Il titolo è più formale del solito perché l’argomento di oggi è una cosa seria, estremamente. Ci sono poche “liturgie” nell’anno di un fan di wrestling, una di queste è il seguire il BOSJ come una visione mistica. Esagerazioni a parte, come sempre, specifico che questa non vuole essere una preview nel senso classico, quindi i pronostici ci saranno e non ci saranno; indirettamente è un modo per approcciarsi al Giappone diversamente da come facciamo con gli eventi degli Stati Uniti.
In modo molto breve, per chi non sapesse come funziona il BOSJ, cerco di spiegarlo nella maniera più rapida possibile la NJPW, seleziona 16 tra i migliori Juniors a loro disposizione, andando a pescare tra le compagnie amiche ROH e CMLL e li divide in due gironi da otto, A e B.
Ogni girone all’italiana esprime un vincitore che diventa finalista, i match sono da trenta minuti, una vittoria vale due punti, un pareggio vale uno e una sconfitta vale zero. Il vincitore del torneo, se non è già il campione, ottiene una title shot al IWGP Junior Heavyweight Championship. I vincitori del passato includono Jushin Thunder Liger (tre volte), Pegasus Kid (Chris Benoit), Tiger Mask IV (due volte), Black Tiger II (Eddie Guerrero), Kota Ibushi, Prince Devitt (due volte) e Ricochet.
Chiudendo la parentesi di regolamento/storica che sicuramente molti di voi già conoscevano, ma capirete il motivo delle poche righe, arriviamo ad oggi. Siamo alla vigilia della venticinquesima edizione che inizierà questo venerdì. Iniziamo dal Block A.
Primo nome Tiger Mask, formalmente alla diciassettesima partecipazione consecutiva e vincitore di due edizioni, ovviamente alternando la maschera tra diversi lottatori, come sapete. Si presenta all’edizione di quest’anno senza praticamente alcuna aspettativa, seppure scemato il boost di popolarità dell’anime Tiger Mask W, è un nome che deve essere dentro al BOSJ; anche se non avrà risultati straordinari e sicuramente non è tra i favoriti finali, ci deve star dentro. Tiger Mask sta al BOSJ come il Real Madrid alla Champions League, perdonate il paragone calcistico.
Secondo nome ACH, legato alla NJPW dall’aver impersonato Black Tiger lo scorso anno, è il nome più “indie” della lista dei partecipanti. Talentuoso, ma sappiamo bene quanto in Giappone 1+1 faccia inesorabilmente 2 e senza una stabilizzazione contrattuale blindata è difficile puntare a grandissimi successi, seppur sia alla sua seconda apparizione. Può togliersi qualche soddisfazione, anzi meglio dire, togliercela a noi. È nel gruppo giusto per brillare.
Altro nome quello di Flip Gordon, al debutto nel BOSJ e nome caldissimo in ROH. Le poche apparizioni che lo hanno visto lottare in Giappone, facevano trasparire l’orgoglio di essere arrivato a quel punto e questa partecipazione è un traguardo importantissimo. Puoi essere bravo quanto vuoi, ma la meritocrazia da quelle parti viene al primo posto. Non potrà puntare alla vittoria, ma in più di qualche match potrebbe avere un enorme impatto.
Abbiamo, poi, il campione Will Ospreay, senza entrare nel tecnico e di come si sta comportando, per ovvie ragioni quest’anno non potrà ambire alla vittoria del BOSJ e neanche arrivare in finale, ci sono altri nomi da valorizzare in questo momento dell’anno. Ospreay ha bisogno di un avversario forte e credibile e uscirà da questo torneo.
Per il CHAOS abbiamo YOH che in tag team sta facendo molto bene. Questa è una partecipazione per far numero, è impegnato nella rincorsa verso i titoli tag team juniors ed è bene non si distragga, è troppo presto per vederlo da solo. Magari tra qualche anno ne riparliamo.
Arriviamo al favorito numero uno: Taiji Ishimori. Inutile girarci intorno il debutto che ha avuto a Wrestling Dontaku ha fatto saltare il banco in zona Juniors. Nuovo membro del Bullet Club, è una cosa troppo grande per passare inosservata e poi parliamo di un signor lottatore che non sfigurerebbe nel palmares dei vincitori. Per me, favorito numero uno.
Altri nomi di contorno per il girone A sono BUSHI e Kanemaru, rispettivamente di LIDJ e Suzuki-Gun, porteranno legna e qualità nei match del girone, ma difficilmente potranno puntare alla vittoria dello stesso.
Saltiamo la barricata e spostiamoci nel girone B, questo è di altissimo livello e con più competizione rispetto a quello A. Primo nome della lista KUSHIDA, il vincitore dell’edizione dello scorso anno, ma che viene da una sconfitta contro il campione di carica, che lo colloca un po’ sotto rispetto ad altri nomi. Rimane sempre una sicurezza, ma se l’obiettivo e avere uno sfidante per Dominion, dopo Wrestling Dontaku è opportuno guardare altrove.
Spendiamo due parole per Chris Sabin, al debutto nel BOSJ, ma una vecchia conoscenza per i fan della ROH e della TNA dei tempi che furono. Figlio dell’accordo con la ROH e NJPW, Sabin è un nome che porterà curiosità da parte dei fan dall’altra parte dell’oceano. Personalmente sono stato estremamente contento di aver letto il suo nome nel comunicato della lista dei lottatori; sono un suo grandissimo fan e sono felice che possa contare questo risultato nella sua carriera. Mi sbilancio dicendo che potrebbe essere una sorpresa. Chissà.
In accordo con la CMLL rivedremo Dragon Lee alla seconda partecipazione consecutiva al torneo, che dire, si tratta di uno dei migliori lottatori messicani al momento e la NJPW fa benissimo a richiederlo il più possibile. Averlo in esclusiva è praticamente impossibile, ma se c’è da andare a pescare, giustissimo lui.
Abbiamo Hiromu Takahashi che dopo il brillante avvio d’anno, ha bisogno di rifiatare un attimo per tornare ad essere nuovamente credibile in zona titolata, potrebbe avere un ottimo percorso e sicuramente va collocato tra i favoriti, almeno del girone.
Poi Taguchi che non è più quello di un tempo ma porterà il suo comedy e avrà un ruolo da “squadra materasso”, praticamente tutti lo batteranno ad eccezione di qualche risultato per sorprendere il pubblico.
Discorso similare alle loro controparti per El Desperado e SHO, per il momento destinati ad occupare altre parti della card, certo del fatto che presto o tardi saranno tra i top name della categoria.
E chiudiamo con Marty Scurll, che mi piacerebbe vedere vincere il girone B con una finale tra membri del Bullet Club: Scurll vs Ishimori. Non prendete per buono questo pronostico, troppo fanta-wrestling…oppure no?

Luca Grandi
In allenamento per diventare un cattivo dei Cavalieri dello Zodiaco. Cerco di non perdere la salute tifando Arsenal. Tengo un occhio aperto sui fumetti e le serie tv come Tetsuya Naito.