Con alcuni tweet, il nuovo vicepresidente di Impact Wrestling Scott D’Amore ha annunciato l’accordo avvenuto con due federazioni: la messicana Crash Lucha Libre di Konnan, la giapponese NOAH e l’americana GFW (di cui è dirigente).

Pubblicità

Questi accordi saranno molto simili a quelli della ROH con la NJPW e la CMLL. Da notare come i campioni di coppia della Crash siano Matt e Jeff Hardy, e dunque a breve perderanno gli allori.

Corey
Dal 2007 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia e Coppa dei Campioni. Attualmente coordinatore ad interim del sito.
  • Jeff Hardy

    E questo é il ringraziamento

  • Give me a Spell yeah! TFT

    Perchè non fare della GFW il secondo roster di Impact tramite una brand extension?

    • Non trovano facilmente spazio per uno show figurati per due

      • Give me a Spell yeah! TFT

        Io a oggi non ho ancora capito cos’è la GFW ma credo d’essere in buona compagnia.

    • DETH

      Perchè ne basta già una di federazione che fa ste cazzate.

      • Give me a Spell yeah! TFT

        La brand extension non è stata una cazzata. E’ il format di Raw a essere una cazzata enorme.

        • DETH

          In una federazione che si rispetti il titolo massimo, secondario o di categoria che si voglia deve essere uno, unico nel suo genere e indiscusso; non due con un sistema dove non si capisce se ce n’è uno che vale di più o se non valgono una sega entrambi.

          • Give me a Spell yeah! TFT

            Sono d’accordo. Nel primo draft i campioni potevano partecipare a entrambi gli show e se perdevano il titolo si accasavano nel roster dello sfidante.
            Dal punto di vista gestionale, invece, la reputo una scelta ideale per creare un’impronta originale agli show e per gestire meglio i wrestler.

  • Tony Dillinger Terry

    I titoli della Crash erano di cartone.

  • Eddie Guerrero

    vediamo dove portano questi accordi, che potrebbe finire non bene.

  • wakko

    Mmmmm