Ecco a voi il secondo estratto dell'intervista di Brock Lesnar, rilasciata a Steve Austin.

Pubblicità

Lesnar dichiara che di non sapere se si senta più un Pro Wrestler o uno Sport Entertainer. Lui lavora nell'industria dell'intrattenimento: vendono biglietti e mettono i sederi delle gente sulle sedie. Brock si dice molto fortunato per quanto ottenuto nella sua carriera. Tuttavia per lui il Pro Wrestling è sempre stato solo un lavoro. Da bambino, infatti, non era un fan della disciplina, anche perchè in casa sua la TV trasmetteva solamente due canali. 
 
-Al termine del liceo stranamente non aveva ricevuto nessuna offerta dai college per quanto riguarda la Lotta, ricevendone qualcun per quanto riguarda il Football. Tuttavia all'Università del Minnesota continuò a praticare la disciplina, vincendo il titolo NCAA. A quel punto iniziarono ad arrivargli numerose offerte da ambienti diversi, fra le quali diverse squadra NFL, che proponevano dei tryout, ma anche quella della WWE. I coach dell'università cercarono di dissuadere Brock dall'accettare l'offerta dal mondo del Pro Wrestling. Tuttavia in quel periodo era veramente con pochissimi soldi e l'offerta WWE era nettamente superiore a livello economico rispetto a tutte le altre. Questo è l'unico motivo per il quale accettò l'offerta della federazione di Stamford.
 
-Nei primi tempi era molto in contatto con Jim Ross, poichè fu proprio quest'ultimo il primo a parlare con lui, riguardo il possibile contratto. Successivamente strinse dei buoni rapporti con Mr. Perfect, Curt Henning e Ray Traylor. Entrambi avevano visto qualcosa di buono in lui. Ricorda che adorava viaggiare in macchina con loro ed imparare sempre cose nuove sul business. A suo dire, la parte migliore dell'essere on the road sono le chiaccherate in macchina con le persone amiche. Ringraziamenti anche per Kane e Undertaker, che nei primi tempi lo aiutarono parecchio. Più che citare Orton, Batista e Cena, Brock ha parlato di Shelton Benjamin, suo compagno di stanza al college, che aveva accettato anch'egli l'offerta della WWE.
 
-Ha amato sin da subito la palestra e la struttura generale della OVW, poichè molto rudimentale, proprio come era stato abituato da ragazzo.
 
Fonte: Zonawrestling.net