Pubblicità

Ladies and gentlemen please, would you bring your attention to me?

Benvenuti signore e signori a questa nuova review! Stavolte si tratta di “History of WWE – 50 Years of Sport Entertainment”.

La cover del blu ray si presenta bene, col colore oro dominante e la qualità video ed audio sono perfette, i match presenti nel blu ray sono davvero bellissimi e significativi, in più come bonus match per il blu ray c'è Undertaker vs Shawn Michales di Wrestlemania 25, davvero un ottimo incontro.

Ma partiamo subito!

Il blu ray si apre con Vince McMahon che si reca nei suoi uffici di Stanford. Il logo WWE campeggia ovunque e ci sono video persino nell’ascensore. Anno 2013 e la WWE è il primo brand di wrestling al mondo. Breve carrellata dei momenti più belli della storia!

La famiglia McMahon nel 1882 comincia come promoter di boxe e nel 1920, Vince senior viene promosso a matchmaker. Nel 1950 Vince James è il promoter più famoso nella costa est con la Capitol Wrestling Federation. Uno dei primi a cominciare a credere nella TV, trasmettendo da Washington. Thursday night, live. Breve carrellata ancora una volta, ma stavolta sulle caratteristiche e l’onesta di Vince senior, da parte di Ken Patera, George Steele, Blackjack Mulligan, Strongbow. Negli anni’60 si decide di cambiare nome in WWWF, Vince sceglie l’ex campione NWA, Buddy Rodgers ma nel 1963 il regno volge al termine con l’avvento di Bruno Sammartino al Madison Square Garden. Con questa mossa Vince senior decide di separarsi dalla NWA. Sammartino si chiedeva se fosse quello giusto, ma dopo quella notte capì che era il momento giusto, era perfetto, era pieno di italiani nel nord est. Campione in due occasioni e un regno combinato di 11 anni. Quasi 200 sold out al Madison Square Garden. La WWWF cominciava ad acquistare importanza. All’epoca chi combatteva in WWWF era sempre in prima pagina di ogni singola rivista di wrestling negli USA. Bruno perde il titolo nel 1977 contro Superstar Billy Graham. Nel 1978 il titolo passa a Bob Backlund che diventa il nuovo volto della WWWF, andando incontro alle nuove generazioni. Ennesima carrellata di talenti made in WWWF fino ad arrivare ad Andre The Giant, the next big thing. La più grande attrazione fino ad Hulk Hogan. La freschezza del prodotto comincia ad attirare grandi personaggi come Mohammed Alì.

Vince jr riesce ad ottenere un contratto TV e comincia ad apportare modifiche al prodotto. Crede nelle infinite potenzialità del wrestling. Troppi territori in USA, ognuna con un suo programma ma Vince vuole una piattaforma nazionale. Vince decide di competere con ogni programma televisivo perché sapeva di poterli battere e sfida ogni territorio, uno ad uno. Vince diceva a tutti di volerli comprare ma ognuno rifiutava finendo per fallire perdendo la guerra contro i McMahon. La WWF si sposta su USA Network. La visione di Vince è verso l’attenzione mainstream, la sua principale attrazione sarà un ragazzo nato a Venice Beach, HULK HOGAN. Nel 1984 Hulk riesce a battere The Iron Sheik vincendo il suo primo titolo WWF. Hulk è ovunque ormai, in ogni programma TV e comincia così l’Hulkamania, che si identifica con la WWF stessa. La prima Wrestlemania, Mr T e Hulk Hogan nel Main Event. Il primo grande evento di Wrestling per eccellenza, Cindy Lauper e Mohammed Alì sono a Wrestlemania per la prima grande Wrestling extravaganza. La parola Wrestlemania rappresenta tutto per Hulk Hogan, senza l’uno non ci sarebbe l’altro. Grazie a Wrestlemania, la NBC decide di offrire uno slot alla WWF, Saturday Night’s Main Event, una opportunità enorme, un programma di 90 minuti in cui riunire settimanalmente ogni lottatore, così da raggiungere una più ampia fetta di fan. Il tutto diventa pubblicità, cartoni, giocattoli, lenzuola, action figure. Ecco Wrestlemania III, al Pontiac Silverdome, Hulk Hogan vs Andrè The Giant. Tutto comincia al Piper’s Pit. Andrè sfida Hogan per il titolo. 29 Marzo, Harley Race, Jim Duggan, Jake Roberts, Steamboat, Savage e poi il Main Event. Hogan batte Giant davanti a 93000 persone nel delirio generale.

Col successo di Wrestlemania III inizia il concept dei nuovi PPV. Ed è così che nasce Survivor Series. 1988, nasce invece la Royal Rumble che viene vinta da Jim Duggan. E dopo questi due Summerslam e King of The Ring. Arrivando così a produrre un PPV al mese.

Marzo 1992. Controversia steroidi. La WWF viene accusata di favorire l’assunzione di steroidi per i loro lottatori. Seguono le testimonianze di Jake Roberts. Vince si difende dicendo che prendono gli steroidi per recuperare dal dolore, così da mantenere le loro famiglie, lo confermano Roddy Piper, Duggan, Roberts. C’era un dottore che dava ai lottatori vere e proprie farmacie per “aiutarli”. WWF comincia col primo testing dell’antidoping e il 50% almeno del roster utilizza steroidi. Nel 1993, WWF e Vince McMahon vengono accusati di abuso di steroidi ma la WWF nega assolutamente. La commissione ritiene che Vince abbia costretto i suoi stessi wrestler ad assumere steroidi me tutti negano assolutamente. Vince stesso è convinto di essere condannato ma alla fine viene dichiarato innocente.

Ora esiste un altro problema, i personaggi più pagati se ne sono andati, i soldi sono pochi e bisogna reinvestire. I giovani devono venire e fuori e bisogna puntare su di loro. Con Hogan e Savage fuori ecco arrivare Bret Hart, Razor Ramon e Diesel. Nel 1992 Bret Hart diventa il Main Eventer che merita di essere, Undertaker debutta nel 1991 ma dimostra già di essere il fenomeno che sappiamo e la sfida tra HBK e Razor Ramon appassiona.

1993 nasce Monday Night Raw, live per ordine di USA Network. Raw è il più lungo programma televisivo sulla TV via cavo. Ma nel 1995 comincia Nitro della WCW per andare contro RAW, live mentre RAW intanto andava in onda registrato. Tutte le star cresciute in WWF diventano WCW, le storyline sono più mature mentre le WWF sono più cartoonesche. La WCW ha molti più soldi e Scott Hall e Kevin Nash decidono di passare alla concorrenza. Da qui comincia la storyline dell’NWO con Hulk Hogan che turna heel. La WCW demolisce la WWF settimanalmente e quest’ultima non ha i soldi per rinnovare nemmeno a Bret Hart ma Vince lo lascia andare in WCW. Vince ha paura che Bret vada in WCW con il titolo WWF, dovrebbe perderlo contro l’uomo che più odia, HBK, in casa. Survivor Series 1997, Screwjob di Montreal, Vince McMahon tradisce Bret Hart che gli sputa in faccia e gli mette le mani addosso. Bret Hart va in WCW ed è uno degli ultimi wrestler ad andarsene. Ma grazie a questo nasce il character di Mr McMahon, il cattivo che avrà una delle faide più belle di sempre con Stone Cold. E si ipotizza che il Montreal Screwjob sia il giro di boa nella Monday Night War e l’inizio della attitude era, come formalizzato da McMahon stesso nel Dicembre del 1997. DX, Stone Cold, Mankind, Undertaker, NAO, The Rock. La WWF fa di nuovo notizia e vira verso un tono più maturo. Non era TV adatta a tutti ma faceva notizia e dopo 2 anni di vittorie della WCW, Raw riprende il suo posto come dominatrice grazie ad uno dei roster più talentuosi di sempre. Stone Cold diventa la nuova colonna portante della WWF. I fan sono pazzi per questa trasformazione e i ratings si impennano di nuovo.

Maggio 1999, Kansas City. Muore Owen Hart. Durante Over the Edge. La notizia viene data in diretta da Jim Ross. Linda McMahon dice che è stata la notte peggiore della sua vita. Jericho dice che ha deciso di fare il wrestler grazie ad Owen. JR dice che Owen era amato da tutti. Vengono mostrate le immagini della puntata di Raw in memoria di Owen.

Nasce Smackdown! Primo programma sulla tv pubblica, su UPN, dando la possibilità di dare più visibilità ad alcune superstar magari meno utilizzate a Raw. Ed è qui che si commemora la tragedia dell’11 Settembre.

1999. La WWF decide di diventare una società per azioni, quotata a NY. Non una cosa facile ma Vince McMahon ci crede fermamente. Grazie a questo successo si entra anche nel mondo dell’editoria con le prme autobiografie diventando estremamente popolari.

2001, Vince McMahon appare a Nitro dicendo di aver acquistato la WCW. E nello stesso anno compra la ECW. Acquista quindi anche le loro librerie video avendo la possibilità di sfruttare ogni singolo minuto di registrazioni. La competizione è finita e la WWF si ritrova da sola, come la leader del wrestling. Grazie all’acquisizione di WCW ed ECW si ha una sovrabbondanza di talenti e quindi si pensa alla brand extension. In ogni caso si vede comunque come un brand di serie A e B, Smackdown i più giovani mentre a Raw i più affermati.

La Attitude Era è finita e quindi si può tornare ad un programma più family friendly. Le volgarità spariscono e si ritorna ad un prodotto per famiglie.

John Cena è il volto della WWE. Paul Heyman, Daniel Bryan lo confermano. Più lo carichi di pressione e più John Cena cresce come persona e come wrestler. Bret Hart dice che funziona perché John personaggio è il John persona.

Il campione della compagnia è di solito colui che si fa carico di rappresentare la compagnia in ogni occasione importante, di carità e di impegno nel sociale. La make a wish è la fondazione che più collabora con la WWE, il tribute to the troops supporta le truppe all’estero.

Il WWE Universe viene ormai considerato una parte integrante in ogni evento. Wrestlemania è diventata orma il super bowl del Wrestling, abbiamo sempre una energia particolare, devastante e ogni anno diventa sempre più spettacolare ed emozionante.

La WWE Hall of Fame viene istituita a RAW nel 1993 alla morte di Andrè The Giant, appositamente per lui diventando successivamente una tradizione. Ogni anno vengono introdotti nuovi Hall of Famer. Vengono mostrati molti filmati delle premiazioni dei lottatori, da più famosi e popolari ai meno, ma l’emozione di tutti viene mostrata perfettamente. Naturalmente le ultime immagini mostrate sono dei 4 più forti e rappresentativi di sempre forse, Stone Cold, Sammartino, Hogan e Ric Flair.

La WWE crea i WWE Studios nel 2005 producendo See no Evil, dopo No Holds Barred con Hulk Hogan. Ma la WWE oltre a creare film crea anche attori, come The Rock o Batista.

Nel 2008 la WWE passa all’HD, Jerry Lawler ricorda come all’inizio stessero davanti ad un green screen facendo finta di essere in mezzo al pubblico mentre ora il tutto è gigantesco.

WWE.com diventa il punto di riferimento e la collaborazione con youtube, twitter e facebook diventa fondamentale e sta a testimoniare l’importanza del brand WWE. WWE on demand riesce a raggruppare il materiale tv di 20 federazione.

NXT è il futuro ed è fondamentale, nell’estate 2013 la WWE inaugura il Performance Center così da formare le superstar del futuro.

Il blu ray si chiude con una grande presentazione della figura di Vince McMahon in cui viene spiegato come Vince lavori 24 ore su 24, senza di lui non ci sarebbe la WWE di ora, Stephanie spera che ci sia una quinta generazione e di diventare almeno la metà di quello che è Vince. Rocky Johnson e Tony Chimel dicono che devono tutto a lui. Undertaker dice che quando pensi alla parola wrestling, è alla WWE che pensi. A nient’altro.

La WWE è semplicemente il number one brand. La WWE è divertimento, azione continua, eccitazione che non finisce mai. Se non sei WWE fan è semplicemente perché non l’hai mai vista. Nulla è come la WWE.

Da Bruno Sammartino ad Hulk Hogan a Stone Cold fino a John Cena, la WWE è un’amalgama che porta intrattenimento ed è capace di adattarsi alla diverse culture. Essere in Giappone, essere a Tulsa. Ormai è la stessa cosa. Intrattenimento. E’ tutto. 50 anni di grandezza, ha dimostrato di essere leader nello sport entertainment.

Anche per oggi è tutto! ADIOS!

Antonio
Fan delle indy e appassionato WWE fin da Wrestlemania XX. Estimatore dei wrestler tecnici ed innamorato di Aj Styles e Shinsuke Nakamura. Editorialista e recensore per Zonawrestling.net, traduttore freelance e nerd a tempo indeterminato.