Nuovo appuntamento con l’editoriale dedicato alla scena italiana, oggi cedo lo spazio al nostro Marsupilami e alla sua consorte Praedatrix che ci racconta lo show della ICW “Scontro Finale”, che ha visto anche l’ultimo match della lunga Carriera di un veterano della scena Italiana: Kobra

Pubblicità

 

 

 

Pontoglio, 31/01/2015

Stasera si fa la Storia.

C'è una Superstar in procinto di ritirarsi che non ha nulla da perdere, ci sono sei giovani promesse pronte a emergere, c'è un Intergender match da brividi e il già proclamato Feud of the Year.

E ci siamo noi, Marsupilami ePraedatrix, pronti a raccontarveli.

Marsupilami: veramente bello il colpo d’occhio del palazzetto di Pontoglio pieno in quasi ogni ordine di posto, e pubblico che si dimostrerà dall’inizio alla fine partecipe e attivo.

 

 

Goran il Barbaro Vs Marcio Silva

 

Praedatrix: Ad aprire le danze, dopo un breve discorso introduttivo ad opera del Direttore Orlandi, sono i due colossi Goran e Silva.

Classico match tra Big Man, molto statico e intervallato da diverse prove di forza: il Colosso Carioca, nonostante la stazza (è alto quasi due metri), mostra una buona tecnica ed è piuttosto agile, guadagnandosi subito la stima del pubblico; il Guerriero Longobardo punta tutto sulla potenza, atterrando più volte l'avversario e andando vicino alla vittoria.

La vittoria sorride però al lottatore brasiliano, che chiude l'incontro con un Brazilian Kick.

Marsupilami: di solito si parte con un match abbastanza dinamico per scaldare il pubblico, peculiare quindi la scelta di inizare invece con uno scontro tra bigman.

La contesa stenta un filino a decollare ma sul finale si accende con un paio di near falls molto bene eseguito; Marcio continua la serie di incontri positivi che sta inanellando da qualche mese, mentre Goran fa vedere buone cose, riscattando una non brillantissima performance a Pandemonium.

 

Vincitore: Marcio Silva

 

 

Six Man Way Match

Dinamite Jo Vs Leon Vs Ombra Vs Stelvio l’Alpino Vs “Superstar” Simon Silas Vs Taurus

 

Praedatrix: Taurus. Dinamite Jo. Stelvio l'Alpino. Ombra. Sergente Leon. Superstar Simon Silas.

Questi i nomi dei lottatori bergamaschi che si sfidano stasera.

Nessuna cintura o title-shot in palio, solo la possibilità di poter essere etichettati come il diretto successore del Viscido Serpente, Kobra.

L'incontro si apre con un assalto degli altri cinque contro il mastodontico Taurus, che però li respinge facilmente; è necessario uno sforzo combinato per riuscire ad abbatterlo.

Da qui, incomincia un tutti-contro-tutti forsennato e splendido; ogni lottatore ha la sua possibilità di mettersi in mostra con vari spot: il migliore è quello del Sergente di Ferro, Leon, che si lancia dal paletto verso l'esterno del ring, travolgendo tutti gli altri avversari.

A emergere dalla mischia e  portarsi a casa la vittoria, eseguendo uno Splash sull'arrogante Silas, è 'la montagna che cammina', Taurus. Che sia lui il degno erede del Viscido Serpente?

Marsupilami: decisamente divertente questa contesa a più uomini, si vedeva che i ragazzi erano tutti motivati a dimostrare al maestro le loro qualità.

Lo scontro è filato via liscio con diversi sport multipli e la solita serie di finisher e contro finisher, fatte però con criterio e in maniera sempre crescente.

Personale MVP del match, e mi duole dirlo e lui sa perché, va a Silas nonostante il pin subito perché è stato molto pulito nelle esecuzioni e decisamente espressivo quando si è ritrovato più volte solo al cospetto di Taurus.

Da tenere sott’occhio per i prossimi mesi.

 

Vincitore: Taurus

 

Dopo tutto questo, sul ring irrompe un furibondo Doblone. Qualcuno ha osato sottrargli il rum che sempre lo accompagna, e il Pirata Maledetto intima a costui di farsi avanti e restituirgli il mal tolto. Il colpevole non esita a palesarsi, per la sorpresa di tutti: è niente meno che… Charlie Kid!

 

 

      Charlie Kid Vs Doblone  w/la Ciurma

 

Praedatrix: Kid irride l'avversario distribuendo con nonchalance il rum alle prime file.

Doblone scaglia tutti i suoi sottoposti contro il Cowboy Italiano, cercando di prendersi un vantaggio, ma vengono tutti facilmente respinti, e il match può avere inizio.

Siamo sollevati di rivedere Charlie sul ring, e ancora di più nel vederlo in una buona forma fisica: il Cowboy Italiano deve vedersela contro ben quattro avversari, in quanto la Ciurma non è intenzionata a lasciare il capitano nei guai, arrivando ad allontanare le corde quando Kid cerca di raggiungerle; moriamo dalle risate quando per errore le allontanano dal loro stesso capitano.

Per sconfiggere l'avversario, Doblone ricorre al suo trucco preferito: fa accecare Kid con il rum, per poi chiudere con la Jolly Roger DDT.

Charlie è stato battuto, ma ha dimostrato di essere di nuovo pronto a lottare, e chi può dire se, dopo aver chiuso i conti con Doblone, non reclami ciò che era suo? Red Devil stia in guardia: il Cowboy Italiano è tornato!

Marsupilami: decisamente a sorpresa il ritorno di Charlie dall’infortunio e la cosa non può che farci piacere, un filo di ruggine nei movimenti si è vista ma in sostanza il lottatore con le mutande pezzate è sembrato in buona condizione.

Sul ring, è stato il match a cui Doblone negli ultimi periodi ci ha abituatati, integrando perfettamente il comedy con la tecnica.

Il finale sporco – ok che è il marchio di fabbrica di Doblone, ma si potrebbe anche trovare qualche altro escamotage – lascia senza dubbio margine per una rivincita,  può esser senza dubbio un buon feud per entrambi i lottatori prima di rientrare nei rispettivi giri titolati.

 

Vincitore: Doblone

Prima del prossimo match, il Direttore Esecutivo Orlandi annuncia la firma del contratto del match tra Black Jack e Kobra di stasera, specificando che tale incontro non è riconosciuto dalla federazione stessa, che quindi declina ogni responsabilità.

Tra i due contendenti c'è un accenno di rissa, ma Kobra si da alla fuga.

 

 

#1 Contender Match for Campione Italiano Wrestling ICW

OGM Vs Lupo

 

Praedatrix: Quando sul ring ci sono due Superstar di questo livello, sai che lo spettacolo è assicurato.

Il Maschio Alfa e il Lottatore Geneticamente Modificato non si risparmiano di certo e danno il via ad una contesa accesissima e violenta: i due sono tanto presi dal loro personale Grudge Match che la title shot in palio viene dimenticata, e finiscono per ottenere un doppio count out; ma nemmeno il suono della campanella riesce a fermarli.

Deve intervenire la sicurezza, e solo con grande fatica riescono alla fine a trattenerli: OGM addirittura afferra uno di loro e cerca di lanciarlo contro l'avversario.

Il capitolo non è concluso, e Red Devil è ancora senza uno sfidante. Come sarà risolta la questione?

Marsupilami: Lupo e OGM sono sinonimi di qualità sul ring e anche stavolta non hanno fatto eccezione.

Match duro, tremendamente fisico ma anche tecnico come i due lottatori ci hanno sempre abituato in questi anni.

Il match finisce fuori ring e i due decidono di continuare allegramente a menarsi in lungo e in largo, ignorando il conteggio e pensando unicamente a come arrecarsi vicendevolmente i maggiori danni possibili.

Di solito non mi entusiasmano i finali con doppia squalifica ma qui ci può anche stare, vedremo se la cosa porterà a un match a 3 con il campione Devil o se tra i due sarà necessaria una ulteriore battaglia.

Personalmente vedrei molto volentieri tra i 2 un match alle 3 cadute, potrebbe esser un piccolo capolavoro.

 

Il Match finisce No Contest per Double Count Out

 

 

Tag Team Match

Andy Manero & Alessandro Corleone Vs Mark Fit & Tenacious Dalla

 

Praedatrix: Manero pretende di farsi annunciare come 'il miglior vincitore della Numero Uno di sempre', e sembra intendersi bene con l'arrogante Corleone.

Fit e Dalla lavorano altrettanto bene in coppia e fanno valere la loro agilità sopraffina: Dalla in particolare dimostra una tenacia sovrumana, resistendo per quasi dieci minuti nelle mani degli avversari, senza cedere neanche una volta, prima di riuscire a dare il cambio al talento bresciano.

Nonostante l'impegno dei giovani prospetti, sono gli heel a trionfare, mostrando di saper lavorare in coppia, escludendo un piccolo litigio su chi avrebbe dovuto eseguire lo schienamento.

Dopo questa vittoria, Manero e Corleone andranno ad insidiare il regno dei Leoni Indomabili?

Marsupilami: match di coppia divertente e decisamente ben lottato.

Dalla sta diventando ormai uno specialista nel genere “ne prendo un sacco e una sporta  e poi do il Touch”  lo vorrei vedere seriamente impegnato per la caccia ai titoli di coppia, e con Mark Fit formano decisamente un bel duetto. Dall’altra parte Manero con la coppa del Numero Uno aumenta la sua odiosità di diversi livelli e ciò è positivo,  la sua dinamica col padrino è particolare ma ha un senso, con Corleone che non gli vende le pose ma lo supporta egregiamente sul lottato.

Come sfidanti ai titoli di coppia potrebbero porre dei sei problemi ai Leoni Indomabili dominatori della categoria di questi mesi.

 

Vincitori: Andy Manero & Alessandro Corleone

 

 

Mixed Match

Queen Maya Vs Mr. Excellent

 

Praedatrix: In WWE, le donne riescono a botchare anche i tag.

In ICW combattono alla pari con gli uomini.

Al Purista brucia ancora la sconfitta rimediata alla Coppa dei Campioni contro la Regina, e fa valere tutta la sua tecnica e la sua agilità per contrastare la maggiore stazza e forza dell'avversaria.

Un paio di spot un po' sporcati non rovinano la qualità complessiva del match, molto piacevole ed incerto.

La campionessa femminile arriva diverse volte vicino alla vittoria, ma Mr. Excellent riesce a batterla con un repentino Roll Up e appoggiando i piedi alle corde: Il Purista si è preso la sua vendetta, ma Queen Maya ha dimostrato di che pasta è fatta. In ginocchio davanti alla Regina!

Marsupilami: è sempre difficile giudicare un incontro cosi particolare come un uomo vs donna, ma mi fa estremamente piacere poterlo commentare come un match 1 vs 1, in quanto come combattimento serio è stato trattato. E che match signori; nonostante qualche piccolo errore di esecuzione, ci siamo trovati di fronte una contesa solida, equilibrata e giocata in maniera molto psicologica da Excellent, che ha mirato prevalentemente alle gambe di Maya per potervi applicare le sue mosse di sottomissione.

 La Regina non si è mai data per vinta e ha tirato fuori una prestazione da applausi e, pure nella sconfitta, ha ricordato a tutti come mai sia da anni una delle migliori a livello europeo

 

Ed eccoci finalmente giunti al Main Event della serata:

 

 

Street Fight Kobra Retirement Match

 Black Jack Vs Kobra

 

Praedatrix: Ventotto. Sono ventotto i minuti durante i quali il Fante Nero e il Viscido Serpente si danno battaglia.

L'atmosfera ricorda quella della storica ECW Ballroom Arena (assenza di birra ed eccesso di bambini a parte), tanto che sul ring sono stati preventivamente posizionati diversi oggetti contundenti, come sedie, kendo stick e addirittura una scala.

Kobra arriva addirittura ad ammanettare l'avversario prima di prenderlo letteralmente a bastonate; la contesa si sposta a più riprese in mezzo al pubblico, arrivando fino sulle gradinate.

Tutto viene travolto dalla furia dei due lottatori, ed il pubblico urla a più riprese 'ECW, ECW!' e 'Holy s**t!'.

Saltano fuori una mazza coperta di fil di ferro e un sacchetto di puntine da disegno, che viene rovesciato sul ring e su cui entrambi i lottatori finiscono. Ci manca il fiato quando Kobra urla: "Fallo!" prima di essere colpito alla testa con una sediata.

Dopo quasi mezz'ora in cui entrambi i contendenti sono stati vicino a strappare la vittoria, Kobra viene steso su un tavolo, e Black Jack esegue uno Splash dalla scala che lo porta a vincere.

Ma non è finita.

Quando Kobra si rialza, solleva sportivamente il braccio dell'avversario; il Fante Nero si libera e fa lo stesso, perché questa è la serata di Kobra.

È la sera dell'ultimo match di una grandissima Superstar, orgoglio e talento tutto italiano.

Tutti i lottatori presenti questa sera sfilano sul ring per porgere i propri saluti al futuro membro dell'Arca della Gloria.

Abbiamo un groppo in gola e gli occhi umidi.

L'arena si scioglie in un'ovazione collettiva.

Un applauso per Kobra, o meglio per Alberto!

Marsupilami: giudicare un match che sai essere quello che chiuderà la carriera di uno dei due protagonisti è impresa complessa, ma se dovessi fare vedere a una persona cosa vuol dire amare la disciplina e dare tutto per il pubblico bhè lo riporterei nel tempo a Pontoglio e gli farei vedere cosa è stata questa battaglia.

I due hanno dato tutto se non anche di più per il gusto di lasciare negli occhi degli spettatori uno spettacolo unico, e che spettacolo: Black Jack, dopo quattro anni e mezzo di inattività dovuti a un brutto infortunio proprio durante un match in cui lottavo assieme a Kobra, è stato semplicemente perfetto nel ruolo di ricercatore della rivincita e ha dimostrato lampi del suo talento, ma ovviamente il centro della storia era Kobra che ha fatto una prestazione che mi ha ricordato, e mi permetterà il paragone forse azzardato, quello che fece Flair nell’ultima sfida della carriera in WWE, lasciando sul tappeto, ma anche in giro per l’arena, ogni goccia di sudore e di sangue che avesse in corpo, facendo vedere a tutti perchè per anni è stato LA colonna della federazione.

 I 30 minuti circa del match sono stati fenomenali, forse uno dei migliori match visti in Italia da diverso tempo ed è andato tutto bene, persino gli spot con i tavoli sono stati perfettamente realizzati e la vittoria di Black Jack è stata la giusta chiusura.

Il post match..bhè qui si parla da parte, avendo una particolare predilezione per Kobra vedere tutto il Roster che esce a salutarlo è stato un momento veramente bello ed emozionante, che fa vedere come ci sia un gruppo di persone veramente unito e legato dalla disciplina che ha reso il giusto omaggio all’amico e maestro e anche per noi che seguiamo da un pò il tutto è stato molto bello.

Ora la ICW si trova senza un vero heel di riferimento, vedremo chi salirà sul monte di battuta a prender il posto cosi importante lasciato vacante ma ora è solo giusto fare un ultimo e grande applauso a Kobra.

 

Simone “Marsupilami” Saleri & Marta “Praedatrix”

 

Appuntamento al Prossimo Numero