I riflettori oggi li poniamo su AJ Styles e Nakamura, due atleti talentuosi che nelle ultime settimane stanno vivendo delle belle novità sulla loro pelle, vediamole insieme.

Pubblicità

Il percorso di AJ Styles con Wrestemania 33 sembra aver raggiunto un nuovo fase: se il suo cammino in WWE era iniziato da beniamino del pubblico fallendo prima contro Y2J e poi nell’assalto al titolo, ha poi proseguito ottimamente da heel divenendo campione del mondo e mantenendo l’alloro per tanti mesi, ma il successivo scontro contro Shane sembra aver modificato nuovamente le caratteristiche del personaggio interpretato.

Parto dicendo che ho storto il naso nel veder nascere il feud tra lui e il figlio di Vince, non tanto perché credessi che i due non sarebbero stati in grado di disputare un bel match, quanto per il fatto che un gioiellino come AJ avrei preferito vederlo all’opera in un feud contro un wrestler “vero”. Dopo averlo visto dominare così a lungo a Smackdown pensavo meritasse di arrivare campione allo special event più importante dell’anno, a maggior ragione ritenendo che la rivalità tra Wyatt e Orton non avesse bisogno di una cintura di mezzo avendo già una storia personale in atto.

Battere Shane non può essere considerata un’impresa per un wrestler, per cui Styles aveva tutto da perdere in un incontro che in palio non aveva nulla (nessuno ha creduto un secondo all’ipotesi licenziamento). Ad ogni modo il match si è disputato, AJ ha fatto registrare la sua prima vittoria a Wrestlemania, ma soprattutto rispetto alle attese c’è stato un effettivo cambiamento derivante dalla faida. Dopo essersi lamentato spesso di non avere la giusta considerazione ora sembra esserci una sorta di pace tra lui e Shane, con il Phenomal che si è detto intenzionato a rimanere nello show blu (cosa confermata dal suo mancato shakeup). Potremmo parlare di una sorta di turn face, ma nel caso di Style è difficile esprimersi in questi termini: per quanto si sia sforzato di farsi odiare il pubblico si è dimostrato troppo innamorato di lui per fingere di odiarlo. E’ sempre risultato come il più tifato nonostante in teoria nei suoi feud abbia interpretato l’heel.

Il cambiamento penso consisterà semplicemente nello smettere di lamentarsi, per il resto continuerà a considerarsi il migliore sfornando match di alto livello per confermare la sua tesi. Nella puntata di questa settimana lo abbiamo visto aggiudicarsi la title shot per il titolo degli Stati Uniti contro l’appena draftato Kevin Owens. Dopo aver lottato per tanti mesi per i titoli mondiali per entrambi i wrestler sembrerebbe un passo indietro combattere ora per un titolo secondario. Tuttavia considero normale che dopo un po’ di tempo con la cintura massima alla vita certi lottatori ne vengano allontanati, l’importante è che la nuova rivalità sia divertente e ben combattuta e visti i protagonisti non ho dubbi che sapranno mantenere le promesse.

Un altro nuovo ingresso, direttamente da NXT, è stato quello di Nakamura. Nell’articolo della scorsa settimana ritenevo The Miz come il suo avversario ideale: la sua bravura al microfono avrebbe ridotto al minimo i promo del giapponese che per infiammare il pubblico ha bisogno soprattutto di sfogarsi in ring (entrata compresa). Ma come sospettavo il marito di Maryse è passato a Raw, per cui si è dovuto ricorrere a un altro wrestler. Il prescelto sembra essere Ziggler che martedì ha assaggiato i primi colpi di Shinsuke. Dalla scelta del biondo credo si possa trarre qualche prima osservazione sul percorso che intendono far intraprendere l’orientale. Rispetto ad esempio a Balor gli si vuole concedere più tempo prima di essere mandato su certi palcoscenici: a Smackdown ci sarà meno da sgomitare rispetto a Raw, inoltre gli viene concesso un primo feud d’ambientamento contro un avversario che quasi sicuramente gli jobberà più volte e con cui le possibilità di bei match sono molto alte.

E’ una rivalità che non regalerà promo indimenticabili, ma che pur lontana da titoli aiuterà a far conoscere il giapponese a chi non ha seguito NXT e farli innamorare di lui grazie alla qualità degli incontri che i due metteranno in mostra. Mi sento di promuovere la scelta dell’ex Spirit Squad, lui stesso pur perdendo immagino sia contento di trovarsi contro Shinsuke piuttosto che con Apollo e Kalisto come accaduto nel recente passato.

Quanto alle possibilità per Nakamura di far bene nei roster principali direi che possiamo essere ragionevolmente ottimisti. Fin dall’inizio della theme song il pubblico impazzisce, al microfono non ha quasi bisogno di parlare con le arene che urlano il suo nome e intonano la sua canzone, senza dimenticare che con la WWE ben intenzionata a monetizzare sul suolo giapponese farà di tutto per non farlo passare come un Kung Funaki qualsiasi. Ci sono poi tanti casi di wrestler talentuosi che si sono persi lungo il cammino, ma visto anche il trend di questi ultimi anni di valorizzare atleti già famosi fuori dalla WWE voglio allontanare ogni pensiero negativo.

E voi siete contenti del prossimo feud tra AJ e Owens o ritenete che i due debbano combattere per obiettivi maggiori del titolo degli Stati Uniti? Ziggler può essere l’avversario giusto per far ambientare Nakamura? Siete ottimisti o no per il suo cammino negli show principali? Ad ogni modo io non vedo l’ora che le strade dei due si incrocino per la prima volta in un ring WWE.

Sergedge – EH4L

Sergedge
Rievocato durante una seduta spiritica è tornato a infestare il sito di Zona Wrestling con l'ardore di un tempo. Per la serie l'erba cattiva non muore mai.