La 6 volte campionessa KnockOuts, Gail Kim è stata intervistata dall’ex writer WWE Kevin Eck rivelando alcuni dettagli riguardanti il suo rilascio avvenuto nel 2011.

Pubblicità

Durante l’intervista l’atleta canadese ha rivelato che Vince McMahon a quell’epoca era totalmente contrario a promuovere più del dovuto il wrestling femminile, affermando più volte che ”nessuno vuole vedere delle ragazze lottare come uomini”. Non sentendosi presa in considerazione, Gail Kim si autoeliminò durante una battle royal e subito dopo chiese l’immediato rilascio.

”Non mi va di fare nomi, quindi non dirò quale road agent ci dava certe indicazioni, ma vi posso dire per certo che a Vince fregava ben poco della categoria femminile. Ricordo un match che ebbi con Jillian Hall in una puntata di Superstars, ci diedero 7 minuti invece che i soliti 3 o 4, quindi per noi era come se lottassimo in un pay-per-view, eravamo molto emozionate e stavamo cercando di organizzare il match nel miglior modo possibile, volevamo far bene e avevamo una buona alchimia. Proponemmo di fare un superplex dalla terza corda e il road agent, che per correttezza non voglio nominare, ci disse che potevamo farlo e che si sarebbe preso lui la colpa, anche se sapevamo bene che Vince non avrebbe apprezzato quella mossa.”

Cosa ne pensi del Money In The Bank femminile? ”E’ un bel traguardo. Onestamente credo che Triple H abbia fatto veramente tanto per noi ragazze, ha iniziato tutto da NXT con le Four Horsewomen ed è riuscito a cambiare l’ottica con cui veniamo viste noi lottatrici. Quando chiesi il rilascio mi disse ”Sei talentuosa, non lasciare che nessuno ti dica che non lo sei”, mi sono sentita orgogliosa di quelle parole, lui sì che rispetta il wrestling femminile.”