Questa settimana continueremo a raccontare i momenti migliori dell’anno solare di Impact Wrestling. La seconda parte inizierà da Slammiversary XV, primo ppv dell’anno, dove sono stati unificati i titoli dell’ex TNA e quelli della GFW.

Pubblicità

Knockouts’ Championship unification match: GFW Women’s Champion Sienna vs Impact Knockouts’ Champion Rosemary (Slammiversary XV)  (3,5 / 5)

Due grandi interpreti della divisione femminile, Rosemary e Sienna, si affrontano per unificare il titolo delle Knockout. Un match davvero cruento come si può ben vedere dallo stile aggressivo delle contendenti, le quali si affrontano a viso aperto. A distrarre l’ultima campionessa della TNA arrivano KM e Laurel Van Ness. Il match prosegue con Sienna che va vicina alla vittoria dopo aver colpito l’avversaria con la Silencer, poi è il momento di Rosemary che connette la Red Wedding. Il suo pin viene interrotto dalla Van Ness, che cerca di distrarre l’arbitro prima di essere inseguita da Allie. Si ritorna sull’esagono e Rosemary è pronta a sputare il green mist, ma Sienna la blocca e glielo passa sugli occhi; poi fa cedere l’avversaria per sottomissione con la Dragon Sleeper. 

Winner and new Impact KO Champion: Sienna

Jeremy Borash and Joseph Park vs Josh Mathews and Scott Steiner (Slammiversary XV)  (2 / 5)

Nella stessa serata è stato disputato anche il tag team match che era la resa dei conti tra i due commentatori di Impact JB e Mathews, aiutati da due rientranti superstar come Joseph Park e Scott Steiner. L’incontro è stato più una pagliacciata che altro, con la comparsa di altre leggende della fu TNA come Shark Boy e James Mitchell. La comparsa di quest’ultimo ha reso possibile il ritorno di Abyss, che ha eseguito una Black Hole Slam su Mathews scaraventandolo sugli aghi di ferro. A chiudere i conti ci pensa JB con un volo dalla terza corda sul collega che vale il conto di tre.

Winners: JB and Park/Abyss

20-man Battle Royal for the Impact World Heavyweight Championship (Impact 24/08/2017)  (3 / 5)

In seguito alla sospensione di Alberto El Patron, il titolo mondiale dei pesi massimi è rimasto vacante. Il nuovo GM di Impact, Jim Cornette, ha deciso di decretare il nuovo campione con una battle royal. Il match è stato il main event della puntata del 24 agosto, dove ha debuttato Johnny Impact. Il nuovo arrivato è quasi riuscito ad arrivare fino in fondo alla battle royal, essendo stato la penultima eliminazione per mano di Eli Drake. Precedentemente c’è stato anche un confronto tra Moose e Lashley, con il primo che elimina il secondo prima di essere eliminato a sua volta da Eddie Edwards. L’ex campione di coppia si gioca il titolo insieme a Drake, che poi si rivelerà essere il nuovo campione del mondo. Al termine del match, Chris Adonis si unisce ai festeggiamenti di Drake mentre Edwards viene preso d’assalto dall’American Top Team.

Winner and new champion: Eli Drake

Falls Count Anywhere match for the X Division Championship: Sonjay Dutt (c) vs Trevor Lee (Impact 14/09/2017)  (3 / 5)

Nella puntata del 14 settembre, Trevor Lee tenta l’assalto per la riconquista del titolo della X Division sfidando Sonjay Dutt in un falls count anywhere match. La vittoria finale dell’allievo degli Hardy Boyz è avvenuta con l’aiuto di Caleb Konley, che da lì avrebbe iniziato il sodalizio col nuovo campione.

Winner and new champion: Trevor Lee

5150 Street fight for the Impact Tag Team Championships: oVe (c) vs LAX (Bound for Glory 2017)  (4 / 5)

Giungiamo al secondo ppv dell’anno, Bound for Glory, dove i titoli di coppia degli oVe vengono difesi in un 5150 street fight con Santana ed Ortiz del LAX. Il match si candida tra i migliori del 2017, con i due tag team che utilizzano qualsiasi arma a disposizione pur di infliggere dolore agli avversari: vengono usati tavoli, sedie, scale ed anche bidoni per la spazzatura. Durante il match ha fatto il suo debutto ad Impact Sami Callihan, che ha aiutato i fratelli Crist scaraventando prima Santana su una scala e poi eseguendo un piledriver su Ortiz. In questo modo gli oVe hanno mantenuto le cinture.

Winners and still champions: oVe

Proprio a Bound for Glory, Gail Kim è riuscita ad esaudire il suo desiderio di concludere l’anno e la carriera da campionessa. Nella puntata di Impact successiva all’evento, la Kim ha annunciato il ritiro dicendo che diciotto anni fa era una ragazza canadese che con tanti sacrifici è riuscita a realizzare i propri sogni. La Kim, poi, dice che non vede l’ora di vedere la nuova generazione di Knockouts. A salutare la campionessa e veterana della compagnia c’è Allie.

Impact World Heavyweight Championship match: Johnny Impact vs Eli Drake (c) (w/Chris Adonis) (Bound for Glory 2017)  (3,5 / 5)

Lo speciale si conclude con il main event di Bound for Glory che vede Johnny Impact sfidare Eli Drake per il titolo mondiale. Un match che vede lo sfidante partire in svantaggio, con Drake che cerca di recare più dolore possibile all’avversario con alcune manovre sporche. Impact riesce in seguito a reagire e diventa lui il conduttore del match, esibendo tutto il suo repertorio di acrobazie. L’ex John Morrison riesce ad eseguire sia l’Impact Elbow che la Starship Pain, prima che il suo pin venga interrotto dal rientrante El Patron. La star messicana rovina il finale dell’incontro, colpendo prima Drake con la cintura e poi Impact con una sedia e fa schienare quest’ultimo dal campione.

Winner and still champion: Eli Drake

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7.25
Qualità dei promo
6.5
Juri Modugno
Sono uno studente laureando in Scienze Politiche. Grande appassionato sia di wrestling che di calcio fin da bambino. Cresciuto con le leggende di Eddie Guerrero e The Undertaker, poi grande fan di CM Punk fino a diventare uno degli odiatissimi sostenitori di Roman Reigns. Tra gli altri wrestler che preferisco ci sono: Chris Jericho, Dean Ambrose, Baron Corbin, Aj Styles, Jeff Hardy, Sasha Banks, Alexa Bliss, Paige ed Edge.