Come vi abbiamo già riportato, Daniel Bryan ha commentato la vittoria del ROH World Championship da parte di Cody Rhodes augurandogli tanta fortuna, ma soprattutto con un tweet in cui lascia trasparire che alla fine del suo contratto con la WWE lo avrebbe sfidato per il titolo.

Pubblicità

Cody Rhodes, intervistato da Sports Illustrated ha risposto all’American Dragon così:

“Non penso fosse una sfida reale, solo uno scherzo. Daniel Bryan rimane uno dei miei migliori amici, e sentire ‘Final Countdown’ con il suo ritorno sarebbe un evento molto gradito, anche se fosse un mio avversario. Lo ho sempre ammirato come fosse un mentore”.

 

Il contratto di Daniel Bryan scadrà verso la fine del 2018 e non si sa ancora quale sarà il suo futuro.

  • Eddie Guerrero

    un giorno spero il match Cody Rhodes contro Bryan si debba fare magari come un ultimo incontro di Bryan per poi farne solo uno in WWE e poi ritirarsi e non lottare più.

    • Alex91

      Io spero invece di non vederlo. Bryan può essere un ambasciatore unico per il wrestling, superando persino Cena visto che ha lottato anche nelle indy. La salute prima di tutto, la WWE non avrebbe mai rinunciato a quella montagna di soldi se lui fosse in grado di lottare un altra volta.

      • Eddie Guerrero

        Si ma infatti concordo la salute prima di tutto, ma gli ultimi due match li deve fare ma credo lui stesso li fara dove uno in WWE, e poi non è chi sa che match strabiliante deve fare che gia normale è un grande Bryan.

        • Alex91

          se avesse potuto fare un ultimo match l’avrebbero fatto, immagini quanti soldi avrebbe portato alla WWE? L’unica speranza è che questi problemi possano ridursi nel tempo e nei prossimi anni possa fare un match one night only. Anche se i dubbi rimangono.

          • Eddie Guerrero

            noi tutti ci speriamo che i problemi che ha si possano man mano ridursi anche perché è un peccato, e Bryan stesso ne sta un po soffrendo di non poter combattere sul di un ring che è tutta la sua vita.

          • Alex91

            Può avere ancora un importanza fondamentale per lo sviluppo della disciplina. Bryan è stato l’unico lottatore indy ad aver veramente sfondato in WWE e compreso il significato dell’essere in quella compagnia, superando in questo nettamente CM Punk e avvicinandosi come nessun altro a Cena. Come allenatore, commentatore, promoter o quello che gli pare, Bryan deve dedicarsi all’ispirare i nuovi talenti, nessun altro di questa generazione ha sua capacità di regalarci i wrestler del futuro. Vederlo in sedia rotelle dopo queste diagnosi sarebbe una tragedia non solo per lui, ma distruggerebbe il movimento intero più di Benoit.

          • Eddie Guerrero

            Su questo sonon pienamente d’accordo, e se i suoi problemi fisici non migliorano lo scenario che hai descritto va benissimo che sarebbe gia tanto cosi, almeno una magra consolazione per Bryan.