Pubblicità

Ragazzi, eccoci qui per il report dell’evento più importante dell’anno riguardo la scena italiana del wrestling: EPW Total Honor!

Lo show si è aperto con un promo di MVP e di Axel Fury in cui il primo ha costretto Fury a rendere vacante il titolo della EPW. Onestamente non ci abbiamo capito molto a causa dei microfoni che rendevano decisamente incomprensibili i promo. In pratica, da quel poco che abbiamo capito MVP ha dichiarato che lo spot di Fury sarebbe stato occupato dal vincitore tra Red Devil e Adrian Severe. Intanto nel ring fa capolino anche Aries che non le manda di certo a dire.

 

Red Devil vs. Adrian Severe

Antonio: Ci voleva un opener per scaldare la folla e così è stato. Devil e Severe si conoscono e si stimano e si vede, mettono su un match da 7 pieno pieno. Near falls molto tirati tra i due con un Devil che si porta a casa il match grazie al suo patentato Devilsault dopo aver schivato un tentativo di Frog Splash di Severe. Davvero i due hanno regalato un grande spettacolo. Promossi. 7+

Andrea: Opener completamente italiano per aprire questa grande serata di wrestling. Devil è uno dei migliori nel panorama del wrestling italiano, mentre Severe, nonostante venga dal Sudtirol, combatte moltissimo in Inghilterra (solo quest’anno ha fatto circa 50 match). Mi aspettavo un bell’incontro e così è stato. Buoni spot e parte finale molto tesa e tirata, con i due che hanno raccontato benissimo la loro voglia di ottenere uno spot nel match per il titolo. Severe è al secondo match qui in Italia e per la seconda volta ha sfoderato un’ottima prestazione, speriamo quindi di non dover aspettare il prossimo show della EPW per rivederlo da noi. L’incontro si conclude con la vittoria del fenomeno Red Devil, grazie al suo Devilsault. 7+

Vincitore: Red Devil

 

No Disqualification Match: Mark Haskins vs. Nathan Cruz

Antonio: Anche qui i due si conoscono bene e si vede, ottima chimica e buoni spot tra i due. Haskins è uno dei miei idoli e già lo avevo visto dal vivo proprio l’anno scorso in uno show EPW. Peccato che le regole NO DQ siano state mal sfruttate con l’uso di una sola sedia. Haskins ha rischiato di farsi male su un Suicide Dive sbattendo al suolo decisamente male, eppure il match è continuato filando via liscio liscio. Haskins vince grazie ad una armbar e mentre Cruz esce viene salutato dai cori “you tap out”. 7.5

Andrea: A differenza di quanto annunciato inizialmente, questo incontro avrà le regole di un NO DQ. Avevo già buone aspettative dall’incontro, ma esse sono state anche superate. Match molto bello e stipulazione gestita benissimo. Belle sia le fasi di wrestling puro e sia quelle hardcore. Haskins tra l’altro ha rischiato moltissimo quando è dovuto andare troppo lungo per un Suicide Dive, impattando quindi completamente sul legno fuori dal ring. I due si conoscono ed infatti sul ring si trovano molto bene, riuscendo a pesare perfettamente l’uso degli oggetti, evitando che il tutto diventasse un abuso di sedie, tavoli e scale. Haskins inferisce quando riesce sul braccio dell’avversario, così che, dopo un finale molto concitato, riesce a farlo cedere con una particolare Armbar. 7/8

Vincitore: Mark Haskins

 

Thea Trinidad vs. Toni Storm vs. Nixon Newell

Antonio: Vi dirò, non voglio dilungarmi troppo sul match femminile, decisamente. Non hanno fatto male e le tre ragazze sono state accolte calorosamente, era scontata la vittoria di Thea (aka Rosita). Chiude Rosita con una powerbomb (meglio eseguita di Cena). 6

Andrea: Stranamente tutte e tre le ragazze, nonostante l’atteggiamento da heel di Toni Storm e Nixon Newell, hanno ricevuto un grosso pop dal pubblico. Nel match troviamo quindi Thea Trinidad (ovvero Rosita in TNA) che incarna la baby face e subisce gli attacchi dalle altre due. Nel complesso non è stato nulla di chissà cosa l’incontro, ma il minutaggio molto breve ha forse evitato che il risultato fosse peggiore. La vittoria va, come molto prevedibile, a Thea, che schiena Nixon grazie ad una Sunset Flip Powerbomb. 6+

Vincitrice: Thea Trinidad

 

Non abbiamo intenzione di dilungarci nel raccontare un siparietto decisamente inutile tra MikeShowSha e Fury quindi diciamo solo che ne è scaturito un match.

Red Scorpion vs. Johnny Bono

Antonio: Mi spiace che Red Scorpion abbia dovuto prestarsi a tutto questo, non sono stati male né lo stesso campione BWT né Bono eppure la presenza di ShowSha mi ha decisamente infastidito. Poco il minutaggio e poca la qualità messa sul ring. Alla sufficienza ci arrivano, per onor di cronaca Fury colpisce Scorpion col pedigree, mentre l’arbitro è distratto, favorendo il pin sul lottatore mascherato. 6

Andrea: Un peccato che la presenza di MikeShowSha e di Axel Fury abbia messo in secondo piano questi due wrestler e disinteressato il pubblico, tra cui anche me, dal match. I due sono due ragazzi che sanno combattere e nonostante non siano due fenomeni al livello di gente come AJ Styles e Christopher Daniels meritavano comunque di più. Probabilmente i due ne hanno infatti risentito e sul ring non si sono trovati benissimo, commettendo anche qualche piccolo errore. Un peccato, ma credo comunque che i due avranno occasione di rifarsi in questa promotion. Finale rocambolesco, che vede l’arbitro distratto e Fury che colpisce Scorpion con un Pedigree, per poi posizionare Bono sopra al wrestler mascherato, così da ottenere un conto di tre. 6

Vincitore: Johnny Bono

 

Ennesimo promo di MVP che nomina Fury come General Manager EPW, si inserisce nel match per il titolo facendolo così diventare un Fatal 4 Way.

 

2 Out Of 3 Falls Match

AJ Styles vs. Christopher Daniels

Antonio: Il match più bello che abbia mai visto dal vivo, il più prestigioso e il più sentito. Vedere Styles e Daniels sullo stesso ring, in Italia, e chi se lo sarebbe mai aspettato?! Non avete idea dei brividi quando è partita Demi Gods (mia theme song preferita ad oggi). Poi Styles che mima il gesto della pistola guardando dritto nell’obiettivo della mia macchina fotografica. I BRIVIDI. Il match è stato bello, bello, bello… ho già detto bello?! Saranno non più giovani ma la classe non invecchia… MAI. I due ci han dato dentro, anche se Styles sembrava un po’ acciaccato. Il primo punto va a Styles con la brevettata Calf Killer. Dopo una fase un po’ statica arriva comunque il pareggio di Daniels col Best Moonsault Ever. 

Da ammirare la voglia di non risparmiarsi in un evento comunque non ai livelli della ROH o della NJPW, eppure davvero un gran match. Styles vince dopo la combo Brainbuster-Styles Clash. E che dire del post match?! I due si abbracciano, sono migliori amici e si vede, poi parte l’omaggio a Dusty Rhodes che fu il primo a pensare di metterli contro sul quadrato, che uomo l’American Dream! 8,5

Andrea: THIS IS WRESTLING…e che wrestling, pazzesco. Grandissimo match, sicuramente uno dei migliori mai visti sul suolo italiano. I due non si sono assolutamente risparmiati, mettendo in mostra praticamente il loro intero repertorio, nonostante Styles avesse qualche acciacco. Incontro gestito davvero benissimo: partenza lenta di studio, con i due che mostrano all’altro di conoscerlo. Il ritmo sale e dopo qualche bello scambio Styles riesce a far cedere Daniels con la Calf Killer. Il prevedibile pareggio di Daniels arriva dopo diversi minuti, con il match che diventa sempre più bello e intenso. E come poteva arrivare l’1-1? Ovviamente con il BME, il Best Moonsault Ever. E poi va beh…dopo di questo l’incontro diventa davvero assurdo; al di la del fattore live, questo match è stato davvero bellissimo, al di sopra di ogni aspettativa. Chi credeva che questi due avrebbero sfoderato una prestazione simile a Frosinone? Credo pochi, o forse nessuno. Comunque dopo sequenze assurde e dopo che sostanzialmente i due hanno sfoderato tutte le loro trademark moves, l’incontro arriva al momento conclusivo, con il Phenomenal One che ottiene la vittoria colpendo The Fallen Angel con la sua classica Styles Clash.

Uno dei migliori match di AJ in quest’annata, inferiore solo a quelli con Hiroshi Tanahashi, Will Ospreay, Kota Ibushi e Marty Scurll. Molto bello anche il post match, con il classico promo di ringraziamento e il ricordo a Dusty Rhodes. 8+

Vincitore: AJ Styles

 

EPW Championship Match:

Austin Aries vs. Red Devil vs. MVP vs. Eddie Edwards

Antonio: Che accoglienza per i quattro, anche se, a mia sorpresa, è Eddie Edwards a beccarsi la maggiore ovazione del pubblico. Che esperienza per Red Devil, il match più importante della carriera, in assoluto, contro 3 performer incredibili. Match decisamente piacevole che ha visto ottimi spot, la Plancha di Aries, il Devil Sault verso l’esterno del ring che abbatte 5 uomini, il superplex su Red Devil da parte di Edwards e Aries.

Peccato solo per un finale rovinato da un timekeeper che sbaglia, non suona la campanella al tre dell’arbitro, generando confusione nel pubblico. In ogni caso il campione è Austin Aries! 7,5

 

Andrea: Eccoci con il main event, che vede tra i protagonisti anche l’italiano Red Devil, che pronosticavo prima dell’incontro come vincitore. Il match a me è piaciuto abbastanza, bel ritmo, spot belli, nessun momento di noia…come Fatal 4 Way è andato davvero molto bene. Niente di trascendentale eh, ma comunque un match molto godibile e ben gestito. L’unica pecca forse è che i wrestler non hanno potuto esprimersi al meglio, ma comunque in un match a più uomini è anche normale. Andava tutto bene, fino a quando AA colpisce Devil con la Brainbuster…1,2..3!

Non suona la campanella, non parte la musica e Aries sembra addirittura arrabbiato per aver vinto: nessuno capisce cosa sta succedendo. MVP prende la cintura e va via con Fury e Johnny Bono, allora Austin prende un microfono e tiene un promo. Non ho capito precisamente quello che ha detto, ma comunque sembrava come se Aries non si considerasse campione e volesse vincere nuovamente il titolo. Scatta poi un rissone tra i face e gli heel che continua anche bel backstage. Nessuno ha davvero capito cosa sia successo, ma Styles dopo poco tempo è uscito, si è diretto verso il tavolo di commento ed ha detto che Austin Aries è il nuovo campione EPW e che lui vuole sfidarlo nel prossimo show. Tutti gli addetti ai lavori hanno confermato che il finale doveva essere quello, e che Aries era arrabbiato solo perché il gong e la theme song non sono stati suonati al momento giusto, così da rovinare la sua celebrazione. 7+

 

Vincitore e nuovo campione EPW: Austin Aries

 

 

Ragazzi siamo decisamente contenti dello show EPW, ma vogliamo mettere in chiaro una cosa, subito, per tenere il “dulcis in fundo”. Probabilmente lo show non è stato organizzato ottimamente, gli addetti non erano ben preparati e qualcuno ha avuto problemi di posti. In più c’è stato qualche errore da parte degli addetti al ring, il timekeeper ha generato la confusione del Main Event finale non suonando la campanella, mentre sull’1-1 di Daniels è partita la musica di Styles ed è stato annunciato vincitore erroneamente. La disorganizzazione è stata anche sui VIP PASS e sugli accrediti giornalistici, cosa che comunque non ha fermato noi di ZW che abbiamo pagato il biglietto di prima fila supportando la EPW “in toto”. Vogliamo anche elogiare la federazione per l’incremento della sicurezza a bordoring e delle barriere contenitive che hanno impedito la solita furia dei bambini italiani.

 

Antonio: Passo avanti per la EPW rispetto allo show dello scorso inverno, anche perché i nomi erano di tutta un’altra pasta. L’atmosfera era molto bella, davvero, tutti felici e decisi a godersi uno show che si preannunciava entusiasmante fin dall’inizio della serata. Davvero complimenti alla EPW per lo sforzo, sarò loro grato in eterno per sempre per avermi fatto vedere e conoscere 3 dei miei wrestler preferiti, Styles, Daniels ed Aries. Mi sentivo come un bambino quando scarta i pacchi la mattina di Natale. Ho conosciuto ragazzi con cui avevo parlato solo su FB e un saluto particolare ad Andrea, che avevo visto di persona solo una volta e quasi di sfuggita 2 anni fa allo show WWE a Torino. Un saluto anche ad Alessandro Tulelli, Andrea Tagliabue, Mattia e Marco Simeoni, e molti altri! Voto all'evento: 7/8

 

Andrea: Lo show mi è piaciuto parecchio, sia per la qualità e sia perché vedere certi wrestler dal vivo è una grandissima emozione. Ma la cosa più bella di questi eventi è il poter incontrare persone che abitano magari lontanissimo da te e che conosci solamente via internet. Soprattutto stai a contatto per qualche ora con persone che condividono la tua stessa passione. Grazie quindi a tutte le persone con le quali ho condiviso questa esperienza, soprattutto Antonio, con il quale ho passato buona parte del pre show e tutto lo show. Grazie anche alla EPW, sperando che nonostante la probabile grossa perdita di soldi investiti continui ad organizzare questi bellissimi eventi. Voto all'evento: 7,5

 

Vogliamo rinnovare i nostri complimenti alla EPW, per il grande sforzo economico sostenuto e per i bei ricordi che ci porteremo sempre dentro dopo questa splendida serata! Abbiamo partecipato al meet&greet conoscendo tutti gli atleti americani che sono stati disponibilissimi per autografi e foto!

 

Speriamo che l'esperienza si possa ripetere, visto che a fine serata AJ Styles ha sfidato Austin Aries per il titolo EPW! Nel caso vogliate vedere tutte le foto da noi scattate vi basta cliccare QUI e mettere mi piace!

 

#supportitalianwrestling!

 

 

 

Antonio
Fan delle indy e appassionato WWE fin da Wrestlemania XX. Estimatore dei wrestler tecnici ed innamorato di Aj Styles e Shinsuke Nakamura. Editorialista e recensore per Zonawrestling.net, traduttore freelance e nerd a tempo indeterminato.