Pubblicità

Ieri sera, il dinamico duo composto dal sottoscritto e da Praedatrix ha presenziato allo show gratuito della ICW in quel della provincia di Bergamo;lascio alla mia compagna l'onere e l'onore di scriver il report dell'evento, e io lascerò solo note qui e là in corsivo per aggiungere il mio punto di vista.

 

Ore 19.30. Noi, Marsupilami e Praedatrix, partiamo da Brescia armati di panini al prosciutto, cellulari carichi e inguardabile taccuino rosa per appunti ed autografi (Praedatrix li sta collezionando tutti),personalizzato per non sembrare troppo gne gne.
L'evento è stato organizzato a Calcinate (BG), in una, udite udite, festa della Lega Nord. La notizia causa violenta orticaria a Marsupilami, che tuttavia non può resistere al richiamo della bionda bevanda e accetta di dare soldi al nemico.
Presentatore della serata è il mitico Stefano Benzi, e l'impianto audio, per una volta, si degna di funzionare al meglio.

 

Se mi spiegavan prima dove si svolgeva, stavo a casa…va detto ambiente buono e più che distinta l'affluenza,con audio e luci di livello per esser uno show organizzato all'aperto..magari andava piazzato meglio l'ingresso dei lottatori che era un pò troppo distante dal ring.

 

Match 1:Lupo Vs Goran il Barbaro

Lupo viene nominato da Praedatrix come 'l'uomo con la Theme Entrance più bella d'Italia', mentre Goran si impegna molto per coinvolgere il pubblico, composto quasi totalmente da neofiti e spettatori occasionali. Ci ritroveremo, per tutta la serata, ad essere i promotori dei cori.
Match non eccelso e che in alcuni punti fatica ad ingranare, pur concedendoci di vedere eseguire più suplex qui che in tre ore di Raw; complimenti a Lupo, che entra di diritto nel club 'Guarda quanto sono heel'. La vittoria sorride però a Goran, tra l'altro giocatore in casa.

 

Concordo sul fatto che il match è stato un pò lento e forse non la migliore scelta per aprire lo show in un ambiente che doveva ben capire a che spettacolo stava per assistere, ma tutto sommato godibile. Buona la Death Valley Driver di Goran per chiuder il match.

Vincitore: Goran il Barbaro

 

Match 2: Clown Jester (w/Jokey) & Fobia, il Clown del Terrore Vs Dinamite Joe & Sergente Leon
 

Un plauso a Stefano Benzi, che genera hype invitando gli spettatori a stare attenti a tale Fobia, ex detenuto dell'Illinois, definito pericoloso ed imprevedibile. E in effetti l'ingresso di questo debuttante, con maschera da clown, capelli alla Charlie Manson e motosega, è molto d'impatto.
Incontro che vede dominare in prevalenza gli heel, sia sul ring sia scenicamente; nonostante l'esplosivo (è proprio il caso di dirlo) intervento di Dinamite Jo, è il debuttante Fobia a chiudere l'incontro, con la sua 'Ultima Fobia', per di più in maniera netta e pulita, senza bisogno di un intervento della splendida Jokey, truccata in omaggio alla nota Harley Quinn.

 

Anche qui il ritmo non è stato perfetto, forse un pò troppa lunga la fase di dominio degli heel sul sergente prima dell'ingresso di Dinamite. Il nuovo personaggio è notevole, ha un ottimo impatto e una maschera di sicuro impatto, forse deve accentuare ancora un pò il suo lato di pazzoide, in ogni caso promosso, cosi come l'accompagnatrice di Jester con un bel B+, e il voto B è proprio per quella parte del corpo..
 

Vincitori: Clown Jester & Fobia

Match 3:Mark Fit (c) Vs Mr. Excellent Vs Doblone (w/La Ciurma)
One on One valevole per il Titolo dei Pesi Leggeri trasformato in un Triple Threat, per motivi che vi saranno spiegati dopo.
Piccolo aneddoto: alla Mantova Comics di quest'anno, Marsupilami venne salutato calorosamente da un ragazzo che, scoprimmo pochi minuti dopo, altri non era che… Mark Fit. Memori di ciò, lo acclamiamo con gioia, e il giovane prospetto, riconoscendoci, ricambia i saluti.
Triple Threat molto 'classico', con l'iniziale alleanza degli heel che si premurano di mettere al tappeto il campione, salvo poi mettersi a litigare su chi debba eseguire lo schienamento. Fit e Doblone ci sono noti, piacevole sorpresa è Mr. Excellent, che vediamo per la prima volta, e che esegue alcune buone manovre.
Attimi di paura quando Fit, lanciandosi dalle corde sopra gli avversari, impatta contro il suolo di cemento che circonda il ring . Il campione sembra essersi infortunato, riesce tuttavia a chiudere l'incontro con la sua Spyral, mantenendo la cintura, e a rientrare nel backstage sulle sue gambe, pur aiutato dall'arbitro. Temevamo un infortunio all'anca o al ginocchio: Stefano Benzi ci dirà poi che Fit è stato subito portato al più vicino ospedale, e che probabilmente ha subìto un colpo al coccige. Auguriamo a Mark la più pronta delle guarigioni, e speriamo di rivederlo sul ring in forma e al più presto.

 

Buon match a 3, con tutti e tre gli atleti che hanno fatto del loro meglio per creare una battaglia veloce ed equilibrata. Peccato per quel bump malpreso dal campione che ha, a mio parere, accelerato il finale non creando la giusta epicità per la vittoria di Fit, che resta uno dei talenti migliori della federazione.

Vincitore e ancora campione: Mark Fit
 

Match 4: Mohamed Aziz Vs Marrabbio
Dicevamo prima come il TTM fosse una novità: infatti, originariamente l'avversario di Mr. Excellent doveva essere il wrestler bergamasco Marrabbio. Ecco però fare il suo ingresso il lottatore marocchino Mohamed Aziz, che si lancia subito in un promo farcito dei migliori cliché sugli immigranti, e guadagnandosi quindi l'amore imperituro di Marsupilami. Marrabbio si becca subito un discreto pop (ricordate qual era la location?), e riesce a portarsi a casa la vittoria grazie alla Marrabbio's Breaker. Complimenti anche all'avversario, sia per la gimmick che per aver lottato un buon match.

 

Classico match vagamente comedy tra big man e peso leggero. Aziz aveva l'opportunità di farsi insultare per giorni dal pubblico,poteva osare un pò di più nel promo. Marrabbio discreto e con buon potenziale.
 

Vincitore: Marrabbio

Match 5:Corvo Bianco Vs Tenacious Dalla
 

Altro aneddoto: questo è stato il terzo evento ICW cui abbiamo assistito, e da tre stagioni Marsupilami è impegnato in una faida con il wrestler più intelligente della federazione. Questa volta i toni si fanno ancora più accesi, dopo che riusciamo a far estendere il nostro personale coro 'Piccione! Piccione!' a tutto il pubblico. Tenacious Dalla è la versione ancora più figa della 3MB, e se vi piaceva questa stable vi piacerà ancora di più lui: armato di chitarra, coinvolge il pubblico battendo le mani al ben noto ritmo di 'We Will Rock You'. A volte per essere over basta così poco… 
Incontro eletto come match della serata, molto coinvolgente e incerto: i lottatori lavorano bene insieme, applicandosi più volte le proprie finisher e ribaltando più volte gli schienamenti, finché è proprio l'heel a rubare la vittoria, aggrappandosi alle corde. L'emozione di urlare: "Arbitro, porca Shae, alza la testa!" è davvero coinvolgente.
Corvo Bianco si candida per essere forse il miglior heel della federazione.

 

Poco da aggiungere, Dalla è un 3MB in versione minore ma funziona bene per attirare il tifo italiano. Corvo è perfetto come heel, ti viene voglia di insultarlo fino a mandarlo a casa a orecchie basse.
 

Match 6: Charlie Kid (c) Vs Kobra
Main Event della serata e secondo miglior match dell'evento. Abbiamo assistito alla vittoria del titolo ICW di Kid questo dicembre, e scopriamo che di recente si è pure impossessato del titolo francese. Finalmente un buon motivo per essere patriottici!
Già prima del match Marsupilami dichiara: "Non riesco a fischiare Kobra, mi piace troppo!". Match ben combattuto con i due lottatori che non si risparmiano certo; genialata di Kobra, che finge talmente bene un colpo al ginocchio da ingannare anche Benzi in persona. Emozionante quando l'incontro si sposta addirittura fuori dal ring, verso il portico dove poco prima la gente cenava, dove Kobra rimedia anche una bodyslam sopra uno dei tavoli.
L'arbitro viene atterrato per errore poco prima che Charlie esegua uno schienamento vincente; verrà atterrato di nuovo, questa volta volontariamente, da un furibondo Kobra, che arriva ad impossessarsi di una sedia, pronto a fracassarla sulla testa del campione, che però gliela sottrae e gli rende il favore, mentre l'arbitro si riprende in tempo per contare il pinfall vincente a favore del campione.

 

Main event divertente e coinvolgente con due dei veterani della federazione, che metton in scena una contesa che scalda il pubblico.Il fatto che Kid abbia vinto con una sediata e non con la finisher nonostante sia face dimostra come anche i buoni possano, e debbano, uscire dalle regole quando si può se hanno una giusta motivazione.

Vincitore: Charlie Kid

Quello che viene dopo è anche meglio: abbiamo modo di parlare con i wrestler in persona, che ormai, incredibile a dirsi, hanno quasi imparato i nostri nomi: oltre a Fit, ci hanno riconosciuti Kobra, Charlie Kid, Aziz,Doblone e la sempre bellissima e ora anche neo-mamma Queen Maya, oggi solo in veste di spettatrice (e, per la cronaca, è ancora in forma e ha già ripreso ad allenarsi. Speriamo di rivederla presto!).
Tutti gli spettatori possono parlare ai lottatori su una base di parità, come se fossero amici al bar; tutti sono estremamente cortesi e pronti a concedere foto ed autografi. È un'esperienza fantastica, e vi invitiamo caldamente a partecipare ad uno di questi eventi: è un'alternativa al mondo conosciuto della WWE, e poter gridare cori nella propria lingua madre è qualcosa che tutti dovrebbero provare.
Dedichiamo l'ultima parte di quest'editoriale a lui, l'impareggiabile Stefano Benzi: annunciatore d'eccezione, pienamente preparato e che non esita a scherzare sulla sua corporatura ogni volta che sale sul ring, è veramente una persona squisita, con cui tutti dovrebbero avere a che fare. Massimo rispetto!

 

 

Stefano Benzi parlava con noi manco fossimo amici da anni e si notava nelle sue parole le note dell'amante della disciplina, e son bastate poche sue parole ad inizio show a fare in modo che i numerosi bimbi presenti non si avvicinassero troppo al ring che non aveva barriere divisorie.In ogni caso, bello show introduttivo e con discreti contenuti tecnici, la ICW resta garanzia di federazione solida e divertente ideale per il nostro paese.

Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.