Eccoci qui, al primo numero di questa nuova rubrica chiamata "Dei perfetti sconosciuti", dedicata a quei wrestler talentuosi, ma inesistenti agli occhi del grande pubblico.

Pubblicità

Piccola premessa: in questa rubrica non inserirò i migliori wrestler indipendenti, ma bensì i migliori tra quelli poco conosciuti alla maggior parte dei lettori. Non ci sarà quindi gente come Adam Cole, Ricochet, Michael Elgin e così via, dato che, bene o male, sono conosciuti da ormai chiunque.

Partiamo quindi con il botto, ed infatti il primo lottatore preso in considerazione è uno di quelli di cui secondo me ne sentiremo parlare davvero molto negli anni a venire.

DANNY CANNON

Il suo nome è Danny Cannon ed il suo soprannome “Dynamite”, ragazzo giovane (o almeno credo, visto che da nessuna parte sul web è possibile trovare la sua data di nascita) e dalla piccola stazza, ma con abilità sul ring davvero fuori dal comune. Se dovessi paragonarlo ad un wrestler la mia scelta ricadrebbe sostanzialmente su uno di quelli che la storia delle federazioni indipendenti l’ha già scritta, ovvero Low-Ki. Agile, veloce, tecnico e con dei calcioni che lasciano il segno, lo stesso stile che l’ex Kaval adottava ai tempi d’oro. Ecco quindi il perché del suo soprannome Dynamite: è un wrestler esplosivo, da cui non sai mai cosa aspettarti. Guardate ad esempio QUESTO video, in cui davanti a qualche decina di persone esegue uno spot letteralmente da urlo, che fa andare in visibilio i presenti. Nonostante le sue piccole dimensioni, (non quelle che starete pensando voi) Cannon ha già avuto modo di confrontarsi con wrestler di grossa stazza, come ad esempio il grande Michael Elgin, con cui è riuscito ad offrire un match più che buono, e Christian Rose, in quello che è stato il suo miglior match tra quelli che ho avuto modo di vedere. Se proprio dovessimo trovare una pecca in lui essa sarebbe da ritrovare nell’esperienza, dato che nella costruzione vera e propria del match Danny ha ancora diverse lacune, che con il tempo ovviamente si colmeranno. Un vero peccato però che attualmente sia bookato solamente in federazioni di seconda fascia, come ad sempio la IWA MS e la DreamWave, dato che già ora avrebbe le potenzialità per fare bene in lidi ben più importanti. Di lui non si trova moltissimo gratuitamente su internet, ma “accontentatevi” di questi due incontri ( PRIMO e SECONDO), dato che guardandoli potete già farvi un’idea circa di che pasta è fatto questo giovane talento.

 

MATT CROSS

Lui invece è Matt Cross, wrestler statunitense di 33 anni noto per le sue ottime abilità da high flyer. Qualcuno di voi magari lo conosce già per via del fatto che ha fatto parte della quinta stagione di Tough Enough. E’ vero, non è più un ragazzino, ma non è neanche vecchio e potenzialmente le capacità per fare ancora molti anni al top le ha. Come detto prima, è un high flyer con la differenza sostanziale che, a differenza di molti altri lottatori con il suo stile, lui riesce anche ad inserire il fattore psicologia nei suoi incontri. Insomma, non è solamente uno che svolazza da una parte all’altra. Con la sua folta barba, Matt fa il giro di diverse federazioni indipendenti statunitensi, come la AIW, e canadesi, come la SMASH. In quest’ultima, tra l’altro, è anche il primo ed unico campione mondiale e per diventarlo ha dovuto sconfiggere complessivamente wrestler del calibro di Johnny Gargano, Chris Hero e Kevin Steen. E’ davvero strano che uno come lui alla sua età ancora non sia riuscito a stabilirsi al top delle federazioni indipendenti americane, dato che a mio parere ha davvero tutto per sfondare. Esperienza e ottime abilità sul ring fanno di lui un wrestler completissimo ed infatti non è un caso se la SMASH Wrestling (attualmente una delle federazioni migliori al mondo) abbia deciso di affidare a lui il titolo. Nella sua carriera più che decennale, Cross si è comunque potuto togliere diverse soddisfazioni. Infatti ha avuto la possibilità di esibirsi in promotion di altissimo livello e di grande importanza, come la NOAH, la ROH e la CZW, condividendo il ring con mostri sacri del calibro di Bryan Danielson, KENTA, Nigel McGuinness, Marufuji , il leggendario Misawa e molti altri.  Ecco un suo MATCH in SMASH Wrestling ed uno in PRIME Wrestling contro Johnny Gargano (PARTE 1 e PARTE 2).

 

LOS BEN DEJOS

Ehm si…in questo caso non troviamo un solo wrestler, ma bensì due, dato che stiamo parlando di un tag team, più precisamente i Los Ben Dejos (conosciuti anche con il nome di Dos Ben Dejos e Team Lucha). A differenza di quanto possa sembrare, Jay Rios e Jay Cruz (i loro ring name) non sono fratelli, ma nonostante questo l'alchimia tra i due, allenati insieme dai Dudleyz, non manca ed infatti attualmente sono tra i tag team più interessanti del panorama indipendente. Non sono proprio degli sconosciuti, dato che i loro match in EVOLVE, ROH, DGUSA ed altre federazioni di discreto valore li hanno fatti e li stanno ancora facendo, ma nonostante ciò i due non sono ancora considerati un team di punta a livello mondiale. Hanno anche combattuto diversi dark match in TNA, senza però, a quanto pare, convincere appieno la dirigenza di Orlando. Non aspettatevi chissà quale psicologia o storytelling nei loro match, ma bensì tanti spot, tanta velocità e tanta dinamicità, ovvero le caratteristiche principali di questi due lottatori. Attualmente sono i campioni di coppia della PWX, federazione in discreta ascesa, e da poco hanno anche debuttato in CZW, sperando che in quest'ultima la loro presenza diventi continua e non si limiti a qualche apparizione occasionale. Ecco QUI il loro canale, in cui sono presenti parecchi dei loro match.

 

Il primo numero di questa rubrica si conclude qui. Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate di quest'idea e se è il caso di continuare. Alla prossima!

Andrea Cesana
Classe 1996 e staffer di ZonaWrestling dal 2012. News reporter, reporter, editorialista, blogger e tanto altro ancora...sul sito ho fatto un po' di tutto diciamo. Oltre a parlarne da dietro un computer, per questa disciplina svolgo anche un ruolo attivo, ovvero quello di arbitro in FCW. Al di fuori del pro-wrestling sono un grandissimo tifoso milanista.