Ai microfoni di Pro Wrestling Weekly Dean Ambrose ha parlato del suo primo match in WWE, del pericolo degli infortuni e dei paragoni con Brian Pillman:

Pubblicità

Il primo match in WWE-

"Quello che mi sono detto è stato: 'Stai per combattere in WWE, può andare benissimo, come malissimo' a quel punto non ero spaventato, sapevo di dover solo dare il meglio di me stesso e confidavo nelle mie abilità. Molti ragazzi vengono intimiditi dall'ambiente e a volte sono davvero stressati. Nel nostro caso nel debutto a TLC sapevamo che potevano succedere un sacco di cose e che qualcosa poteva andare storto. Invece ci siamo fidati di noi ed è stata una perfomance stellare!"

Il pericolo di infortunarsi-

"Purtroppo gli infortuni capitano. Puoi fare tutto lo stretching che vuoi – io ad esempio mi rendo conto di non farne mai abbastanza- ma tutto può succedere anche facendo cose basilari. La cosa più seria che mi è capitata è stato un infortunio al ginocchio a seguito di un backdrop durante un match con Daniel Bryan. È una mossa base che fai miliardi di volte, eppure è questione di un attimo. Sono abbastanza fortunato a non avere mai subito infortuni seri, ma penso che tutto dipenda dall'essere molto allenati e preparati"

La somiglianza con Brian Pillman- 

"Diciamo che ho studiato e analizzato molti personaggi, ma non mi sono mai prefissato di imitarne uno in particolare. Quando vado sul ring, specialmente nei live events dove e non abbiamo restrizioni da parte della pubblicità, non so mai cosa farò, improvviso. Sono lusingato dal paragone con Pillman, ma non voglio copiare, voglio essere me stesso."

Fonte: WrestlingInc.com & ZonaWrestling.net