Pubblicità

Tutto é cominciato esattamente 10 anni fa, l’inizio di questo percorso, per la precisione, è iniziato da questa foto qua:

ICW, Fight Night 2007, il 25 Novembre.

La prima volta che porto una macchina fotografica seria a uno show di Wrestling; la foto in questione è la fase finale della Semifinale fra Kaio (insieme a Devil, allora, una delle Icone del Wrestling italiano) e Andres Diamond, un’altro atleta che di ring, titoli e notorietà ne ha macinate e macina tuttora.

Era la semifinale che riassegnava il Titolo di Campione Italiano Wrestling ICW (vinse poi Lothar quella sera, Torneo e Titolo); da quella sera, da una semplice passione, dall’aver portato una macchina fotografica professionale, dall’aver postato le mie foto online sul mio allora Blog MSN, averne scritto un resoconto molto spartano sempre lì, è nato tutto.

La foto piacque così tanto che mi fu chiesto se potevano usarla, gli dissì di sì e da lì, complice la mia presenza ad altri show, divenni un habituè dei grandi eventi ICW; poi inizia a vedere anche altre realtà più o meno vicine (la 2PW, la TCW), poi iniziai l’avventura come editorialista in quel di WF con la prima rubrica.

Poi c’è stato il periodo su WOW, dove ho conosciuto ragazzi in gamba (e con alcuni, come il buon Alessandro Bogazzi, l’amicizia è diventata duratura, nonostante le distanze), a raccontare tante realtà italiane, tante interviste a veterani e nuove leve.

Poi le strade con WOW si divisero ed ecco che un giovane Luca Ricci, che ancora ringrazio, 5 anni fa mi ha proposto di scrivere per loro e raccontare e fotografare il wrestling italiano.

(Con Tommy End, Ora Aleister Black a NXT)

Con loro e grazie a loro sono anche riuscito a creare una vera e propria Squadra che è riuscita, dal Nord al Sud, a raccontarvi il Wrestling italiano da Bordo Ring: Celeste (Ysmsc), Luca Carbonaro, Simone Saleri (Marsupilami), Antonio David (Antonio TheRabid), Andrea Cesana, Emanuele Violante (Violli), il buon Juhxin (scritto bene stavolta?) e tanti altri, che mi hanno affiancato e sostituito quando non potevo essere presente, che hanno arricchito Italian Uppercut e hanno anche creato rubriche da affiancarle (grazie sopratutto al nostro Simone Spada alias Corey, che non ringrazierò mai abbastanza anche lui per l’aiuto e supporto).

(Con Andrea e Antonio, On The Road per ZW)

Con loro, con i Boss Giuseppe e Marco, lo ammetto: sono stati 5 anni fra i migliori da quando seguo il wrestling italiano, la libertà e l’aiuto che mi ha dato questo Team è un’aiuto che non mi sarei mai aspettato, Per questo metto il massimo impegno nel raccontare per loro il wrestling italiano e le sue vicende.

2PW, ASCA, Bullfight, BWT, EPW, FCW, FIW, ICW, IWA, IWE, IWS, KOX, MAW, NWE, PWE, Rising Sun, RWA, RIW, SIW, TCW, UIW, WIVA, XIW, Credo sia davvero difficile trovare un sito in Italia che abbia o sia riuscito a raccontare almeno Uno Show di ogni singola realtà italiana come ci siamo riusciti noi, abbiamo visto nostri connazionali realizzare il loro sogno di lottare professionalmente all’estero, abbiamo visto giovani crescere di anno in anno, ascese, cadute, trionfi, delusioni, progetti partiti in pompa magna spegnersi, altri partire in sordina e raggiungere traguardi.

(Con Matt Cross/Son Of Havoc, fra le Star di Lucha Underground)

Ho visto fenomeni delle Indies lottare sui nostri Ring e oggi vederli ai massimi livelli del Wrestling Mondiale, altri che lo faranno nel breve futuro … non è da tutti poter raccontare ai lettori queste esperienze dal punto di vista che faccio io, cioè a bordo ring.

Avevo programmato di farlo a ridosso del mio compleanno questo editoriale, ma ho anticipato perché, molto probabilmente, passerò la vigilia facendo quello che faccio appunto da 10 anni: raccontare la storia del wrestling italiano da bordoring, da quale ring non ve lo svelo, lo scoprirete poi…

Vi ringrazio per come ancora mi seguite dopo tutto questo tempo, ringrazio ZW per la fiducia che continua a darmi, ringrazio chi mi affianca e fa le mie veci in giro per l’Italia.

Continuerò a farlo per almeno altri 10 anni, mi sa.

(Pete Dunne, Tyler Bate e Trent Seven: la nuova British Invasion in WWE)

Foto © Enrico Bertelli “Taigermen”