In & Out. Per uno che va, uno che viene ??? Sostituire o no Seth Rollins ??? Ipotesi e teorie dei possibili scenari dello Shield.

Pubblicità

Con il tradimento di Seth Rollins il mitico e inossidabile trio dello Shield si è tramutato in duo. A reggere le sorti della stable ci sono Dean Ambrose e Romain Reigns ma come direbbe Antonio Lubrano "la domanda sorge spontanea"…Ci sarà o no un rimpiazzo?
Prima dello Shield ci sono state una marea di formazioni che nel corso degli anni hanno subito dei cambiamenti passando dalle rivoluzioni più totali alle scissioni con addii e nuovi ingressi. Che sia prima o dopo, la fase di rinnovamento diventa imprescindibile, così come dimostrano due esempi lampanti, D-Generation X e New World Order. Naturalmente qualcuno potrà non aver ben accolto il voltafaccia di Rollins visto che dopo gli ultimi due successi a discapito dell'Evolution, il trio a distanza di un anno e mezzo stava ancora cavalcando l'onda come solo il miglior surfista al mondo sa fare, garantendo un presente e un futuro immediato di pura certezza. Ma azionare la bomba nel momento meno attendibile ha colpito nel segno garantendo allo stesso modo un proseguo con numerosi scenari.

Ambrose & Reigns potrebbero aver bisogno di qualche rinforzo? NO
In un discorso principalmente storyline, vedere i due giovani leoni affrontare l'Evolution con ex di turno annesso è più che ragionevole. Una battaglia con Dean e Roman affamati di vendetta contro Triple H, Orton e Rollins, con quest'ultimo nella nuova veste dell'impassibile scudiero che ha tradito i suoi compari per allearsi con il nemico di sempre. Inoltre una sfida numericamente impari (3vs2) aumenterà il livello di sfida che il duo dello Shield sarà chiamato ad affrontare e che in caso di vittoria consegnerebbe nelle lori mani un notevole e quanto mai imponente prestigio. D'altronde il boss è da sempre riconosciuto come colui che ha sempre una pedina in più dell'avversario, pronto a usufruire delle sue più nascoste risorse per ottenere il successo finale. Per avvalorare il no c'è da dire che la divisione avvenuta nell'indomani di Payback può essere stato l'inizio della fine della stable. Calcolando le voci di corridoio, le tesi esposte e un Roman Reigns in odore di grande push come singolo, lasciare il duo al loro destino appare come la scelta più razionale, il che non significa che lo Shield debba cessare di vivere ma iniziare un nuovo corso che vede i due ragazzi proseguire per la propria strada con la promessa di guardarsi le spalle vicenda per tornare a lottare fianco a fianco nel momento del bisogno.

Ambrose & Reigns potrebbero aver bisogno di qualche rinforzo? SI
HBK, HHH, Chyna oppure Nash, Hall, Hogan. Le formazioni originali non sono replicabili ma con un degno sostituto si può tentare di creare una nuova versione delle Hounds Of Justice che sia diversa ma nello stesso tempo valida e soddisfacente. Nel roster della WWE c'è amplia scelta da cui pescare e l'importante sarà pescare bene. Attualmente il nome che va più di moda è quello di Daniel Bryan che per una certa logica rientra nelle scelte più plausibili. La faida avuta con l'Authority, Triple H in primis e Stephanie McMahon in secundis, e il triple threat match di Wrestlemania che lo portò inevitabilmente a scontrarsi con Randy Orton, sono dei voti a favore della sua nomina senza contare che nello stesso periodo tra il campione del mondo e lo Shield ci fu un unione delle forze per fronteggiare il nemico (condito da Kane e i New Age Outlaws). Le basi ci sono così come i presupposti considerando che un DB nei panni del ragazzo deciso che lotta con rabbia e furore sono già parte integrante del proprio character.
Rimanendo in ambito main roster la fed avrebbe l'occasione giusta per rilanciare uno dei tanti wrestler che non stanno trascorrendo un buon momento con all'attivo quasi solo sconfitte e/o assenza nei ppv. Tra i tanti come non poter citare Dolph Ziggler, reduce tra l'altro di un incontro di alta qualità contro Rollins a Smackdown. Il wrestler ha più volte espresso il suo malcontento per come è gestito e per come è stato retrocesso passando da World Heavyweight Champion a semplice comparsa. Durante gli ultimi mesi non ha mai nascosto la delusione per tutto ciò che riguarda la sua attuale carriera e quindi in ottica storyline un suo ingresso ci calza a pennello. La candidatura di Dolph trova inoltre un altro punto a sua favore grazie alle attitudini per certi versi molto simili a Seth Rollins. Le doti atletiche, le mosse da funambolo e quell'essere sprizzante del pericolo sono tutte prove concrete per superare l'esame a pieni voti.
Il posto lasciato vacante da Rollins potrebbe venire essere occupato non solo dalle superstar di Raw e Smackdown ma bensì anche dalle nuove leve che stanno portando NXT a livelli superlativi. Tenendo conto che lo Shield è sbarcato nelle scene direttamente da NXT, non è un reato pensare che Mister X sia già stato prelevato dal posto in cui viene costruito il futuro.
Sami Zayn? La superstar che in tempi brevi ha conquistato e ottenuto i giusti elogi, potrebbe fare al caso e lasciare lo show senza dover passare obbligatoriamente dal massimo alloro. Atleta formatosi nelle indy (come Seth Rollins) ed ex wrestler della Ring Of Honor (come Seth Rollins). Un cambio di guardia adeguato.
Adrian Neville? A vederlo non sembra essere carente di alcuna qualità per entrare nello Shield. Ad occhi e croce ricorda Seth Rollins e di conseguenza potrà dire la sua. Come detto per Samy Zayn, il campione di NXT presenta uno stile che l'ex Tyler Black ci ha fatto apprezzare.
Entrambi i ragazzi possono contare una gran bella fetta di sostenitori e l'ingresso nella stable aiuterà loro ad affinare carisma e mic skill.

La federazione è di fronte ad un bivio con due strade accessibili. Entrambe le vie portano all'uscita. Non resta che scegliere con criterio affinché lo Shield continui a vivere per sempre, con o senza wrestler.