Nuovo appuntamento con l’editoriale dedicato alla scena italiana, cedo nuovamente le redini a Andrea Cesana che per l’occasione ha seguito la 1° Edizione della Coppa Olginate, Torneo organizzato dalla FRA.PO.CO,  Agenzia al suo debutto nel Wrestling italiano.

Pubblicità

 

Buona lettura dunque e lascio la parola ad Andrea!

Il 4 gennaio ad Olginate (LC) si è svolta la prima edizione della “Coppa Olginate”, promossa dalla FRA.PO.CO, agenzia che si occupa dell’organizzazione di eventi, e dai noti telecronisti della WWE per SKY, Michele Posa e Luca Franchini.

L’inizio dello show vero e proprio è previsto per le 21.00, ma prima di esso ci viene servito un “antipasto” dell’evento, in cui Daniele Raco, comico di Zelig e protagonista della serie Youtube “Kombat Komedian”, ha intrattenuto i presenti con uno dei suoi monologhi, ottenendo una risposta positiva dal pubblico; Daniele ha ringraziato il pubblico per il sostegno ed invitato loro a seguire la sua web serie, che finora ha ottenuto un grande successo (e che potete seguire anche sul nostro sito, Ndr)

Arrivano sul ring Posa e Franchini che, dopo aver spiegato come si svolgerà la serata, annunciano il primo match valevole per i Quarti di finale della Coppa, ovvero “il Re”Pietro Primo contro “il Diamante del Ring”Andres Diamond.

 

 

Coppa Olginate – Quarti

“il Re”Pietro Primo w/Steve Giotto vs “il Diamante del Ring”Andres Diamond

 

Il Re entra accompagnato da Steve Giotto, ed esegue un classico promo da heel, in cui promette che uscirà da Olginate con il trofeo tra le mani; arriva anche Diamond, ed il match è quindi pronto per iniziare.

Scambi veloci e ben gestiti, in un incontro gestito in modo semplice, ma sicuramente efficace. Minutaggio abbastanza ridotto, cosa che non mi sorprende dato che in un torneo è sempre così; nelle fasi finali dell’incontro Pietro riesce a distrarre l’arbitro staccando una protezione dal paletto, e la sua guardia del corpo, Steve Giotto, colpisce con un pugno in faccia Andres, permettendo al Re di ottenere un facile conto di tre.

 

Vincitore e primo semifinalista: “Il Re” Pietro Primo

 

 

Viene ora presentata il secondo quarto di finale, in cui “il Nemico del Male” Red Scorpion se la vedrà con “Duro a morire” Andrea Malaria.

 

 

Coppa Olginate – Quarti

“il Nemico del Male” Red Scorpion vs “Duro a morire” Andrea Malaria

Incredibile l’ovazione ricevuta da Red Scorpion, che riesce subito a portare dalla parte sua il pubblico: credo che questo sia dovuto soprattutto al suo attire, sicuramente di grande impatto visivo. Anche questo è stato un match abbastanza breve, in cui però i due hanno mostrato delle buone qualità sul quadrato.

Malaria infierisce molto sulla gamba di Red, e tenete a mente questa cosa perché più avanti risulterà essenziale…. Scorpion però non ci sta a perdere e grazie alla sua Red Driver si porta a casa l’incontro, accedendo alle semifinali.

 

Vincitore e secondo semifinalista: “il Nemico del Male” Red Scorpion

 

Arriviamo ora al terzo quarto di finale, dove “il Ragazzo Meraviglia” Andy Circus dovrà affrontare “Miele per le donne” Claudio Casanova.

 

Coppa Olginate- Quarti

“il Ragazzo Meraviglia” Andy Circus vs “Miele per le donne” Claudio Casanova

Casanova mi ricorda moltissimo Tyler Breeze ( wrestler di NXT, ndr) soprattutto per il fatto che durante la sua entrata si scatti foto con il cellulare, ma con qualche caratteristica di Fandango; insomma: un mix tra i due.

Andy Circus invece è un buonissimo high flyer e con più tempo a disposizione avrebbe potuto mostrare maggiormente le sue capacità.

Incontro nella norma, senza ne alti e neanche bassi; da segnalare un moonsault di Casanova, non venuto alla perfezione probabilmente a causa del fatto che le corde fossero troppo poco tese; a vincere è stato Circus con una bella manovra aerea eseguita dalla terza corda.

Vincitore e terzo semifinalista: “il Ragazzo Meraviglia” Andy Circus

 

E’ ora tempo dell’ultimo quarto di finale di questa Coppa di Olginate, ed a contendersi l’ultimo posto per la semifinale saranno Magiko e Steve Giotto.

 

Coppa Olginate – Quarti

“Poesia in movimento” Magiko vs  “Pugno di Tuono” Steve Giotto

 

Il misterioso lottatore per attire ed altre piccolezze, tra cui il soprannome, mi ricorda molto Jeff Hardy, seppur con le dovute differenze. Match troppo corto per poter giudicare a pieno le effettive capacità dei lottatori impiegati, dato che dopo pochi minuti Pietro Primo arriva sul ring a salvare la sua guarda, Steve Giotto, ed a colpire Magiko, regalando al lottatore mascherato una vittoria per squalifica ed un posto nelle semifinali.

 

Vincitore e quarto semifinalista: “Poesia in Movimento” Magiko

 

Prima di una piccola pausa, viene consegnata la targa ProWrestling.it a Red Scorpion, come miglior wrestler dei quarti di finale.

 

A rovinare la festa arrivano però La Corte ( nome dato alla stable formata da Pietro Primo, Steve Giottoe, ora, anche El Gordo.), che ha con se un nuovo membro, El Gordo. Red Scorpion subisce un pestaggio dai tre, che infieriscono molto sulla sua gamba malandata, con Gordo che gli ruba anche la targa appena vinta.

 

Pietro Primo prende il microfono e dice di non voler combattere contro un avversario infortunato, ma di volersela vedere con un wrestler in forma. Dal backstage esce allora Magiko ed il match ha inizio.

 

Coppa Olginate – Semifinali

“il Re” Pietro Primo w/la Corte vs “Poesia in Movimento” Magiko

 

Il wrestler mascherato viene prontamente malmenato da Gordo e Giotto che non gli permettono di arrivare sul quadrato entro dieci secondi. Vince quindi Pietro per count out.

 

Vincitore e primo finalista: “il Re” Pietro Primo

 

 

Seconda semifinale in arrivo, “il Nemico del Male” Red Scorpion, pronto a combattere nonostante la gamba dolorante, andrà uno contro uno con “il Ragazzo mMeraviglia” Andy Circus

 

 

Coppa Olginate – Semifinali

“il Nemico del Male” Red Scorpion vs “il Ragazzo Meraviglia” Andy Circus

Semifinale parecchio interessante, tra due dei wrestler che più mi avevano impressionato nella prima parte dello show.

Incontro sicuramente buono e divertente, ma che avrei fatto durare maggiormente: troppo corto, ed il minutaggio è stato probabilmente il vero problema dello show.

A vincere è stato Scorpion, ancora grazie alla sua patentata Red Driver.

 

Vincitore e secondo finalista: “il Nemico del Male” Red Scorpion

 

Eccoci arrivati all’unico incontro extra torneo previsto per la serata, un No Disqualification Match tra “metallo pesante” Steel e “la furia spagnola” Nacho.

 

 

No Disqualification Match

 “Metallo Pesante” Steel vs “la Furia Spagnola” Nacho

Incontro fin da subito veloce e molto duro, con i due wrestler che in poco tempo finiscono a combattere fuori dal quadrato.

Non male come match, con un minutaggio adatto alla situazione; vengono usate poche armi, un tubo di metallo e un piccolo estintore, ma la stipulazione giova a favore di Steel, dato che riesce ad ottenere la vittoria grazie all’aiuto della Corte (Steve Giotto e El Gordo), entrando anche lui a far parte di questa Stable.

Vincitore: “Metallo Pesante” Steel

 

 

E’ tutto pronto per la finale in cui a contendersi la Coppa di Olginate saranno Red Scorpion e Pietro Primo, con quest’ultimo che sarà accompagnato ovviamente da La Corte.

 

Coppa Olginate – Finale

“il Nemico del Male” Red Scorpion vs “il Re” Pietro Primo w/La Corte

Il pubblico è molto caldo e tutto completamente a favore di Red Scorpion, idolo incontrastato dall’inizio dello show.

Non un match eccelso, ma sicuramente con dietro un ottimo booking: Pietro capisce che Scorpion soffre i colpi alla gamba e proprio per questo concentra i suoi attacchi su di essa; Scorpion non molla e riesce a riprendere in mano le redini del match.

L’arbitro finisce accidentalmente KO e Giotto, El Gordo e Steel ne approfittano per attaccare Red; i Face però non stanno a guardare ed arrivano in massa sul quadrato, ad eccezione di Magiko, sostituito da Vega Gallardo.

Al termine di questa rissa, sul ring restano Scorpion e Pietro, ed a prendere il posto dell’arbitro arriva Daniele Raco!

Red Driver di Red Scorpion su Pietro e conto di tre, che permette a Scorpion di vincere l’incontro e la Coppa di Olginate.

 

 

Vincitore del Trofeo: “il Nemico del Male” Red Scorpion

In generale è stato uno show godibile, grazie soprattutto all’interessante booking portato avanti.

Si poteva fare decisamente di più dal punto di vista del lottato e spero che nei prossimi show, sempre che ce ne saranno, ci si concentri di più su quest’aspetto.

Per questa edizione dell’Italian Uppercut è tutto, alla prossima!

Foto © FRA.PO.CO

 

Andrea Cesana

Andrea Cesana
Classe 1996 e staffer di ZonaWrestling dal 2012. News reporter, reporter, editorialista, blogger e tanto altro ancora...sul sito ho fatto un po' di tutto diciamo. Oltre a parlarne da dietro un computer, per questa disciplina svolgo anche un ruolo attivo, ovvero quello di arbitro in FCW. Al di fuori del pro-wrestling sono un grandissimo tifoso milanista.