Pubblicità

Nuovo appuntamento con l’editoriale dedicato alla scena italiana, oggi ospito il buon Antonio “The Rabid” che ci racconta dello Show della ICW “Assalto a Nord Ovest 2015” andato in scena lo scorso Sabato a None (TO).

 

 

 

Benvenuti a questo nuovo appuntamento con l’Italian Uppercut dal vostro Antonio “The Rabid” ; quest’oggi appuntamento con la ICW e con “Assalto a Nord Ovest 2015” da None (To)!

Due gli ospiti internazionali presenti stasera sul ring, il francese Jimmy Gavroche (già visto in azione proprio a None nella prima fase del Torneo che riassegnava la cintura di Campione Italiano Wrestling ICW, Ndr) e il Canadese Starbuck (visto in italia anche con l’IWS, al suo esordio in ICW, Ndr)

Palazzetto dello sport di None decisamente sold out, si respira una bella atmosfera stasera, colgo l’occasione e ringrazio per la disponibilità avuta Red Devil.

Partiamo subito con i match:

 

Match #1

Marcio Silva vs Lupo

 

 

Silva è un atleta ancora da sgrezzare e si vede, ma ha una buona presenza scenica e il pubblico gli andava decisamente dietro.

Lupo dimostra, invece, di essere un heel coi fiocchi interagendo alla grande con i fan presenti a bordo ring.

Un incontro sostanzialmente breve con Silva che subisce per quasi tutto il match ma riesce a mettere a segno un discreto samoan drop.

Alla fine Lupo si aggiudica l’incontro grazie ad un low blow non visto dall’arbitro, seguito da una culla repentina che gli vale il conto di 3.

 

 

Vincitore: Lupo

 

Match #2

Mark Fit vs Corvo Bianco

 

 

Fit si presenta sul ring accolto dai fischi mentre Corvo Bianco, che  gioca in casa essendo di queste parti, gode i favori del pubblico e viene osannato dai bimbi.

Ottime offensive dei due ma anche qui il match é piuttosto veloce.

Belle alcune combinazioni come la backbreaker seguita dalla STO di Corvo Bianco e il fireman carry into knee neckbreaker di Fit, il pubblico sembra decisamente colpito. Il match si chiude con una rolling cutter di Corvo Bianco.

 

 

Vincitore: Corvo Bianco

 

Match #3

Doblone w/La Ciurma  vs Tenacious Dalla

 

 

Idolo il componente della Ciurma di Doblone che sputa mezzo litro di whisky addosso a due bimbi nella prima fila.

Il match scorre via molto liscio con pochi tempi morti e le scorrettezze della ciurma sono evidenti (e troppe a mio avviso, Nda).

Bella la plancha di Tenacious e gli step up enzuigiri in fila; alla fine a portarsi la vittoria a casa é Doblone che si aggiudica il match grazie all’aiuto degli allegri corsari al suo seguito.

 

 

Vincitore: Doblone w/La Ciurma

 

Match #4

Charlie Kid vs Jimmy Gavroche

 

 

Match prestigioso tra l’ex campione italiano e un atleta di caratura europea come Gavroche, allenatosi e formato presso la 3D Academy (la scuola di Bull Ray e Devon, Ndr).

I due non si risparmiano e danno tutto sul quadrato, si vede: Kid subisce per la maggior parte del tempo beccandosi due-tre neckbreaker e anche una slice bread con l’aiuto della terza corda da parte di Gavroche.

Successivamente ecco il comeback di Charlie Kid che prima esce con una suicide dive e poi in successione un exploder suplex e ben tre celtic cross e solo all’ultima riesce a strappare un conto di tre all’arbitro.

 

 

Vincitore: Charlie Kid

Dopo uno stacchetto musicale ecco il quinto match della serata:

 

Match #5 – Six Man Tag Team Match

Blake, Gemini e Danny Angel vs Discepoli del Dolore (Jester & Ombra) & Mr Excellent

 

 

Un match che vede contrapposti tre ragazzi dell’Academy torinese e la stable di Psycho MIke da poco creatasi.

 I tre idoli di casa sono ragazzi provenienti dal polo di Torino e Gemini addirittura viene da None.

Mi sento di poter dire che tra i tre prodotti di casa il più solido mi è sembrato Blake che viene fuori con delle buone manovre con una power slam molto veloce e l’helluvah kick.

Peccato che i Discepoli del Dolore, al quale stasera si è eccezionalmente aggiunto  Mr. Excellent, vengano fuori alla distanza e riescano e chiudere la contesa schienando lo stesso Blake con una combinazione di Samoan Drop e neckbreaker.

 

 

Vincitori: Discepoli del dolore & Mr. Excellent

 

Match #6

Queen Maya vs Jockey

 

 

Come sempre Queen Maya si atteggia al suo ingresso mentre Jockey se ne esce fuori saltellando e dimostrando fin da subito una grande energia, nonostante la campionessa italiana dica di essere nettamente superiore.

Buone alcune offensive della piccola Jockey che tiene testa alla rivale ben più quotata. Nonostante alcune ottime combinazioni e mosse come le due headscissor consecutive e un crossboldy dalla terza corda, è Queen Maya a vincere con una clothesline DEVASTANTE.

 

 

Vincitrice: Queen Maya

 

Match #7 – Campione Italiano Wrestling ICW  

Red Devil (c) vs Starbuck

 

 

E siamo giunto finalmente al Main Event della serata: Ospite internazionale che vuole appropriarsi del titolo ICW appartenente a Red Devil. Starbuck ha numeose esperienze internazionali in Europa, USA e Giappone, dove ha lottato in federazione come la WRESTLE-1 e SMASH(federazione di Tajiri, ex WWE), dove è stato anche campione.

Match che comincia subito a 100 all’ora con le armdrag in rapida sequenza del campione italiano.

Alla lunga però viene fuori Starbuck con una diving clothesline e una buona combinazione di dropkick e superkick seguiti da un bulldog dalla terza corda.

Red Devil viene appeso al paletto e poi baseball slide dello sfidante; ad un certo punto del match, ecco lo spike piledriver di Starbuck che quasi gli vale il conto di tre ma il campione resiste e si riprende con un dropkick altissimo e una springboard stomp kick sulla schiena di Buck appoggiato alle corde sull’apron.

Starbuck tenta di riprendersi fuori dal ring ma si becca uno springboard moonsault di Red Devil e il pubblico impazzisce; tornati sul ring è sempre Red Devil che tiene il pallino dell’azione e mette a segno un crossbody e un enzuigiri.

Starbuck è a terra e Red Devil connette con il devilsault che gli vale il contro di 3!

 

 

 Vincitore & mantiene il Titolo: Red Devil

 

Considerazioni generali

 

–   Un buon evento che ha avuto una qualità crescente dal primo all’ultimo match.

–   Buoni gli ospiti internazionali che hanno dato un tocco di pregio in più all’evento e bella la difesa titolata di Devil.

–  Dall’Academy sembra stiano uscendo buoni prospetti, mentre mi sono piaciuto molto i Discepoli del Dolore che hanno quel pizzico di pazzia che non guasta.

In fin dei conti un buono spettacolo che, a quanto pare, ha coinvolto e colpito gli spettatori del palazzetto di None, Promosso a pieni voti.

E su Red Devil che si può dire?! Ancora, mani basse, il miglior atleta italiano e il più meritevole di portare alla vita il massimo alloro ICW.

P.S. un saluto a Simone Bressi che mi ha aiutato con il report e ha partecipato al suo primo evento live di Wrestling!

 

 

Foto © Fabio Tornaghi, che ringraziamo per aver messo a disposizione le sue foto

 

 Antonio “The Rabid”

Appuntamento al prossimo numero