Che il wrestling europeo stia vivendo un periodo d’oro, penso sia chiaro a tutti ormai.
Non solo il livello degli show si è alzato notevolmente, ma anche i singoli atleti continuano a migliorare e a contribuire alla crescita del movimento, mentre solo qualche anno fa ricevevano pochi booking, lottando per platee ben diverse da quelle attuali.
A conferma di ciò c’è il grande interesse mostrato da federazioni di tutto il globo, a partire dagli Stati Uniti con PWG ed EVOLVE in prima linea, passando per l’Australia, dove Jimmy Havoc ha riscosso successo in occasione di alcuni booking, fino ad arrivare in Giappone con l’approdo di Will Ospreay in NJPW.

Pubblicità

Come se non bastasse con l’annuncio del Global Cruiserweight Series, anche la WWE è pronta a portare i talenti europei sui propri ring.
Una delle notizie arrivate sulla bocca di tutti è stata proprio la decisione della federazione di Stamford di affidare alcuni match di qualificazione sia alla PROGRESS che alla Revolution Pro Wrestling, rispettivamente due match e un match.

I due match di qualificazione che avranno luogo in PROGRESS si terranno questa domenica, 24 aprile in occasione di ‘Chapter 29: Practically Progress In Every Way’ e a scontrarsi saranno Zack Sabre Jr. contro Morgan Webster, e Jack Gallagher contro Pete Dunne.
A conti fatti possiamo dire che nella competizione a 32 partecipanti avremo un minimo di quattro atleti inglesi, considerando che Noam Dar è già stato annunciato come partecipante, senza dover ricorrere ad alcun match di qualificazione così come potrebbe verificarsi con altri atleti.

Photo credit: WWE/Scott Finkelstein/Rob Brazier

Entrando nello specifico tutti e quattro i contendenti meriterebbero un posto nella competizione dopo quanto visto nel corso dell’ultimo anno, con l’affermazione di Zack Sabre Jr. a livello globale, la maturazione si fisica che di stile di Pete Dunne e Morgan Webster, e con le prestazioni di Jack Gallagher mai scadenti.

Un eventuale entrata di Sabre nel torneo sarebbe più che meritata, visto il suo calibro e soprattutto la possibilità di qualche incrocio da dream match nel corso della competizione, anche se vedere Morgan Webster confrontarsi con altri atleti in WWE sarebbe senza dubbio una gran cosa, senza contare che tra i due chi necessiterebbe di maggior pubblicità è proprio il gallese, visto il vasto consenso ottenuto da Sabre che l’ha portato addirittura a diventare campione in PWG.
Alla fine molto probabilmente a spuntarla sarà proprio Zack, che inizialmente era stato annunciato insieme a Noam Dar come partecipante diretto alla competizione, visto che un passaggio del turno di Webster, seguito dall’inserimento nel torneo da parte di Sabre risulterebbe aver poco senso.

Il secondo match in questione invece appare molto più imprevedibile, visto che i due hanno lo stesso “status”, rispetto al match precedente.
Un passaggio del turno di Pete Dunne sarebbe un ottimo premio dopo l’evoluzione di quest’ultimo, avvenuta non solo sul piano fisico ma anche a livello di moveset e di prestazioni, non a caso la Rev-Pro ha deciso di affidargli il titolo Cruiserweight.
Per quanto riguarda Gallagher sarebbe senza dubbio interessante vederlo in azione contro avversari con un stile analogo (Drew Gulak e Timothy Thatcher solo per citarne alcuni), ma personalmente vedo più lanciato Dunne per partecipare al torneo, magari a contrapporre Gallagher con Gulak/Thathcher ci penserà l’EVOLVE.

In una delle passate edizioni di European Vacation, il sottoscritto aveva ideato una lista dei possibili partecipanti al WWE Global Cruiserweight Series e ben quattro su sei sono stati coinvolti almeno nei match di qualificazione (Dar, Sabre, Dunne e Webster), i restanti due erano Ospreay e Scurll: il primo ha ormai un accordo con la NJPW e quindi una sua apparizione nel torneo è quasi impossibile; si può dire infatti che qui la New Japan abbia fatto prima della WWE ad accaparrarsi il giovane talento di Essex.
Per Scurll invece magari ci penserà la Rev-Pro ad inserirlo nel match di qualificazione, magari contrapponendolo a Josh Bodom o Mark Haskins, anche loro meritevoli almeno di un posto nei match di qualificazione.

Anche per oggi European Vacation volge al termine, l’appuntamento è fissato la prossima settimana, dove saremo a conoscenza di altri due nomi del torneo indetto dalla WWE che vedrà prender parte i migliori pesi leggeri di tutto il globo.
E chissà magari sarà proprio uno degli europei a portare a casa il trofeo..

#SupportIndyWrestling #TeamEurope

Photo Credit: Rob Brazier Photo

Nato nel 1999, ho cominciato a seguire la disciplina nel boom della WWE in Italia. Da un paio di anni seguo assiduamente le federazioni indipendenti, con particolare attenzione a quelle europee. #supportindywrestling