Alberto El Patron è stato intervistato dal Miami Herald e nell’occasione ha parlato della maggiore libertà concessagli da Impact rispetto alla WWE, di Jeff Jarrett, e ha rivelato di non escludere la possibilità di tornare a lottare mascherato, almeno in un altro match:

Pubblicità

 

Su Impact” Ti lasciano essere te stesso e questo ti fa sentire meglio. Anche la gente lo apprezza di più, perché risulta più naturale. Quando sono tornato, a Bound for Glory, stavo solo dicendo la verità,parlando con il cuore, facendo aprire gli occhi alle persone. E andrò sempre avanti così finché sarò ad Impact, ho la libertà di dire ciò che penso…. continuo a sentirmi dire “Ogni volta che hai il microfono ad Impact è fantastico. Cosa è successo? Perché non eri così nell’altra compagnia?”, la verità è che non ho mai avuto questa libertà”

Su Jeff Jarrett: “ Mi divertivo un sacco con Jeff, è un mio amico. Mi ha dato l’opportunità di lavorare con mio padre e mio fratello durante il feud con i LAX. Sarò sempre grato per questo, ho sempre voluto dire grazie a Jeff per avermi permesso di avere mio padre e mio fratello sul ring insieme a me, ma era anche una fantastica storyline. Non si trattava di una cosa messa in piedi solo per fare un piacere a me. So che Jeff ora non è più con Impact, ma c’è un gruppo di persone con le stesse idee e lo stesso obiettivo, cioè portare Impact nel posto che gli compete”

Sull’indossare di nuovo la maschera” Sarebbe fantastico, ma in Messico è un po’ difficile. Una volta che l’hai persa, l’hai persa. Non vogliono vederti indossarla di nuovo, la prenderebbero come una mancanza di rispetto nei confronti della tradizione della lucha libre, ma io non ho mai perso la maschera, è stata una mia decisione personale. Non ho perso la maschera in un incontro, ho solo deciso di toglierla e dare luce ad Alberto Del Rio……. forse potrei indossarla per il mio ultimo match, per il giorno in cui dirò “adios” al mondo del pro wrestling.”

  • Pietro_ Brother Nero

    I tuoi fanno cagare

  • Pagano AAA

    Oh Del Rio anche se il tuo discorso sulla libertà nei promo non fa una piega, ma **********.

  • Edoardo

    Essere liberi di dire ca**ate non è una buona cosa (:

  • Irish Tommy
  • The Beast Incarnate

    Qualcuno gli spieghi che farebbe bene a cambiare pusher

  • Eddie Guerrero

    Sara pure che quello che dici non fa una piega, ma non è giusto che si sei libero di dire quello che vuoi ma cagate pazzesche no Del Rio non lo perdoniamo questo.

  • Simone Giuliani

    “perchè nessuno li guarda, ergo non possono criticarli”

  • Simone Giuliani

    Cioè, rendiamoci conto che il miglior talker di Impact è KONNAN.
    K O N N A N
    Uno che per la scienza dovrebbe essere morto da dieci anni.

    • leo

      Ed EC3, Eli Drake, Rosemary, Sami Callihan dove li lasci ?

      • Simone Giuliani

        EC3 è un meme vivente, Rosemary non è al suo livello, Drake è banale da un po’ di tempo e Callihan di promo ne ha fatti due.

  • Simone Giuliani

    “Quando sono tornato, a Bound for Glory, stavo solo dicendo la verità,parlando con il cuore, facendo aprire gli occhi alle persone.”
    Cacchio, chissà se parlavi con altri organi.

  • Gawd

    Ryback riesce a raccontarle meglio le cagate.

  • simone

    e certo: la wwe è vista da milioni di persone e tantissimi bambini, mica puoi dire quello che ti viene per la testa. d’altra parte, impact/tna/gfw….beh….chi è che la guarda?