Il brano di oggi è Aleluya De El Mesias, composto da George Frideric Händel e utilizzato come tema di ingresso da Damien Sandow.

Pubblicità

 

ChristiaNexus: SILENCE! L’Aleluya De El Mesias è un canto religioso, nel quale si tessono le lodi di Dio, che regna in cielo e in Terra, re dei re, stando al testo. Quanto al suo utilizzo in WWE, Damien Sandow, nei propri promo antecedenti lo storico debutto del 2012, aveva criticato la decadenza valoriale delle forme di intrattenimento tipiche della WWE, tra cui la musica utilizzata durante gli ingressi dai lottatori. In questa prospettiva, l’uso dell’Aleluya si pone in netto contrasto con le tendenze generali e acuisce il ruolo del lottatore di Palo Alto (in storyline) quale Salvatore Intellettuale delle masse ignoranti, prive di cultura e ideali. Personalmente, ho finito per adorare il pezzo, così come il personaggio che lo ha utilizzato e, se la pensate diversamente, thank you for your irrelevant opinion. You’re Welcome.

Mauro Chosen One: Ritorna il buon Damien Sandow in rubrica insieme alla theme usata al debutto e generalmente più popolare, visto che si tratta di una delle più celebri composizioni di Händel. L’alleluya del Mesias è una ottima composizione classica che si è sempre prestata bene come theme per Sandow, poichè ha legato bene con il personaggio del Savior of the Masses e con una gimmick del genere ci voleva una theme diversa dal solito e soprattutto elevata musicalmente per distaccare Sandow ulteriormente da ciò che è banale e mainstream musicalmente parlando. Ottima theme per Sandow e soprattutto ottima composizione.

N.B.: Si chiede all’utenza di commentare la canzone in questione, non il lottatore che la usa, il suo destino, se sia stato valorizzato o meno o simili e, a fortiori, si chiede di evitare ogni altro commento che non riguardi il brano, grazie.

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

 

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.