Styeles è stato ospite dell’E&C Pod of Awesomeness, podcast di Edge e Christian. Tra le altre cose Styles ha parlato di un episodio avvenuto durante i suoi giorni in TNA, quando l’allora presidente della compagnia Dixie Carter ha invitato tutti i talenti infelici del loro trattamento di andarsene.

Pubblicità

 

“C’è stato un momento in cui momento in cui tutto il roster di Impact era seduto e Dixie Carter ha detto: ‘Se qualcuno non vuole più stare qui, può andarsene anche subito’. Ho guardato dall’altro lato della stanza per vedere cosa intendesse fare Christian, perché se lui se ne fosse andato, avrei fatto lo stesso”. 

Styles ha parlato poi del periodo passato con Christian ad Impact:

“E’ stato divertentissimo, uno dei periodi migliori della mia vita, anche se facevo solamente il suo lacchè. Mi divertivo a pensare quanto mi sarei potuto in ridicolo e cosa avrei potuto fare di stupido. Abbiamo fatto tutto ciò che pensavamo sarebbe stato divertente, e così è stato. Anche se io mi divertivo molti si arrabbiavano perché avevo il personaggio di un tonto”.

 

Ha capito di doversene andare dalla TNA quando ha visto che non c’erano più i soldi a causa di un cattivo managment:

“Sono molto fiero per ciò che faccio nel ring, ma alla fine, se non riesco a portare i soldi a casa, perché sono qui? C’era un problema con i soldi, la compagnia aveva parecchi problemi, ma non era un mio problema. Ho cercato con ogni mia forza e fatto di tutto per tentare di rendere la TNA un posto migliore, un posto dove molti avrebbero voluto lavorare, ma hanno utilizzato tutte le finanze in modo pessimo. Non sapevano assolutamente come utilizzare i soldi, dopo che ho vinto il titolo massimo, e sapevamo sarebbe successo, eravamo in negoziazione, mi hanno esteso il contratto fino a settembre. Il  mio contratto sarebbe finito ad agosto. Quando il mio contratto è finito non ho più  voluto negoziare. E’ stato molto spaventoso, avevo quel lavoro da 11 anni, ma pensavo fosse la cosa giusta andarsene. Non sapevo dove sarei andato, ma la cosa che mi ha convinto ad andarmene è stata il loro trattamento: non puoi trattare qualcuno in questo modo e pensare che tutto continui ad andare avanti come niente fosse. Non mi importava quanti soldi mettessero sul tavolo, l’unica cosa che pensavo era che me ne dovevo andare, anche se avevo molta paura”.

La WWE non era interessata in lui all’inizio:

“Sono stato in TNA per così tanto tempo che non mi sono accorto cosa avevo intorno. Ho provato a contattare la WWE per fargli sapere che non ero più sotto contratto con la TNA. Non mi hanno mai richiamato. Allora ho pensato: ‘Be’, devo andare avanti'”.

 

  • Si è preso molte rivincite

    • DETH

      Se mai un giorno quest’uomo arrivasse al main event di Wrestlemania una volta tanto sarebbe la vittoria del talento sullo schifo di tutto il sistema wrestling; lì forse potrei mantenere ancora qualche speranza per il futuro di questo sport/E.

  • The Eater Of Worlds

    be di certo uno così non poteva stare a casa, la wwe era solo questione di tempo

  • Godless

    Figuriamoci se uno del calibro di AJ Styles sarebbe rimasto disoccupato…..

  • JoeIsGonnaKillYou

    Forse è stato un bene che la WWE non lo abbia più richiamato fino a 1 anno e mezzo fa

    • DETH

      Con la carriera di Styles ci sono tanti di quei “cosa sarebbe successo se” in ballo che è inutile proprio starci a pensare, magari se certe cose fossero successe giusto qualche anno prima o qualche anno dopo una certa combinazione di eventi avrebbe fatto finire le cose anche meglio, così come se altre decisioni o eventi avessero avuto un tempismo diverso si sarebbe bruciato già 10 anni fa e a quest’ora sarebbe uno dei tanti talenti incompiuti che vagano tra una indy e l’altra. L’unica cosa ormai è sperare che riesca a raggiungere la vetta entro questi non troppi anni che gli rimangono, o che la WWE gli alleggerisca il calendario mano a mano col tempo per tenerselo fino a 50 anni.

      • JoeIsGonnaKillYou

        A me piace la storia che dopo tanti anni passati a farsi un nome in federazioni minori, finalmente arriva (o meglio torna) nella federazione numero uno al mondo non da uno qualunque.
        Mi sarebbe piaciuto vedergli vincere il titolo WWE a WrestleMania, magari dopo tante volte dove ci è andato vicino ma senza riuscirci. Come Chris Benoit, più o meno.
        Ora ha bisogno di consacrarsi definitivamente, credo che ancora 3-4 anni possa farli

        • DETH

          Beh per come la penso io entrambi di questi mezzi titoli per brand non sono niente più che traguardi secondari, specie quando confinati allo show blu, la vetta reale che è il main event di Wrestlemania è ancora da raggiungere. Quanto può ancora andare avanti dipende poi dal corpo e dai casi, lui ha firmato solo per 2 anni, vedremo poi al rinnovo in che condizioni si sentirà.

          • JoeIsGonnaKillYou

            La WWE forse puntava su di lui come top heel ma “purtroppo” è stra-tifato qualsiasi cosa faccia

          • DETH

            Non saprei, hanno Reigns costruito a modo per la suddetta “funzione”, Styles magari stavano cercando di proporlo inizialmente da heel giusto per abbinarlo ai face da fargli affrontare in ppv e fargli uscire subito quel carattere che in WWE riesci ad avere solo dopo il primo stint da heel (vedi Punk e Brian) dopodichè avrebbero considerato il da farsi, ma con Triple H e gente varia che lo conoscevano dubito che non si aspettassero reazioni da face a lungo andare, per quel target che alla fine sborsa i soldi per ppv/network è già una leggenda, e poi si sa, gli high flyer suscitano reazioni da face.

          • JoeIsGonnaKillYou

            Eh beh hai ragione anche tu.
            Però è il fatto che in passato abbiano fatto tornare Batista come face per dire, che mi fa pensare che loro ci credevano davvero che AJ Styles potesse diventare il top heel.
            In quel caso le continue reazioni a favore che riceveva dal pubblico ogni settimana avrebbero fatto cambiare i piani originali previsti per lui.

          • DETH

            Quelle sono le cose a cui si sforza di credere e far credere gente come Posa, la verità è che se loro vogliono il successo di qualcuno glielo servono e basta, indipendentemente da quale personaggio cerchino di proporre da un atleta e da come esso venga accolto o percepito dal pubblico; e non per ripetermi, ma basta vedere Reigns, anche se come detto prima in parte credo che questo possa essere una sorta di loro nuovo sistema di proporre colui che è destinato a ricevere reazioni da “top heel”.

  • BelieveInTheShield

    Un signore.
    Un uomo come pochi e un grandissimo professionista.

  • Tony Dillinger Terry

    La Anthem “creativamente” ce la sta facendo rimpiangere Dixie.
    Riusciranno a farci rimpiangere anche Hogan?
    Anyway sì, troppe volte mi fermo a pensare come mai in TNA abbiano dato solo due titoli mondiali al loro portabandiera eterno (perché lo riconoscerò sempre come il simbolo della TNA, niente mi farà cambiare idea) oltreché uno solo a eccellenze come Aries e Joe.