Daniel Bryan ha partecipato questa settimana al podcast ”E&C Pod Of Awareness” rivelando nuovi particolari riguardo il suo precoce ritiro dal mondo del wrestling.

Pubblicità

Bryan ha spiegato che originariamente era stato dichiarato abile a tornare sul ring dai dottori e da un team di specialisti sulle concussioni sportive che la WWE aveva scelto, ma i dirigenti decisero di non farlo lottare di nuovo.

Allora partecipò ad un test sperimentale, non approvato dalla FDA (Food and Drugs Amministration), a New York, dove i medici riscontrarono delle lesioni nella parte posteriore del suo cervello. A questo punto Bryan pensò di chiudere davvero con il wrestling spaventato dai danni che aveva riportato.

 

Una settimana dopo Vince McMahon chiese a Bryan di fare il suo discorso di ritiro durante una puntata di Monday Night Raw a Seattle, città natia del wrestler. Qualche giorno dopo gli telefonò uno dei medici che lo aveva visitato originariamente e che lo aveva dichiarato pronto a risalire sul ring chiedendogli cosa fosse successo e il perchè del ritiro.

”Gli dissi cosa era successo, ovvero che altri dottori avevano trovato delle lesioni nella parte posteriore del cervello.” Il dottore gli chiese cosa volesse dire con ‘lesione’. ”Si, non so che significhi per voi medici, ma una ‘lesione’ per me è una ferita. Suppongo di avere una ferita o un taglio su quella parte di cervello.”

Il dottore quindi spiegò a Bryan che il termine ‘lesione’ in termini medici voleva significare moltissime cose e che molte volte, non sapendo esattamente cosa si ha davanti, i dottori utilizzano questo termine.

 

 

Secondo quanto scoperto da Bryan, tutte le ‘lesioni’ che gli furono diagnosticate in realtà erano frutto dei test fatti, che comparavano la velocità di riflesso di quella parte di cervello rispetto a quella di altri atleti professionisti che si erano sottoposti a quei test. I risultati di Bryan comparati a quelli di una persona normale, che non pratica sport a livello professionistico, risultano identici. ”Quindi ho dei riflessi normali, quando lo scoprì dissi ”Oh no, allora sono solo una persona normale, non un atleta vero!”.

Bryan si limita a dire che c’è stato un grosso fraintendimento, ma non dà la colpa ai medici che lo testarono. Quando scoprì tutto ciò non fece grossi proclami su un suo ritorno sul ring, in quel periodo era impegnato a crearsi una famiglia con Brie Bella.

 

Quandò lo nominarono GM di Smackdown Live però, la voglia di tornare a lottare si fece avanti, tutto d’un tratto si rivide catapultato nel mondo che aveva sempre amato ma di cui non poteva più far parte. ”In quei momenti tra me e me pensai: non può finire tutto così!”.

A quel punto Bryan iniziò a collaborare con il centro di ricerca neurologica Joe Namath in Florida per migliorare le sue funzioni cerebrali. Durante i test eseguiti scoprirono che Bryan aveva il cervello di un giocatore di football del college medio, quindi non al massimo ma di certo senza grossi danni. Grazie ad un preciso trattamento chiamato Hyperbaric Oxygen Therapy Treatments (HBOT) le attività cognitive del suo cervello stanno migliorando e si pensa che il suo cervello tornerà ad essere al meglio della forma dopo altri trattamenti simili.

”C’è stato un grosso miglioramento, anche Brie se n’è accorta. Il dottor Miskin dice che con 120 trattamenti il mio cervello tornerà ad essere quello di una persona che non ha mai fatto sport di contatto in tutta la sua vita. Me ne mancano ancora 80.”

Ha poi concluso così: ”Non c’è nessuna ragione al mondo che mi impedisca di tornare a fare ciò che amo.”. Ha poi rivelato che spera di tornare a lottare da part-timer, con un’agenda tra i 50 e 100 match all’anno.

 

VIAprowrestlingsheet
FONTEprowrestlingsheet
Irish Tommy
Ho 26 anni, seguo il wrestling dal lontano 2001, seguo principalmente la WWE, anche se ciò mi porta rancore e frustazione il più delle volte, una sorta di sindrome di Stoccolma. Quando trovo il tempo e non sono inghiottito dalle serie tv seguo anche RoH e NJPW. Wrestlers preferiti: Eddie Guerrero, Chris Benoit, Brock Lesnar e Steve Austin.
  • Fringe

    Forse questa è la news più chiara e completa sulla sua condizione dal momento del “ritiro”

  • RatMan

    Quello che non ho capito è se intende in WWE o meno, e se la WWE è interessata ad un suo ritorno da wrestler

  • Kish

    Cosa dice il mio cervello:
    brian, mi spaventi. hai una famiglia, non correre rischi. Ti stai dannando la vita quando ormai hai raggiunto dei successi che pochi bravi disgraziati possono solo sognarsi. Stai a posto così, stop.
    Cosa dice il mio cuore:
    TORNA A LOTTARE CA**O, FREGATENE ! ANCHE UN ULTIMO MATCH MA CA**O TORNA A LOTTAREEH!

  • The Lone Wolf

    Per quello che mi riguarda, penso che ogni wrestler in WWE debba avere un contratto da Part timer. Diciamolo chiaro, piuttosto che vedere ottimi atleti messi li senza fare nulla, tanto vale che combattano quando hanno qualcosa da fare. 50/100 match l’anno? Vanno benissimo, anzi dovrebbero essere anche meno. Prima di tutto per non snaturare i personaggi con feud ridicoli e secondo, vai a preservare la salute di tutti gli atleti, evitando mille infotuni

    • Irish Tommy

      Meno infortuni ma molti meno soldi.

      • The Lone Wolf

        Meno soldi mica tanto. Se la WWE annunciasse un simile trattamento per i suoi atleti che queste motivazioni, i fan lo capirebbero sicuramente e non credo che non vadano allo show solo perchè non c’è il loro atleta preferito. Il fan medio guarda lo show per il suo insieme.

        • Irish Tommy

          No, non intendevo dire che i fans non andrebbero più a vederli.
          Devi contare anche tutti gli house shows, ora come ora con i tre brand la WWE produce show quasi ogni giorno, che siano televisivi, ppv o live event.
          E sò sordi.

          • The Lone Wolf

            Credo che l’impegno di un HS sia inferiore a quello di uno show televisivo. Generalmente gli Hause show sono usati anche per testare nuove idee, quindi in questi casi possono usare tutti senza problemi. Io parlo proprio di inutilità in video. Prendi Balor.. Dal suo ritorno cosa sta facendo? Teoricamente ha diritto ad una shot titolata, eppure continua a non fare nulla. Per questo, preferirei che stia fuori dagli show settimanali.

          • Irish Tommy

            Su quanto siano impegnativi o meno non ne ho idea.
            Sicuramente sono meno impegnativi da ‘scrivere’ e si ha la possibilità di provare cose nuove, il che può rendere il lavoro più piacevole magari.
            Però, se non ricordo male, un wrestler WWE lavora 4 giorni a settimana, una serata è lo show televisivo e le altre 3 sono house show.
            Ripeto, se non ricordo male è cosi, quindi togliere un wrestler dalla tv non cambierebbe il fatto che dovrebbe comunque lottare negli house show, che sono 3 volte di piu rispetto ai tapings televisivi. Il che lo porterebbe comunque ad avere un’agenda non molto differente da quella che ha ora, con una possibilità di infortunarsi solo leggermente inferiore. (Tolto che poi uno può fratturarsi una clavicola cambiando una lampadina, per dire.)

            L’inutilità in video secondo me deriva dalla svogliatezza dei writer e da una gestione del roster che non ho mai capito appieno. La brand division dovrebbe aiutarli a rendere tutti ‘utili’ o comunque ad impegnarli in qualcosa, invece hanno dei main eventer pronti e completi che non hanno nulla o poco da fare a Raw(Come Balor, per esempio) e a SD innalzano gente che non è pronta per fare il main event.(Mahal)

  • Newsted Head

    Ormai lui è troppo deciso,non lo ferma più nessuno.Dopo tutte queste interviste ormai trovo scontato che appena terminato il suo contratto con la WWE Daniel Bryan ritornerà a lottare e solo il futuro ci dirà se sarà stata una cosa positiva o negativa

  • TheBone

    Ottimo veramente, alla fine se cambia il suo stile di lotta e torna al buon vecchio grappling potrà assicurare match strepitosi in relativa sicurezza!

  • Ora fate questo benedetto match a Mania contro Kurt Angle!

  • Daken Akihiro

    non lotterà più in WWE, ma faranno di tutto per tenerselo; dovunque andrà, farà il botto, sicuro

    onestamente spero di vederlo in NJPW

  • Stex14

    appena il contratto con la WWE sarà scaduto, il buon Bryan tornerà a lottare in ROH

  • Alexssio

    Dunque…da dove iniziare,ah si,Finalmente mi è tutto chiaro! E se le cose stanno effettivamente come ha detto Bryan,se quest’ultimo a benestare della sua consorte..perchè non dargli effettivamente quel contratto da Partimer alla Jericho che alla fine gioverebbe sia a Lui come atleta che alla WWE come azienda,voglio dire,il ritorno sul ring di Bryan si venderebbe da solo magari un bel:

    Daniel Bryan contro Kurt Angle.

    farebbero i soldi con le Pale.

  • Common

    Credo che farà di tutto per lottare, si vede anche da come parla che non lo fermano sta volta, poi ovviamente immagino sappia già i rischi che corre quindi,,,

  • Contro Nessuno

    Se tutto ciò è vero, anche la wwe potrebbe far ritornare a lottare Daniel….

  • Seth Kingslayer

    Se la WWE fosse sveglia potrebbe mettere su una bella storyline in cui Bryan vuole tornare a lottare ma lo ostacolano e alla fine in qualche modo riesce a zittire tutti tornando al top

  • giuseppe_97nk

    deve tornare,solo i medici WWE non gli hanno dato l’ok

  • l00C@

    facesse ciò che vuole, ognuno ha la sua croce, le conseguenze saranno le sue.

  • Tiger Mask

    Manca poco al suo ritorno..