Intervistato di recente, l’ex campione del mondo della TNA e della ECW Bobby Lashley ha parlato di diversi argomenti, come del deludente esordio di CM Punk in UFC. Lo stesso Lashley ha fatto il salto tra WWE e Mixed Martial Arts: “Capisco cosa stava cercando di fare ma non so se era preparato a quello che lo aspettava. Lo rispetto per quello che ha fatto, ma non arrivava da un background atletico e competitivo adatto, come per esempio il mio. Era una situazione davvero diversa rispetto alla mia”.

Pubblicità

Lashley ha quindi parlato della TNA, federazione di cui al momento è parte, e dell’apporto della rockstar Billy Corgan alla compagnia: “Sta portando un punto di vista fresco, è un’altra persona a cui parlare. E’ un grande, ascolta tutti, è una cosa importante. Quando arriva gente dall’esterno in compagnia, spesso sei preoccupato, specialmente quando passi quello che abbiamo passato noi, perchè potrebbe imporre la sua visione e costringerti a cambiare tutto. Lui non ha fatto niente di questo. Dice sempre ‘La mia porta è sempre aperta, questo è il mio numero, quindi chiamami quando vuoi’. E’ una cosa davvero bella, perchè alla fine nessuno ci vuole spiegare come fare il nostro lavoro meglio di come lo facciamo già”.

Riguardo alla sua carriera – in fine – Lashley ha spiegato di avere una doppia timeline: “Per quanto riguarda quella da fighter, direi due o magari tre anni. Non perchè il mio corpo non regge più, perchè mi sento veramente bene. Ma perchè i mieri figli sono piccoli e quando cresceranno vorrei passare più tempo con loro. Essere un fighter è un lavoro a tempo pieno. Per quanto riguarda il wrestling invece, tutto di pende da quando combatterò e con chi. Se combatto per la TNA e continuiamo ad avere questo tipo di agenda, potrei continuare per altri dieci anni”.