Pubblicità

La figura, o addirittura l'arte di fare o di recitare la parte del manager, è raramente insegnata nel wrestling, tuttavia per Enzo Amore mi sento di poter affermare che potrebbe essere il prossimo grande manager sfornato dalla WWE.

Le sue abilità sul ring sono discrete, buone come tecnica e come atletismo, ma lui ha tipicamente il look ed i tratti somatici di alcuni grandi manager del passato che sono arrivati fino alla Hall of Fame. Tempi comici, carisma, presenza scenica, il suo character è perfetto per il ruolo del manager.

Se paragoniamo Amore con Neville sul ring, sarebbe come mettere in paragone uno chef stellato con il classico “abusivo” fuori dallo stadio.

Amore ha un talento speciale, una sorta di “it factor”, ma da manager, non da lottatore.

 

Amore è il classico personaggio che ami per la stravaganza. Testa rasata e leopardata, abbondanti tatuaggi, un wrestler piccolo, normo-dotato in un modo di giganti e bestioni.

Però quando brandisce un microfono, ti impressiona. La mimica facciale è splendida, le sue arringhe sono vigorose, accompagnate da tanti modi di dire e catch phrase che esaltano e indiavolano il pubblico.

 

La WWE lo deve iniziare a proporre come manager perchè è difficile che possa andare over come lottatore, è difficile “venderlo” al meglio come wrestler, c'è il concreto rischio che diventi come Santino Marella. Da manager può esaltarsi.

Ma quali caratteristiche riporta Enzo Amore alla memoria dei grandi manager del passato?

 

Per esempio, Bobby “The Brain” Heenan è stato uno dei più divertenti manager della storia della compagnia, vederlo nelle condizioni in cui versa oggi, fa male al cuore.

Tanta comicità, battute, capacità di improvvisazioni, eccellenza ed abilità di andare sotto pelle alla gente, aizzandola o provocandola a seconda del ruolo.

 

E' raro trovare un talento comico nel mondo del wrestling, troppo serioso per fare del comedy, la WWE non è proprio il posto migliore per trovare talenti ironici e comici in quanto la federazione cerca di trovare sempre gli atleti migliori nel mondo. Non ci sarà ovviamente un altro Heenan nella storia della WWE, ma Amore ha le abilità per avvicinarsi e far ridere il pubblico come faceva l'ex manager di Andrè the Giant e Mr. Perfect.

 

Le parole di Amore al microfono sono sempre brillanti, strappa un sorriso, quando venne sconfitto per la prima volta in coppia con Colin Cassady, emerse il suo talento comico nel backstage.

Cassady è allo stesso modo divertente, ma Amore è chiaramente uno star più grande. Il suo inglese è talvolta spettacolare.

Il comedy spesso fallisce, in WWE o altrove, ma il lavoro di Amore è formato su basi solide. Se fosse messo in un segmento, parlando dei suoi sandwich e tacos, allora potrebbe intrattenere parecchio e la WWE non dovrebbe nemmeno sforzarsi più di tanto per mandarlo over.

 

Parlando di talenti contemporanei, Amore potrebbe avere qualche segno in comune con Paul Heyman? Viscido, carismatico, completamente in controllo del microfono senza fatica, Heyman è in go-to-guy della WWE fra i manager. Ha saputo vendere Brock Lesnar come campione part-time, ha reso credibile per un breve periodo un personaggio inutile come Curtis Axel.

Un burattinaio fantastico, di diritto da considerare come uno dei più grandi manager della storia del business, se non il migliore.

 

Amore ovviamente ha uno stile completamente differente rispetto a Paul Heyman, ma è similare come talento, come capacità di intrattenere e arringare la folla, come naturalezza nel parlare davanti ad una folla in attesa di qualcosa da ricordare. Amore ha la capacità di tenere in pugno la folla, di mantenere alta l'attenzione quando parla.

Garantisce elettricità e la WWE ha terribilmente bisogno di momenti del genere.

Per esempio, quando tornò dopo il serio infortunio alla gamba, il suo promo fu un misto fantastico tra rabbia e comedy, ne ve fuori un intervento straordinario.

Quel promo era roba migliore di molti promo che si vedono al momento nel main roster WWE.

Consideriamo anche l'età. Amore ha solo 27 anni, con la dovuta esperienza, può migliorare e diventare uno dei grandi manager-avvocati della storia WWE.

 

Il wrestling è basato sui personaggi. Lottatori talentuosi non hanno trovato posto al top proprio per un personaggio poco accattivante. Questo problema non esisteva per Captain Lou Albano.

Dimenticabile come lottatore, straordinario e sopra le righe come manager.

 

Ha sempre lasciato un segno, soprattutto fuori dal circuito WWE.

Barba grigia, camice hawaiane, occhi da matto, lasciò un grande impatto fin dal primo momento.

Questo è quello che dovrebbe fare la WWE quando esporrà Amore alla grande audience, al main stream. Il suo assurdo personaggio potrebbe essere unico come fu Albano tempo fa.

L'energia non gli manca così come l'Hall of Famer Albano e la sua personalità è strabordante.

 

Insomma, qualche fiche o chip su Amore in questo ruolo, io le spenderei se fossi la WWE.

La WWE non ha ancora preso una decisione al riguardo, è titubante, magari è lo stesso lottatore non convinto di questo passo, ma io sono dell'idea che questo personaggio border-line va bene ad NXT, ma nel main roster, Amore dovrà specializzarsi e come wrestler ha poco da dire e farebbe poco strada.

Tutto il contrario di quanto farebbe da manager dove fiorirebbe ed esploderebbe, garantendosi una buona carriera nella federazione di McMahon.

 

E' tutto, alla prossima!

MarcoManiac83
Il più "storico" di Zona Wrestling, grandissimo appassionato di basket NBA e fan UFC, ancora oggi in cerca dell'Eldorado. Festeggia quest'anno i 10 anni di collaborazione con ZW...oh my brother, testifyyyyy!