Ci facciamo un giro in Emilia quest'oggi. Da poco la WIVA è tornata a proporre show dopo un restyiling niente male ed ha avuto l'occasione di incoronare un nuovo campione. Oggi perciò è con noi il WIVA Champion DOMENICO DINAMITE. 

Alto 1.80 per 75 kg, Domenico ha sbaragliato la concorrenza agguerrita del precedente campione Turbo e del rientrante Ape Atomica in un match dai mille risvolti che ha permesso ai Cavalieri Neri di imperversare e scoprire tra i suoi membri Saetta, fratello di Turbo. Non si pensi che la vittoria sia stata solo grazie a questa interferenza poiché Dinamite ha sfoderato tutte le sue armi per riuscire ad uscire con la cintura alla vita.  
 
Quando hai iniziato a fare wrestling e cosa ti ha convinto? 
Ho iniziato a fare wrestling nell'aprile del 2012, e la cosa che mi ha convinto é stata la voglia sin da bambino di poter fare questo sport esaltante e combattutissimo fino all'ultimo!
 
Come hai scelto la tua gimmick e perché? 
Ho scelto questa gimmick perché secondo me raffigura il mio personaggio nel miglior modo possibile: un giovane atleta agile, veloce, esplosivo, e molto opportunista!
 
Quando è stato il tuo debutto? Cosa ricordi e contro chi eri? 
Il mio debutto é stato nell'evento Wiva Massimo Impatto, contro ciro friariello.. ricordo che ero molto teso, ma quando arrivò il momento di salire sul ring tutta la tensione si disperse, e sono riuscito a dare il meglio di me, anche se quel match lo persi per colpa dell'inesperienza
 
Come è stata recepita dalla tua famiglia e dai tuoi amici la voglia di diventare wrestler? 
Dai miei amici è stata recepita molto bene, e sono felici che faccia questo sport perché sanno che è la mia vera passione e che ci tengo molto a ciò che faccio. Dai miei famigliari invece un po meno, perché si preoccupano molto per me, ma mi hanno lasciato comunque libera scelta nel praticarlo
 
Come vedi il panorama italiano attuale? Quali i pregi e quali i difetti?
Il panorama italiano è ancora molto in via di sviluppo, e il wrestling é una disciplina nuova in confronto alle altre ben solide come la box o molti altri sport da combattimento, i pregi sono che ora si sta dando molto spazio ai giovani, e sono aumentati molto quelli con la voglia di approdare in un ring da wrestling. I difetti sono che quasi tutte le federazioni si danno battaglia e si gettano fango addosso per nulla, invece di cercare di collaborare e offrire un prodotto buono che piaccia al pubblico.
 
Chi ti piacerebbe sfidare tra atleti italiani e stranieri, e perché? 
Atleti italiani che fino ad oggi non ho mai affrontato e che mi piacerebbe affrontare sono senza ombra di dubbio Pietro Shock perché é stato il modello da cui ho preso esempio nei match, nel suo stile che mi piace un sacco come lottatore perché é molto carismatico e coinvolgente, Ape Atomica perché é uno dei migliori che ci sia nel panorama italiano, Alex Gory perché é una grande promessa del wrestling italiano e penso che possa avere un ottima carriera in futuro. Mentre atleti stranieri mi piacerebbe molto lottare contro Sid Scala o Greg Burridge che reputo due ottimi atleti britannici
 
Dove ti vedi tra qualche anno? Quali sono i tuoi obiettivi da wrestler? 
Il mio obbiettivo da wrestler è arrivare il più lontano possibile e essere ricordato in questa disciplina, mi piacerebbe molto andare a lottare all'estero se troverò l'opportunità di farlo
 
Hai da poco vinto il titolo WIVA in un difficilissimo match. Ci racconti cosa hai vissuto e sentito durante e dopo il match? Cosa ti aspetti da questo regno? 
Una sensazione unica! È davvero bello per me questo momento, io e il mio rivale Turbo abbiamo disputato davvero un bel match, con un sacco di legnate, durante tutto l'incontro sentivo un adrenalina pazzesca e alla fine dell'incontro ero veramente provato per il match disputato solo un paio di ore dopo realizzai cosa era accaduto e che ero diventato Campione Italiano della Wiva. Con questo regno dimostrerò come i giovani possano influire nel wrestling e di come si stia evolvendo il wrestling grazie alle giovani promesse
 
Cosa consigli a chi vuol fare wrestling?
A chi vuol far wrestling gli consiglio di informarsi innanzitutto per il polo più vicino per poter cominciare gli allenamenti, avere tanta determinazione e credere sempre in ciò che si fa, solo cosi si possono avere dei buoni risultati in questo sport! 
 
 
Se volete vedere Domenico sul ring, l'appuntamento è per lo show della WIVA "Massimo Impatto! del 28 novembre che si terrà a Reggio Emilia: una occasione per vedere del wrestling dal vivo e divertirsi in compagnia e con la famiglia. Per chi fosse interessato a pratcare wrestling, potrebbe parlare direttamente il 28 novembre con la dirigenza Wiva per cominciare ad allenarsi. 
Corey
Dal 2007 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia e Coppa dei Campioni. Attualmente coordinatore ad interim del sito.