Pubblicità

Nuovo appuntamento con l’editoriale dedicato alla scena italiana; ho di nuovo il piacere di ospitare la premiata ditta Marsupilami-Praedatrix, che ci racconta l’ultimo Show della ICW andato in scena lo scorso Sabato a Borgosatollo (BS), ICW L’Ora dei Campioni 2015

 

 

 

Praedatrix: Doverosa premessa: stavolta, sto dall'altra parte della barricata.

Stavolta, per la prima volta io sono una staffer!

Annunciatore è il leggendario Manuel Orlandi, che prima di iniziare rivela che stasera finalmente sarà svelato il nome del nuovo Direttore Generale; presenta poi uno degli ospiti della serata, l'inglese Marty Jones, che nel primo match avrà il ruolo di Belt Keeper e più tardi accompagnerà sul ring il collega Johnny Saint. Partiamo!

 

Titolo Interregionale ICW

 Alessandro Corleone (c) Vs Tempesta

 

Praedatrix: Nota di colore: rileggendo i vecchi report, mi sono ricordata che questi due si erano alleati One Night Only per cercare di strappare i titoli

agli allora campioni, i Leoni Indomabili.

Il Padrino tiene prevalentemente banco, sfruttando la stazza sul più piccolo e agile avversario; Rombo di Tuono resiste colpo su colpo, arrivando tanto vicino alla vittoria che Corleone deve ricorrere ad un colpo basso non visto dall'arbitro per tenersi la cintura incollata alla vita.

Uno schifato Marty Jones è costretto ad allacciare la cintura alla vitadel riconfermato campione.

Marsupilami: Si parte subito con la contesa titolata per il titolo interregionale ed è la più classica sfida tra big men e flyer, con Corleone che mantiene sempre il controllo della situazione dimostrando buoni miglioramenti sulla gestione della contesa, tenendo un ritmo basso ma incessante negli attacchi.

Il buon Tempesta fa di tutto per riuscire a coinvolgere la folla e mettersi lui stesso in contesa ma i suoi attacchi fanno fatica a fare breccia nella difesa del campione che, quando messo alle strette, si rifugia nel più classico dei colpi bassi che gli vale la conferma della cintura.

Difesa quindi a segno e vedremo se prima o poi Corleone verrà sfidato da pari peso, faccio un nome solo, Mariel…

 

 

Vincitore e mantiene il Titolo: Alessandro Corleone

 

Praedatrix: Non c'è tempo di prendere fiato, è già ora di scoprire finalmente l'identità del nuovo Direttore. Rullo di tamburi…Kobra!

Il Viscido Serpente tiene un promo in cui sostiene di essere cambiato e di non essere più la persona scorretta di una volta… Tanto da dichiarare in faccia al campione Red Devil che farà di tutto pur di fargli perdere quel titolo che ha conquistato proprio contro di lui.

L'avversario scelto per stasera è una vecchia conoscenza del Fenomeno,Charlie Kid; Devil, per nulla intimorito, accetta.

 

 

Marsupilami: La nomina di Kobra era nell’aria e il nostro è perfettamente a suo agio in questi panni, mi ha ricordato il buon Kurt Angle ai tempi di Smackdown,ma con più capelli.

Vedremo se si formerà una banda di scagnozzi alle sue dipendenze per render la vita impossibile a Devil.

 

 

Fatal 4 Way Match

Nick Lenders Vs Alex Flash Vs Xpress Vs Doblone

 

 

Praedatrix: Lenders e Xpress giocano in casa e si prendono dei bei pop da parte del pubblico; Flash e Doblone improvvisano un'alleanza per sbarazzarsi uno alla volta dei due avversari… Per poi ricordarsi che ci può essere un solo vincitore.

Da qui, parte un carosello forsennato e godibilissimo, che culmina con una Tower of Doom che vede coinvolti Doblone, Flash e Xpress.

Dopo una serie di finisher fatte a vicenda, è il Goleador bresciano a portarsi a casa un'importante vittoria, abbattendo il Pirata Maledetto con un Super Kick.

Lenders e Xpress si scambiano un gesto di rispetto alla fine del match.

Marsupilami: Molto divertente e bel lottato questo match a 4 con tutti i lottatori che hanno lo spazio che meritano e rendono la contesa vivace e sempre attiva. Doblone dall’alto (ma fino a un certo punto) della sua esperienza comanda le danze in maniera impeccabile, aiutando un Flash che nei panni di heel deve ancora lavorare sulla caratterizzazione del personaggio ma le basi ci sono.

Per i face, bella prestazione di Xpress che porta il suo mattone e il tifo e Lenders che fa come sempre vedere di aver uno chassis notevole su cui si sta costruendo mattone dopo mattone un signor lottatore.

Notevole la Tower of Doom Powerbomb + Suplex e meritata la vittoria del calciatore che mi sembra pronto per una chance seria al Titolo dei Pesi LeggeriICW.

 

 

Vincitore: Nick Lenders

 

On. Malacarne Open Challenge

Onorevole Malacarne Vs El Tecnico

 

Praedatrix: Prima del match, Malacarne si premura di insultare tutto il pubblico presente nel palazzetto, avversario compreso. 

El Tecnico evita diverse volte i colpi dell'avversario, più grosso e lento, ma in pochi minuti l'Onorevole lo agguanta in una Bear Hug e lo costringe a cedere per K.O. tecnico.

Marsupilami: A sorpresa per una volta l’Onorevole non fa la figura del politico tutto parole e passa ai fatti, asfaltando senza pietà il volenteroso Tecnico, dimostrando che quando vuole può esser pericoloso più di una discarica abusiva.

Squash match classico e non vedevo vincere un match con una bear hug dall’87.

 

 

Vincitore: Onorevole Malacarne

 

Non contento, Malacarne infierisce sul corpo dell'avversario, ma dal backstage accorrono Mark Fit e OGM per dargli una bella lezione.

Ma Kobra fa capolino e dichiara che, se i due hanno tanta voglia di combattere, possono farlo subito… Uno contro l'altro!

 

Mark Fit Vs OGM

 

Praedatrix: Due cose sono evidenti in questo match: uno, questi due fanno parte della cerchia 'Garanzia di spettacolo assicurato'; due, i match face vs face sono fattibilissimi e anche belli.

Il pubblico inneggia indistintamente per entrambi (anche se Fit riscuote i pop maggiori, giocando in casa), che non si risparmiano in nome dello spettacolo: Fit colpisce OGM con ben sei Dropkick al paletto, a cui il Lottatore Geneticamente Modificato risponde con una devastante Jumping Powerbomb.

Entrambi ribaltano per due volte la finisher dell'avversario, finché a spuntarla è OGM, riuscendo a connettere con la Genetic Driver.

Scambio di gesti di rispetto anche per loro.

Marsupilami: Signori che match! Ci potevano essere dei piccoli dubbi su come gli stili profondamente diversi dei 2 potessero amalgamarsi ma il risultato non è stato una pazza maionese ma anzi un piacevole cocktail di emozioni, nella battaglia tra lo stile piu secco e forte da spritz di OGM e quello più leggero e spumeggiante da Pirlo di Fit.

Match di buona durata in cui i due mostrano gran parte del loro repertorio più alcune novità come quelle citate da Preadatrix.

La vittoria di OGM in questo caso è più figlia dell’esperienza che di una effettiva diversità di valori sul campo e Mark sono certo avrà modo e tempo di potersi rifare perchè il futuro è decisamente dalla sua parte.

 

 

Vincitore: OGM

 

Tag Team Match

Psycho Mike & Mr. Excellent Vs Manuel Majoli & Johnny Saint (w/Marty

Jones)

 

Praedatrix: Io non ho parole. E se ce le avessi, non riuscirei a metterle per iscritto.

Questo è un match di Wrestling con la W maiuscola, signori.

Azzardo a dire che non manca nulla di quello che dovrebbe avere un match per essere considerato di tutto rispetto: tecnica, storytelling, selling, interazione… Ci sono, ed in abbondanza.

Un match che ha tenuto incollato alla sedia chiunque, grandi e piccoli, neofiti e appassionati; Johnny Saint, settanta e rotti anni, fisico asciutto come un giunco e solido come una quercia, non ha problemi a tenere testa uno

dei migliori lottatori italiani, il Purista Mr. Excellent, uscendo da tutte le sue prese di sottomissione. E, ogni volta che Saint si liberava da una presa, la gente esultava come neanche ai Mondiali.

Poco altro da dire: i tre lottatori nostrani sono tra i migliori, e si vede.

A trionfare sono Saint e il Maestro Majoli; questo è davvero uno di quei match da studiarsi alla moviola.

 

 

Marsupilami: In questo match abbiamo acceso la Delorean e siamo andati dritti nel passato a vedere cosa fosse il wrestling made in Uk di vecchia scuola.

Se vi dico che la mosse più complessa che abbiamo visto in questo match è stato un dropkick ma che allo stesso tempo è stato uno dei match più godibili che ho visto è testimonianza di qualcosa di speciale.

Saint rimane un asso nel districarsi in maniera apparentemente semplice ma sempre geniale da quanto gli viene applicato, con lo stesso effetto con cui il mago sorprende i bimbi quando fa sparire e riapparire le monete.

Diamo atto anche a Mike e Excellent di esser stati perfetti come antagonisti che le provavano tutte per mettere in difficoltà gli avversari e al Maestro di esser stato spalla perfetta e funzionale al gioco.

E’ difficile raccontarvelo davvero, ma una sfida che i presenti ricorderanno, la dimostrazione di come a volte non servono 140 mosse svolazzone o il sangue a litri per un buon match, ma basta una storia e sapere catturare l’attenzione del pubblico con le cose semplici ma eseguite alla perfezione.

 

 

Vincitori: Johnny Saint & Manuel Majoli

 

Titolo Femminile ICW/ RQW European Women’s Title

Queen Maya (c) Vs Laura Wellings

 

Praedatrix: Se mi chiedessero come debba essere una lottatrice heel senza scadere nella comune cagnetta isterica, punterei il dito verso la Regina: Maya è

una heel arrogante senza essere mai banale o fastidiosa.

Laura Wellings, ben accolta dal pubblico di casa, ha difficoltà nell'affrontare la mastodontica avversaria, puntando sulla tenacia ed uscendo anche dalla Black Hole Slam, prima di cedere ad un devastante Editto Reale.

Match molto piacevole, peccato solo per il minutaggio un po' stringato.

Marsupilami: Come accade quando ci sono ospiti stranieri, Maya si trasforma in Maleficent e devo dire che mi fa sempre morire in questa veste. La sua avversaria è un discreto personalino e consiglio di andarvi a cercare sue foto perché é decisamente carina, molto semplice ma col suo perché e sul ring ci sa fare, con un repertorio molto dinamico e piacevole a vedersi.

Peccato qui per un minutaggio un filo breve che non ci ha permesso di vedere tutto il potenziale delle due lottatrici ma senza dubbio il match è filato via bene e Maya si conferma bi-campionessa, la sera dopo ha lottato a Norwich, che dietro l’angolo non mi risulta essere, per il titolo femminile europeo mantenendolo ancora.

Se non è questa dedizione e passione per il wrestling ditemi cosa sia!

 

 

Vincitrice e mantiene entrambi i Titoli: Queen Maya

 

Marcio Silva Vs Andy Manero (w/Krystal)

 

Praedatrix: Io, questo match, me l'aspettavo fin da quando, mesi fa, hanno annunciato la data ufficiale del torneo Numero Uno.

Silva è veramente in una forma straordinaria, forse la migliore da un anno a questa parte, sommando potenza ed agilità ai suoi due metri d'altezza; Manero è un altro di quegli heel maledettamente bravi, alla Edge in pratica.

Match molto puntato sulla velocità, tanto che Silva, vedere sopra, silancia pure in una bella Flying Elbow.

Manero evita la finisher del brasiliano uscendo dal ring, e riuscendo a far contare l'avversario fuori; I giochi tra questi due non sono certi conclusi…

Marsupilami: Faida annunciata, come detto anche da Praedatrix, e primo capitolo che va in porto con un sostanziale pareggio.

Se da una parte Manero ormai è una certezza sia dal punto di vista del lottato che dal punto di vista dell’heat che riesce ad ottenere dal pubblico, dall’altra parte ho visto la migliore versione sul ring di Marcio, che mi sembra si trovi decisamente più a suo agio sul ring quando il ritmo è incalzante invece che lento, caratteristica per nulla comune in un big man come lui.

Tra i due si è vista fin da subito quindi una buona chimica sul quadrato e la speranza è che la faida continui in crescendo; l’unico dubbio personale è sul finale, mi sta bene il count out ma Marcio è rimasto spaventato dal fatto che ci fosse Kristal, l’accompagnatrice di Manero, vicino al ring e alla battaglia sebbene nelle fasi precedenti la stessa avesse interferito nella battaglia e non abbia in quella circostanza fatto nulla per fermare il gigante brasiliano.

Son piccoli dettagli ma son cose che si possono migliorare senza dubbio.

 

 

Vincitore per Count Out: Andy Manero

 

Campione Italiano Wrestling ICW

Red Devil (c) Vs Charlie Kid

 

Praedatrix: Vi ricordate della cerchia di cui si parlava poco fa? Ecco, questi due ne fanno parte a pienissimo diritto.

Mentre il campione sta per salire sul ring, Kobra lo aggredisce alle spalle con un sedia, colpendolo al ginocchio sinistro, sotto gli occhi dell'arbitro che non ci pensa due volte a cacciarlo senz'appello dal ring.

Il Cowboy Italiano sfrutta più che può il vantaggio acquisito, infierendo in maniera chirurgica sulla gamba infortunata, chiudendo il campione anche in una Walls of Jericho.

Ma il campione, che dimostra che non lo è certo per caso, si morde le labbra e resiste strenuamente, uscendo anche dalla Spear dell'avversario.

La sua tenacia viene premiata, e con un repentino Devilsault ne esce ancora campione dalla sua quattordicesima sfida (dài, Devil, superiamo la Streak!).

Marsupilami: Eccolo il Kobra che da subito fa valere il suo nuovo ruolo con il classico attacco con sedia gialla( che ormai merita un posto ad honorem nel roster) al ginocchio del campione ancora prima dell’inizio della contesa.

Per Devil è stato un match tutto in salita in quanto Charlie ha intelligentemente attaccato il ginocchio malconcio, lasciandogli pochi spazi per i suoi attacchi volanti; se vogliamo trovare un neo nella strategia dello sfidante è stato quello di non aver colpito ancora più duramente con le sue finisher in modo da spezzare la resistenza del campione che infatti, al primo break positivo, è riuscito con grande fatica a connettere con la micidiale Devilsault.

Bel main event comunque con la conferma di entrambi come lottatori tra i migliori del panorama italiano; per Devil ora c’è l’ostacolo OGM a Best of Italy mentre per Charlie ci potrebbe stare diventare lo sgherro numero uno dell’Autorità Kobresca.

 

 

Vincitore e mantiene il Titolo: Red Devil

 

E adesso vedremo che cosa si inventerà Kobra nei prossimi Show… 

 

Foto © Andrea Sacchi & ICW – 2015

Appuntamento al prossimo Numero

Marsupilami & Praedatrix