Pubblicità

Appuntamento annuale con il torneo della morte. Il mio pronostico (che più che pronostico era una speranza) era per Jun Kasai, pur sapendo che Matt Tremont era il super favorito. Avrà soddisfatto le mie attese? Vediamo.

Tournament Of Death XIII First Round Fans Bring The Dildos Match
Lucky 13 vs. Jaki Numazawa

Poca roba interessante, i due si sono limitati parecchio. Non mi spiego la sconfitta del giapponese, che in uno scontro con l'amico Kasai più avanti nel torneo ci sarebbe stato alla grande, oltre ad essere migliore dell'avversario che ha poi portato a casa il match. Più comedy che hardore, dati i vari dildo presenti sulla scala portata da Lucky 13 e dalla bambola di Numazawa.
Winner: Lucky 13
Voto: 5.5

Tournament Of Death XIII First Round Barbed Wire Madness Match
Masada vs. Aeroboy

Secondo match in carriera in CZW per il messicano che bazzica nelle federazioni hardcore messicane e l'impegno non è per nulla semplice. L'ex campione CZW Masada ha, infatti, già vinto tre volte il torneo e si candida ad essere uno dei favoriti anche per questa edizione. Il messicano mette comunque a repentaglio la vittoria sfruttando le doti da high flyer e le armi ricopere di filo spinato prima di essere prima hamburgerizzato nel tavolo spinato (perdendo la maschera), di essere lanciato come una boomerang in giro da Masada e poi finalmente neutralizzato. Bella l'hurricanrana di Aeroboy sul tavolo o il segmento in cui gioca a Shangai sulla testa di Masada che poi ricambierà. Ottima vetrina per il luchador che ne esce benissimo.
Winner: Masada
Voto: 7

Tournament Of Death XIII First Round Ultraviolent Pits Match
Danny Havoc vs. Masashi Takeda

Prima perla dello show. Incontro durissimo che ha rispettato in pieno le mie attese con i due che non si sono risparmiati quasi per niente. Inoltre, oltre all'uso ottimo delle armi, i due performer hanno fatto vedere delle ottime mosse. Insomma ho trovato tutto molto ben fatto, peccato per il minutaggio. Quella spear di Takeda risuona ancora nell'aria. Giusto far andare avanti Havoc.
Winner: Danny Havoc
Voto: 7.5

Tournament Of Death XIII First Round Light Tube Bundles Match
Jun Kasai vs. Matt Tremont

Uno dei favoriti alla vittoria finale e uno dei migliori wrestler hardcore degli ultimi anni, che non ha mai avuto grandi soddisfazioni e le poche che ha avuto, le ha avute in America e non in Giappone. The Crazy Monkey era over come nessuno, tifatissimo e chi cantava "Jun Kasai" cantava "Crazy Monkey". Per un pò un normale match di wrestling, dopo i due si sono dati al tentato omicidio dell'avversario. Il fenomeno nipponico e il minutaggio hanno fatto sì che si superasse anche il precedente incontro come valutazione.
Winner: Jun Kasai
Voto: 8-

Joe Gacy vs. Alexander James
Come intermezzo per il torneo arriva James a rompere le balle su ciò che è il talento, su ciò che è il TOD e mentre il pubblico lo fischia, arriva Gacy (che rappresenta proprio il tipo di wrestler che James stava criticando) a tentare di farlo diventare donna. Dopo un buon incontro in cui si sono scontrati il brawling di Gacy e la tecnica di James, trionfa Gacy sfondando la chitarra in testa al biondo lottatore. Buon incontro di transizione per passare alle semifinali.
Winner: Joe Gacy
Voto: 6+

Tournament Of Death XIII Semi Final Fans Bring The Weapons Match
Masada vs. Lucky 13

Mezza farsa. Per buona parte del match non è successo quasi nulla, solo del normale wrestling, poi ho visto giusto 2 spot da semifinale di un torneo simile. Delusione del torneo, forse Numazawa ci sarebbe stato di più in un incontro con Masada a far vedere un pò di mazzate. Finale orrido che abbassa ulteriormente il voto (il pubblico cantava infatti Bullshit).
Winner: Masada
Voto: 6-

Tournament Of Death XIII Semi Final Fans Bring The Weapons Match
Jun Kasai vs. Danny Havoc

Havoc arriva già sanguinante per non perdere tempo mentre Kasai…beh Kasai sembra sempre uscito da un incidente stradale, no? Secondo gran match della serata per Jun, terzo complessivo. Questi due decidono di aprirsi come due cocchi e il risultato è una delizia per i nostri occhi. Parte molto lento, ma dalla testata alla croce di Jun sembra tutto un vortice di ultraviolence con i due che si sbattono da una parte all'altra del ring. Vince Kasai, wow!
Winner: Jun Kasai
Voto: 8+

CZW Tag Team Title Match
The Juicy Product (David Starr & JT Dunn) (c) vs. Drew Gulak & Niles Sozio

Intermezzo meno riuscito del primo. Match interamente costruito dai campioni di coppia ed in parte da Gulak con Sozio, vestito da I.R.S., più che altro a guardare e a fare finta di saper lottare. Ad un certo punto Sozio colpisce Gulak e Starr e Dunn possono portare a casa il match. No comment sul booking e sul segmento iniziale.
Winners: The Juicy Product
Voto: 4

Ron Mathis vs. Devon Moore
Terzo passatempo in attesa della finale. Protagonista iniziale e finale è stato il carrello, non quello dell'ASCA però. Grande equilibrio e tra chitarre e martelloni ormai coniugate alla fronte e cartelli stampati in faccia, si giunge alla vittoria del face. Se ne avete bisogno, Devon è sull'asse da stiro che aspetta che gli togliate le pieghe (e le piaghe).
Winner: Devon Moore
Voto: 7

Tournament Of Death XIII Final Fans Bring The Weapons Match
Jun Kasai vs. Masada

Il meglio che il ToD potesse offrirci come finale e per la prima volta il pubblico è diviso. Si parte piuttosto lentucci e giocando sulla tecnica, ma gli stecchini dello shangai non tardano a conficcarsi nelle fronti dei due e le corde fatte di filo spinato cominciano a lacerare la pelle di entrambi, con l'americano poi barbaramente "grattuggiato". Quello che segue è un massacro iniziato tra il pubblico, con gli oggetti degli spettatori, prosegue a colpi di neon sul ring e finisce con i voli di Kasai suicidi/omicidi. Unica pecca, nessun vero momento in cui ho creduto che Masada potesse vincere dato il dominio del jappo. Il mio pronostico si realizza ma soprattutto vedo un gran riconoscimento per Jun, gran wrestler underrated e assoluto MVP del torneo anche per prove sul ring. Prova stoica per Masada, infortunato al ginocchio.
Winner: Jun Kasai
Voto: 8.5

Show
Non il miglior Tournament of Death, sia chiaro (per me anche sotto quello dello scorso anno), ma comunque un ottimo manifesto per l'ultraviolence che incorona un wrestler che amo in questo campo. Da evitare il primo incontro e il match di coppia.
Voto: 7