CM Punk è stato ospite del podcast di Colt Cabana "Art of Wrestling", rivelando finalmente nei minimi dettagli i motivi del suo addio alla WWE. Il podcast completo lo potete ascoltare su ColtCabana.com. Quello che segue è una traduzione delle parti salienti dell'intervista, che in totale dura circa 120 minuti. Nelle prossime ore arriveranno ulteriori approfondimenti. Chiaramente il consiglio è anche quello di ascoltarlo per intero, perchè, come detto, l'ex campione WWE è stato molto dettagliato. Dopo il leggi tutti le dichiarazioni.

Pubblicità

-Punk ha dichiarato di non essersene andato per sua volontà dalla WWE, ma di essere stato licenziato. Come sapete Punk se ne è andato a Gennaio. Due mesi dopo, Vince McMahon lo ha informato via SMS di averlo sospeso per due mesi. Tuttavia dopo il termine della sospensione nessuno dalla WWE lo ha contattato. Brooks ha fatto successivamente causa alla federazione sulla questione delle royalties, poichè sentiva che era giusto farlo, soprattutto eticamente. Nelle carte di terminazione del contratto veniva detto che la motivazione per il suo licenziamento era stato l'aver violato il suo contratto il giorno del suo matrimonio. Di conseguenza la data ufficiale del licenziamento è Giugno 2014. Chiaramente secondo Punk il matrimonio è stato solo un pretesto per non citare gli eventi accaduti a Gennaio. 

-Riguardo il perchè del suo abbandono di Gennaio, Punk ha detto che è stato principalmente per motivi di salute. Infatti secondo quanto detto nel Podcast, Punk ha combattutto gli ultimi mesi in WWE con delle costole rotte, una commozione cerebrale e le ginocchia infortunate. Durante il tour europeo del 2013 stava così male da vomitare al termine di ogni singolo match disputato. I dottori della federazione per tali ragioni lo avevano riempito di antibiotici che gli avevano addirittura causato durante un incontro di Smackdown un attacco di diarrea. Brooks ha sottolineato il fatto che non era mai stato così male in tutta la sua vita.

-Punk ha inoltre affermato di aver subito una commozione cerebrale durante l'ultima Royal Rumble. Tuttavia il giorno dopo egli ha superato i test medici a cui la WWE lo aveva sottoposto. Ritenendo che i test non erano affatto veritieri, si è innervosito molto con i medici della federazione, poichè voleva che fosse messo nero su bianco che aveva subito tale commozione. Non riuscendo in tale intento, neanche con il coinvolgimento di diversi dirigenti, l'atleta di Chicago ha comunicato a Vince e Triple H che quella sera non avrebbe combattuto e che stava tornando a casa.

-Punk ha fatto una pesante uscita su Triple H, dicendo che egli ha rovinato il suo momentum nel 2011. Frustrato da questo comportamento di Levesque il Chicago Made si era rivolto a Vince McMahon in persona, affermando che l'ex leader dell'Evolution stava soffocando la sua creatività. Inoltre in un'altra conversazione con Vince, Punk ha apertamente detto che loro stavano facendo di tutto pur di non mettere Daniel Bryan nel Main Event di Wrestlemania 30. Volevano che anche il suo momentum non venisse sfruttato come doveva.

-Punk non ha riservato belle parole neppure per il Dottor Chris Amann. Infatti Brooks ha dichiarato che durante gli ultimi mesi del 2013 gli si era formato un grumo nella schiena, che Amann aveva diagnosticato come un semplice deposito di grasso. Punk per precauzione aveva comunque chiesto di asportarlo. Tuttavia Amann si è sempre rifiutato. Punk glielo chiese l'ultima volta il giorno della Royal Rumble 2014, ma Amann si rifiutò nuovamente, poichè altrimenti lo avrebbe dovuto mettere sotto antibiotici, impedendogli di lottare alla Rissa Reale. Dopo che Punk ha lasciato il giorno successivo, si è rivolto ad un altro dottore, esterno alla WWE, contattato da AJ Lee, il quale ha sorpreso Punk diagnosticando quel grumo come un'infezione autoimmune di stafilococco. Il dottore ha immediatamente asportato la massa, ritenendosi altamente sorpreso che la WWE lo abbia fatto combattere in tali condizioni per mesi, rivelando che addirittura l'atleta di Chicago sarebbe potuto morire. 

-In generale Brooks si è lamentato del fatto che in tutti questi anni la WWE lo abbia sempre fatto tornare prima che i suoi infortuni terminassero del tutto, aggravando lentamente la sua condizione fisica. Era così esasperato da sperare alle volte di infortunarsi più seriamente, in modo tale da operarsi ed avere il giusto riposo.

-Punk ha inoltre dichiarato che la sua carriera è stata un fallimento, dal momento che non ha mai preso parte al Main Event di Wrestlemania. Inoltre ha detto che Vince è un "vecchio fuori dal mondo". Riguardo Wresltemania 29 Punk ha affermato di aver combattuto il miglior match della serata (contro Undertaker), tuttavia non ha percepito gli stessi bonus economici non solo dello stesso Taker, ma anche di Triple H, Brock Lesnar, John Cena e The Rock. 

-Punk ha raccontato che una volta Vince McMahon gli ha impedito di accompagnare il fighter UFC Chael Connen all'ottagono, in occasione di un evento UFC a Chicago. Il Chairman ha motivato la sua scelta definendo la UFC una barbaria. Poche settimane dopo Triple H era all'angolo di Floyd Mayweather per un incontro di Boxe.

-Avendo ormai una grande fama e popolarità, Punk aveva numerose richieste di sponsorship da parte di molte aziende importanti. Avendo in mano tale opportunità, il Chicago Made ha chiesto a esposto a McMahon tale piano economico, che prevedeva alcune T-shirts e pantaloncini con i simboli di tali sponsor. Chiaramente la WWE ne avrebbe beneficiato economicamente. Tuttavia Vince ha negato categoricamente tale richiesta. Poco dopo è rientrato Brock Lesnar, il quale invece ha tranquillamente ottenuto tale privilegio, combattendo sempre con un ring attire completamente sponsorizzato, dai guanti, ai pantaloncini alle scarpe. Le stesse T-shirts della Bestia, nonostante siano prodotti WWE, presentano numerosissimi sponsor personali di Lesnar.

-Punk ha ribadito che non è andato via per motivi economici, ma soprattutto per motivi di salute. Poco importa che on-screen sia scomparso dopo una Chokeslam di Kane.

-Una volta aveva chiesto alla dirigenza come sarebbero cambiati i pagamenti delle Superstar (nei bonus PPV) con l'avvento del Network, ma nessuno gli ha mai dato una risposta.

-Punk ha trovato un buon avvocato che gli ha fatto ottenere tutto ciò che egli riteneva giusto avesse. La WWE aveva paura che lui intentasse cause per ciò che riguarda la sua condizione fisica.

-Punk ha detto che non avrà mai più una relazione economica con la WWE, in nessuna veste.

-Punk ha criticato aspramente il sistema medico WWE, ritenendolo superficiale.

-L'atleta di Chicago ha rivelato che doveva essere il protagonista di "12 Rounds 2". Una volta disse a Triple H che le date delle riprese coincidevano con il tour europeo, al quale lui voleva partecipare per correttezza verso i fan, che avevano pagato i biglietti per vederlo. Dopo questa affermazione, The Game lo ha tolto dal cast, inserendo al suo posto Randy Orton.

-Punk ha detto che Triple H lo ritiene un "pezzo di merda".

-Punk ha definito Ryback un "Steroid Guy" e che combattendo con lui ha perso 20 anni di vita, subendo danni fisici importanti, come la rottura di alcune costole e altri infortuni di vario genere.

-Brooks ha raccontato di come la WWE avesse il terrore che lui firmasse per la TNA, ma il suo avvocato ha fatto sapere ai legali della federazione d Stanford che il suo cliente ormai disprezza il wrestling e che non lotterà mai più un incontro.

Qui sotto potete ascoltare il podcast completo:

 

Fonte:411mania & Zonawrestling.net