Cari lettori di Zona Wrestling, quest’oggi non trovate come di consueto l’Indy City Beatdown ma una delle classifiche più seguite dall’intera Italia sul wrestling nostrano: l’Italian top 30!

Pubblicità

Sì, abbiamo tagliato una ventina di posti. Abbiamo compresso la classifica a sole trenta posizioni, dove non si cerca di dare una stima dei migliori/peggiori atleti d’Italia, ma di coloro che si sono messi maggiormente in mostra durante tutto l’arco del 2017. Il punteggio che leggerete dipende dalle votazioni che il sottoscritto e i reporter del sito hanno dato alle singole prestazioni degli atleti italiani. A differenza degli anni scorsi, noterete la presenza di tanti nuovi atleti che difficilmente abbiamo visto gli anni scorsi, per svariate ragioni. I sorpassi e i controsorpassi sono stati continui lungo tutto l’anno ed hanno dato una battaglia assoluta per le posizioni di maggior rilievo. Nel 2015 ha vinto Fabio Ferrari/Red Devil davanti a OGM e Charlie Kid, mentre nel 2016 Red Scorpion ha prevalso su Red Devil/Fabio Ferrari e Horus. E quest’anno? Ecco la classifica 2017: trovate la posizione, l’atleta e il punteggio raggiunto.

Classifica.
1) Alessandro Corleone – 125 punti
2) Akira – 119 punti
3) Nick Lenders – 104 punti
4) Chris Steel – 98 punti
5) Fabio Ferrari – 97 punti
6) Doblone – 91 punti
7) Red Scorpion – 86 punti
8) Miroslav Mijatovic – 83 punti
9) Tony Callahan – 82 punti
10) Riot – 82 punti
11) Mr. Excellent – 76 punti
12) Alex Flash – 74 punti
13) Nemesi – 71 punti
14) TG – 70 punti
15) David Silas – 65 punti
16) Bongiovanni – 65 punti
17) Jester – 64 punti
18) Andy Manero – 62 punti
19) Mirko Mori – 60 punti
20) Karim Brigante – 57 punti
21) Gravity – 57 punti
22) Buttafuori/Grudge – 52 punti
23) Rafael – 50 punti
24) Max Peach – 49 punti
25) Psycho Mike – 47 punti
26) Kyo Kazama – 45 punti
27) Matt Disaster – 43 punti
28) The Entertrainer – 43 punti
29) Gianni Verga – 42 punti
30) Manuel Bottazzini – 42 punti

Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".