Curtis Axel, intervistato dal sito City Pages per pubblicizzare l'odierna puntata di Raw (che si terrà nella propria città natale di Minneapolis, nel Minnesota), ha affermato cosa si provi ad essere un lottatore di terza generazione, nonché un esponente della rinomata scuola del Minnesota:

Pubblicità

 

"Basta guardare a lottatori come mio padre (Curt Hennig aka Mr. Perfect, ndr), Rick Rude, i Road Warriors e l'intera AWA per rendersi conto del fatto che dal nostro Stato Federato sia venuta fuori gente tosta. Abbiamo sempre vantato una gran bella scuderia, qui in Minnesota. Ora, è dura vivere con un padre e un nonno famoso, ma io non sto affatto cercando di diventare il nuovo Mr. Perfect o il nuovo Larry "The Axe"; sto provando, semplicemente, a diventare il primo Joe Hennig. Gli altri wrestler di terza generazione ricevono consigli dai propri padri i quali, spesso, sono on the road con noi. Purtroppo, invece, mio padre non è più tra noi. Vorrei averlo ancora qui, e posso comunque contare sui buoni consigli di mio nonno; tuttavia, credo che l'assenza di mio padre mi spinga ulteriormente a cercare di farmi un nome per conto mio, a presicindere dalla mia ascendenza."

 

Fonte: Lordsofpain.net & ZonaWrestling.net

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.