Pubblicità

 

Ed eccoci alla chiusura dell’anno al consueto appuntamento, nel Blog dedicato alla scena italiana, con gli Awards agli atleti, i Match e gli Show dello Stivale, scelti, visti e reportati dal sottoscritto.

 

 

Wrestler dell’anno 2014: Charlie Kid (ICW)

 

 

Penso, come convenuto con altri colleghi che seguono la scena italiana, che il 2014 sia davvero stato l’anno del Cowboy della ICW, che da Campione Italiano Wrestling ha dato il meglio di se e lustro al titolo: 12 difese fra ICW e ASCA, contro veterani come Devil e Kobra, atleti stranieri di Livello come Heimo Ukonselka o Jack Gallagher; nel mezzo anche il Regno ECTA Tag Team con Excellent, con la difesa in Italia dei titoli a “ICW Live @ Cartoomics” (Ne ho parlato QUI ) e la perdita solo a fine Agosto nel Grand Prix Tag Team con il tradimento di Excellent.

Charlie Kid sembrava inarrestabile e non avere avversari, ma ha dovuto arrendersi a un’avversario molto ostico: tanti piccoli infortuni trascurati anche per l’amore verso il Ring e i Fans che lo hanno alla fine costretto ad abdicare, ma siamo sicuri che appena sarà in sesto, nel 2015 il Cowboy si rimetterà sulle tracce del Titolo….

 

Tag Team dell’anno 2014: Leoni Indomabili (OGM & Mariel) (ICW)

 

 

E anche qui non ci sono state storie: se la prima parte del 2014 ha visto la coppia Dinamite Jo/Marcio Silva come Campioni di Coppia ICW dettare legge, la seconda parte è stata tutta dei Leoni, che si sono confermati anche come il Tag che più di tutti in ICW e anche nella scena italiana meritava quelle cinture.

Entrambi già esperti e provenienti da due Team storici e vincenti (gli NRG OGM, Gli Eccellenti Mariel), il duo ha dimostrato un’alchimia straordinaria e una forza inarrestabili con una finisher (La Fossa dei Leoni) devastante e che ha mietuto più di una vittima nel corso dell’anno; poche difese ma un regno solido, in un 2014 che ha visto in altre realtà o cambi continui di titoli (come in TCW) o titoli che non vengono difesi da tempo (XIW e UIW) per cui a rappresentare degnamente la categoria non potevano che essere quindi i Leoni Indomabili.

 

Peso Leggero dell’anno 2014: Mark Fit (ICW)

 

 

Come scrissi l’anno scorso, avevo visto che il 2014 per questo ragazzo (premiato da me come Miglior Esordiente 2013) sarebbe stato ricco di soddisfazioni …. E così è stato.

Titolo Pesi Leggeri ICW, ASCA WIT Cup 2014, NWF Young Blood Cup 2014 …. Questo ragazzo ha veramente mostrato di essere il meglio del meglio nella categoria, sia in ICW che in ASCA che all’estero, vincendo tutto quello che si poteva vincere nella categoria; avrebbe  ben figurato anche al Numero Uno 2014, se Corleone non lo avesse messo praticamente KO a fine match permettendo a Manero di vincere poi semifinale e finale.

Sono sicuro che anche il 2015 ci regalerà grandi cose per questo ragazzo, uno di quei nomi da segnarsi e vedere dove sarà fra 5 anni….

 

Esordiente dell’anno 2014: Non assegnato

 

Quest’anno non ho avuto modo di vedere più volte esordienti come lo scorso anno, per cui non mi sento di esprimere un parere in tale categoria, vedremo se quei due o tre soggetti (di cui non faccio nomi per scaramanzia) adocchiati quest’anno mi sapranno dimostrare una crescita e meritarsi quindi il titolo del 2015.

 

Rivelazione dell’anno 2014: Rafael (ICW)/ Jean Jaque Zazà (RWA)

 

Due nominati per due motivi diametralmente opposti.

Nel caso di Rafael più che di rivelazione si è ampiamente trattato di una conferma: la conferma del talento di questo ragazzo, che ha avuto un 2014 di tutto rispetto.

Ho seguito, come tutti gli atleti toscani della 2PW poi confluiti nella ICW, la crescita agonistica di questo ragazzo, vedendo i progressi che ha fatto e la carriera che sta facendo; nel 2013 assieme a Tempesta, amico e rivale in 2PW, hanno dominato la scena Tag con il Ciclone Latino, conquistando ben due volte i Titoli di Coppia ICW; perse le cinture, entrambi si sono dati alle carriere singole, dimostrando di riuscire bene anche in quel frangente, tanto che Tempesta nel 2014 ha conquistato il primo Titolo Interregionale della sua carriera.

E lì Rafael ha deciso che non poteva essere da meno, e , tradendo l’amico, ha iniziato una faida lunga ed estenuante che ha coinvolto il Titolo Interregionale per tutta la seconda parte del 2014, che ha visto prima Rafael conquistare il Titolo e mettere fine al Feud lo scorso 13 Dicembre con un Assalto alla sedia Match fra i più duri visti in ICW, che ha messo fuorigioco l’ex amico Tempesta dal giro del Titolo e che ha consacrato Rafael come atleta da tenere d’occhio nel 2015, perché non credo che il Sangre Latino si accontenterà del SOLO Titolo Interregionale …. 

 

 

Nel caso del francese della Rome Wrestling Academy invece è stata proprio una scoperta: avevo visto qualcosa dei suoi match degli anni in giro, ma sono sincero: il personaggio del francese strafottente mi piaceva poco e mi sembrava inadatto alla scena italiana, una di quelle gimmick che nascono male insomma e che precludono a chi le porta possibilità di miglioramento.

Invece il buon Zazà, quando l’ho visto Live, mi ha positivamente stupito: il personaggio si fa odiare dal pubblico alla grandissima, applica tutta la strafottenza possibile che ti aspetteresti dal luogo comune del francese che se la tira, ha un entry azzeccatissima (una versione in francese di “Amarchy in The UK” dei Sex Pistols mi mancava) e riesce a rendere protagonista dei suoi incontri una cosa insulsa come una BAGUETTE.

No giuro, rendere Over UNA BAGUETTE.

Roba da CHIKARA (e sapete quanto adori la CHIKARA) che, se fatta male, ti affossa, ma se sai rendere la cosa COMEDY al punto giusto, è geniale.

Ecco Zazà ci riesce e per questo lo voglio premiare con questa nomination, augurandogli un 2015 dove possa farsi notare, non mi dispiacerebbe vederlo in giro per lo Stivale a fare esperienza….

 

 

Match dell’anno 2014:  wXw Unified World Title – Tommy End (c) Vs Red Devil – ASCA Ready To Start (ASCA)

 

Sono folli questi ragazzi della ASCA: cercare il meglio del Wrestling europeo delle Indies e Italiano e portarlo su un Ring dello Stivale, magari lontano dalle grandi città, per regalare ai tifosi show di alto livello.

E la cosa più folle è che ci riescono.

Come in questo caso, dove portano un’atleta di livello internazionale come Tommy End a difendere in Italia, per la prima volta, il wXw Unified World Title contro uno dei veterani della scena italiana e tuttora fra i migliori atleti dello Stivale, l’ICW Original Red Devil.

E che ti tirano su un match coi controcazzi, da guardare e basta senza aggiungere altro:

 

 

Oh My God Moment dell’Anno: Ultraviolent Match in TCW (TCW)

 

Quando nel 2006 la Total Combat Wrestling si affacciò sulla scena italiana, colpì sopratutto per un Match: quello che assegno il primo Titolo Xtreme della federazione, che fu di una violenza assai notevole: neon, maze con filo spinato, tavole, chitarre e puntine.

A distanza di anni i Ribelli ancora hanno il gusto di alzare l’asticella del Dolore e lo fanno con un Ultraviolent Match per unificare i titoli Revolution e Xtreme in uno solo.

Accade il 13 Dicembre a “Botte di Natale”, protagonisti i Campioniu Brutus (Xtreme) , Scandalo (Revolution) e Black Ice, il risultato è questo:

 

 

E mi raccomando: NON IMITATELI !!!

 

Caso dell’Anno: Kombat Komedian On The Road, Everywhere..

 

 

Ho scoperto Daniele Raco, la sua simpatia e la follia di voler diventare Wrestler con il progetto Kombat Komedian in ICW e mi piacque da subito: oltre che alla mano, Raco si è sempre posto con umiltà ma soprattutto con la voglia di far conoscere a un pubblico “diverso” il Wrestling e quanto siano stupidi i pregiudizi su di essa.

Dopo il primo documentario, pensavo che Raco, realizzato il suo sogno, appendesse gli stivaletti al chiodo e tornasse alla vita di sempre, ma mi sbagliavo clamorosamente (e per fortuna aggiungo), perché da lì è praticamente esploso il fenomeno Oline sui social di KK.

Chiusi i rapporti con l’ICW, raco ha iniziato a girare in lungo e largo tutte le federazioni italiane, collaborando sia come presentatore, commentatore e wrestler: ASCA, RWA, TCW, WIVA, XIW …. Ovunque Raco ha continuato il suo progetto (arrivato ora al Volume II, fra campagne di crowfunding e collaborazioni dirette come in TCW, dove è anche l’attuale G.M) e lo sostiene attraverso il supporto delle federazioni che vogliono partecipare a questa iniziativa.

E lo vedi come Raco si diverte a fare questo progetto. E quanto ci crede DAVVERO.

Io personalmente sono felice e orgoglioso di conoscerlo e attraverso ZonaWrestling fa piacere supportare e far conoscere il Progetto Kombat Komedian, nel quale sono finito”involotariamente” dentro, come si puole vedere nel filmato:

 


KK vs Italian Gladiator (Hardcore match) di leleraco

 

Show dell’anno 2014: ICW Pandemonium XIII /XIW Draw Live

 

Anche quest’anno Doppia Nomination per lo Show dell’anno, per meriti diversi.

 

 

Pandemonium XIII della ICW è stato sicuramente fra gli show più solidi e costruiti meglio della federazione: tutti i titoli online, gimmick match ben caratterizzati e faide che hanno avuto conclusione e nuovi sviluppi; Abbiamo avuto campioni confermati (Maya, Rafael, Fit, i Leoni Indomabili), un nuovo Campione Italiano Wrestling (Red Devil) al termine di un Gimmick Match come il Ladder Match contro Kobra che ha regalato notevoli momenti di emozione e lotta, l’introduzione di Crazy G e Black Jack nell’Arca della Gloria ICW, l’annuncio Shock dell’addio al Wrestling di Kobra…. Tutti ingredienti che hanno reso lo Show come fra i più interessanti dell’anno.

 

 

Lo Show della XIW ha meritato la nomination per diversi motivi: la presenza di 3 ex-WWE e TNA di tutto rispetto che hanno regalato degli ottimi match (London che batte Crixus e diventa Campione Italiano XIW, Sabu che regala con Dragorion uno dei match più estremi della storia della XIW, Kendrick che batte Kid Lux), con gli atleti della XIW che hanno lottato nei match di contorno che si sono ben comportati; inoltre il plauso alla Xtreme Italian Wrestling di aver poi permesso ai fan del sud di vedere questo show inserendolo nel TV Show Draw che è andato in onda nelle principali emittenti italiane del sud e non solo.

 

Menzione Speciale: Sempre più Italiani nel Mondo

 

 

Anche quest’anno sono stati diversi gli italiani che si sono fatti valere e dimostrato le potenzialità dei lottatori dello Stivale in giro per il Mondo: dalle riconferme negli USA di Karim Brigante, Dave Blasco, D3, King Danza e Vito Rea alle esperienze giapponesi del Maestro Majoli in Michinoku Pro e Massimo Italiano in ZERO1 o in Europa di Crixus in SWE.

 

 

Ovviamente un plauso ad esempio ai tanti ragazzi della ICW che si stanno facendo e hanno fatto stage e formazione in Europa e USA: Cheyenne, Jimmy Barbaro, Max Peach, Vito Vesuvio e ai wrestler freelance che stanno facendo esperienze in Canada come Andrew Winston, gli auguro e ci auguriamo un 2015 ricco di soddisfazioni e di tanti nomi italiani negli show stranieri, perché abbiamo capito che SI-PUO’-FARE !!!

 

 

Bene e con questo si conclude il 2014 di questo Blog, ci rivediamo dopo Befana

Appuntamento al prossimo Numero & Buon 2015 !!!

 

Foto & Video © ASCA, ICW, RWA, TCW, XIW, KK, Silvia Mazzei Photo, Enrico Bertelli “Taigermen” & ZonaWrestling

 

Il Fuoco divampa sui Ring italiani…

Enrico Bertelli “Taigermen”