Pubblicità

Nuovo appuntamento con l’editoriale dedicato alla scena italiana, oggi vi racconto l’ultimo Show della IWA andato in scena lo scorso 18 Marzo a Frosinone, IWA “Lotta per Frusna II: Dynasty Is Over”.

Non ho fatto mistero che all’inizio del progetto IWA ero molto scettico: vuoi per la zona scelta (il Frusinate), vuoi per una partenza non proprio brillante del progetto, non gli davo una durata lunga.

Ho piacere di dire che la IWA e il suo fondatore, Diego Piacentini, hanno smentito le mie e le molte previsioni di sciagura che si erano create nell’ambiente, creando man mano Show solidi, con card interessanti e soprattutto, alcune chicche per la scena italiana, come la prima difesa in Italia dell’ICW Zero-G Title o del WLW Ladies Title.

Finalmente dopo molto tempo ho avuto modo di vedere il prodotto IWA dal vivo: l’occasione è “Lotta per Frusna II: Dynasty Is Over”, che vedrà anche l’atto finale della fine della Roman Dinasty, causata dal tradimento di Dave Blasco ai danni del “fratello” Flavio Augusto.

Arrivo a Frosinone con il sole, raggiungo il Palazzetto CONI (una struttura che non sarebbe affatto male, se fosse mantenuta in condizione migliore, spero che in futuro chi lo gestisce possa riportarlo ai suoi fasti), proprio mentre sta finendo il Seminario che il talento inglese Darrell Allen sta tenendo ai lottatori e agli allievi del Polo IWA di Frosinone.

Finito il Seminario, il tempo di sistemare e preparare l’Arena, che accoglie i fans che si sono prenotati per il Meet & Greet con alcuni degli atleti della serata, facendo foto, autografi e comprando il loro merchandise; finito il Meet & Greet, ci prepariamo  per la partenza dello Show.

Ad aprire lo Show il Ring Announcer IWA Luigi Di Tofano che, prima di cominciare, chiede al pubblico di alzarsi per l’Inno nazionale; ma quando l’inno parte, una voce da fondo Arena turba il momento:

“FERMI TUTTI, FERMI TUTTI IMME-DIA-TA-MEN-TEEE!!!”

È la voce di Mr. Malvezzi, il Manager della nuova Stable formata da Blasco e Steel, The Difference, che sale sul Ring (sparando banconote da delle pistole-sparasoldi) con loro e inizia a insultare il pubblico.

Malvezzi e soci sono lì per autocelebrarsi, ricordando che stasera i suoi protetti hanno due match in programma e che li vinceranno, guadagnando i soldi che il pubblico paga per vederli: Steel contro Andres Diamond e Mike Verna e Blasco contro Flavio Augusto; quest’ultimo prende il microfono e insulta, oltre al pubblico, anche la moglie di Flavio Augusto, presente fra il pubblico, che accusa essere la causa di tutto e gli dice che ammazzerà suo marito, stanotte.

Con la Difference che lascia il Ring, Di Tofano riprende le redini e annuncia, finalmente, il primo Match della serata:

Match #1

Darrell Allen Vs Max Peach

Opener decisamente caldo che scalda subito il pubblico: Allen, giovane ma già protagonist (e pluricampione) nella scena UK contro Peach, uno dei migliori atleti fra i Pesi Leggeri in Italia, cresciuto moltissimo nell’ultimo anno e anche lui ormai aficionados della scena UK.

Dopo una partenza basato molto su prese e chiavi, i due iniziano a dare ampio sfogo del loro repertorio aereo, con il pubblico che patteggia per entrambi; Peach come sempre riesce ad aggiungere un lato Nerd alla contesa, non rinunciando a leggere i suoi adorati fumetti, nel corso del Match.

A portare la vittoria a casa è Allen, che uscito da una mossa di Peach, lo mette al tappeto con una rapida ed efficace Submission:

Vincitore: Darrell Allen

Debutto con vittoria in Italia per l’inglese dunque, ma che dimostra grande rispetto per Peach, con la quale alla fine ci sono abbracci e segni di rispetto, nonché una promessa di rivincita, per il nostro Max…

Match #2

Flyi’n Gabriel Vs Ricky Awesome

Secondo Match fra due dei Rookies del Polo IWA Frosinone (anche se Gabriel ha già diversi Match all’attivo in altre realtà).

Match dal giusto cronometraggio con i due atleti che danno una buona prova delle loro capacità, nonostante alcuni botch dovuti al fattore esperienza/match: molto d’impatto e fisico per Gabriel, impostato sul fattore agilità ed aereo per Awesome.

A prevalere è Gabriel, che evitata la 450° di Awesome, lo mette KO e lo finisce con la Swanton Bomb:

Vincitore: Flyi’n Gabriel

Vittoria meritata di Gabriel, ma anche Awesome non ha sfigurato nel corso del Match

Match  #3 – Triple Treat Match for Torneo IWA Italian Heavyweight Title (il vincente va in finale)

Andres Diamond Vs Chris Steel w/Mr. Malvezzi Vs Mike Verna

La stipulazione finale del Match è annunciata a sorpresa: questo Match decreterà il primo finalista del Torneo che assegnerà l’IWA Italian HW Title.

Da una parte il veterano dei Ring italiani Diamond, che sicuramente vuole aggiungere un nuovo titolo alla sua lunga carriera; poi Steel, che vuole diventare l’atleta-simbolo della IWA; infine Verna, atleta italoamericano al suo debutto in Italia, che stasera vanta anche una discreta fetta di tifosi locali.

Prima fase dove principalmente Steel cerca di fregare il Pin stando fuori Ring, coaudiovato da Mr. Malvezzi, lasciando che siano Diamond e Verna a lottare e sfiancarsi.

Poi i due Face si alleano e decidono di portare nell’azione anche Steel, dando vita a una fase senza esclusione di colpi fra i due; Malvezzi prova a interferire per favorire Steel, ma anche lui si becca la sua dose di colpi da Diamond e Verna.

Dopo vari ribaltamenti e Pin usciti all’ultimo secondo, è Steel, che sfruttando la distrazione di Malvezzi ai danni di Verna, con uno Schoolboy a prendersi il Pin vincente:

Vincitore & accede alla finale: Chris Steel

Dunque è Steel il primo finalista, la Difference si aggiudica il primo Match dei due previsti nella serata e piazza il suo Uomo di punta nella finale che assegnerà il primo Titolo IWA.

E andiamo in pausa per permettere di risistemare l’Arena dai segni della lotta precedente, per iniziare la seconda parte dello Show:

Match #4 – Bonus Match

Magic Degan Vs Virgil Della Rocca

Match non annunciato nella Card, che vede sul ring i due lottatori che durante il seminario hanno impressionato positivamente Allen: il ballerino Degan e il violento Della Rocca.

Match molto veloce con entrambi gli atleti che danno il meglio di se, cosa che sembra apprezzare anche il pubblico, che sostiene a gran voce Degan.

Dopo una serie di ribaltamenti, è Degan a aggiudicarsi l’incontro con il Pin vincente:

Vincitore: Magic Degan

Vittoria meritata per il Moonwalker, che sembra già di casa in IWA.

Match #5

David Karm Vs Mr. Mastodont

Match che dovrebbe concludere la ormai lunga faida fra il Sabinian Fighter e il Tutore della Legge.

Prima parte di netto dominio di Mastodont, che asfalta Karm, tanto che sembra vicino alla chiusura del Match, ma con un colpo d’astuzia, Karm riesce a ribaltare e, sfruttando un’infortunio al braccio, a fare la seconda parte del Match sua, puntando molto sulla parte infortunata.

Nel finale però Mastodont, sostenuto dal pubblico, il Tutore della Legge si riprende e con una prova di resistenza pazzesca, mette KO Karm per il conteggio finale:

Vincitore: Mr. Mastodont

La Legge ha vinto stasera a Frosinone, anche se però Karm non ha sfigurato affatto…. Dunque questa lunga faida ha scritto la parola Fine?

E siamo giunti al Main Event, con un altro Match che dovrebbe chiudere una rivalità nata in modo strisciante fra due persone che si chiamavano Fratelli fra loro e ora si sono giurati ognuno la Morte dell’altro a vicenda:

Match #6

Dave Blasco Vs Flavio Augusto

Blasco ha segnato la fine della Roman Dinasty tradendo Flavio Augusto per schierarsi con la Difference di Steel e Malvezzi, ma è un tradimento nato dalla gelosia patita dal successo sempre più crescente di Augusto verso il pubblico, che ha raggiunto il vertice con la perdita dei PWE Tag Titles ed è scoppiato in modo definitivo in IWA.

Match altamente violento e brutale, dove i due non si sono risparmiati ogni tipo di colpo e scorrettezza, da colpi proibiti a oggetti come sedie, dentro e fuori dal Ring.

Blasco ha sfogato tutto il suo Odio verso Flavio, mentre il secondo ha tirato fuori tutta la Rabbia patita per la fine di qualcosa di più di un’amicizia.

Nel finale Blasco approfitta del KO dell’arbitro per sfruttare un Low Blow, ma poi si rende conto che non può far contare il Pin; frustrato allora prende una sedia cercando di colpire Flavio, che però schiva e ricambia con una sediata prima e poi una devastante Frog Splash per il Pin vincente:

Vincitore: Flavio Augusto

Vittoria meritata per Flavio, che va a festeggiare con la moglie (che ha rischiato pure di essere coinvolta da Blasco durante il Match) e poi con il pubblico; poi il fondatore della IWA Piacentini sale sul Ring per due annunci: il primo è che la Finale del Torneo che assegnerà l’IWA Italian HW Title si terrà all’IWA Wrestling Festival dal 25 al 27 Maggio a Frosinone; e la seconda che Flavio Augusto è l’altro finalista, assieme a Chris Steel, che lotterà quella finale!!

E con l’esultanza di Flavio Augusto si chiude questo Show, alcune considerazioni finali:

 

  • Card semplice ma solida, con una qualità media dei Match molto buona: ottimo l’Opener, belli il Triple Treat e il Main Event, Match sorpresa sicuramente il Bonus Match, tutto il resto della Card ha avuto incontri di qualità;
  • The Difference esce con una vittoria e una sconfitta da questo Show, ma si conferma una stable che può dettare legge in IWA; mi viene da pensare che almeno uno o altri due elementi potrebbe entrare a farne parte, magari un peso leggero, in chiave di dominare, oltre i Pesi Massimi, anche la divisione Cruiser; impressione assolutamente positiva da Mr. Malvezzi, capace di farsi odiare con poche frasi e gesti, ma senza mai calcare la riga su Promo troppo volgari o urlati, ma solo alzando la voce quel tanto che basta per essere sommerso di fischi e insulti;
  • Chiusa la pratica Blasco, Flavio Augusto ha ora nel mirino la finale del Torneo IWA Italian HW Title, che potrebbe consacrarlo come primo Campione della storia IWA e atleta simbolo della federazione laziale;
  • Il Roster IWA si sta pian piano consolidando, iniziando a muoversi con gambe sue; pochi innesti esterni come Peach (uno dei talenti in maggiore crescita al momento) o Diamond (un veterano che ancora sa regalare ottime prestazioni sul Ring, piacerebbe vederlo più spesso in azione) e atleti stranieri di esperienza come Allen o Verna… una politica a piccoli passi e show cadenzati nel tempo che al momento premia Piacentini e la sua “creatura”;
  • Ultimo nota per gli arbitri IWA: tutti giovani e con pochi Show alle spalle, ma formati molto bene e che hanno saputo gestire Match anche importanti e non semplici, la strada è lunga, ma potrebbero diventare ottimi Referee;

Foto © Enrico Bertelli “Taigermen”

Appuntamento al Prossimo Numero

Il Fuoco divampa sui Ring italiani…