Daniel Bryan ha rilasciato un'intervista per promuovere Wrestlemania ai microfoni di "The Chud Dukes Wrestling Show". Ecco alcuni estratti dopo il "Leggi tutto".

Pubblicità

Ti ha causato qualche problema nello spogliatoio, il fatto che i tifosi cantino il tuo nome durante i match delle altre superstars?
"Nessuno è mai venuto a dirmi niente. Nessuno mi è venuto a dire 'Sono stanco e frustrato che la gente canta il tuo nome mentre mi esibisco!'. E poi, cosa dovrebbero venirmi a dire? Non è mica colpa mia se la gente canta il mio nome in quei frangenti. Non ho fatto una petizione su internet chiedendo alla gente di cantare per me durante gli incontri degli altri. È qualcosa di folle, ma è uno dei motivi per cui il wrestling è bellissimo ed una forma d'arte unica. La gente viene ad assistere ad uno spettacolo dal vivo in cui tutto può succedere. La partecipazione del pubblico è fondamentale e rende tutto ancora più magico."

Riguardo il non aver partecipato al Royal Rumble match quest'anno:
"È strano che non mi avessero voluto nel Royal Rumble match, tuttavia so perfettamente che avevo un match contro Wyatt. La settimana precedente all'evento, in una delle interviste promozionali ho detto 'Al momento non sono previsto nella Rumble, ma vorrei parteciparvi'. Questa roba è il lato frustrante del wrestling. Tu vuoi solamente delle opportunità per uscire la fuori e fare vedere a tutti ciò di cui sei capace. Qualora tu meriti il main event, devi fare tutto il possibile per far si che ciò accada."

Sei mai stato preso in giro?
"In generale la gente non mi prende mai in giro. Credo sia dovuto al fatto che quando qualcuno mi faceva qualcosa del genere, io gli davo un calcio nelle parti basse. La gente ha smesso di prendermi in giro tanto tempo fa e credo che il motivo sia questo."

Fonte:LOP.Net & Zona Wrestling.Net