Pubblicità

 

Nuovo appuntamento con il Blog dedicato alla scena italiana, questa volta il sottoscritto cede lo spazio alla brava Celeste "YSMC" Scartoni che ha avuto il piacere di seguire  per noi lo show ICW "Fighting Day" svoltosi domenica 13 aprile in quel di Firenze.

La ICW si presenta a Firenze, un passo importante per una federazione che si esibisce principalmente nel nord Italia, con una card di tutto rispetto; due match titolati, il primo valido per il Campionato dei Pesi Leggeri tra il campione Alex Flash e lo sfidante Doblone, il secondo valido per il Campionato Interregionale tra Red Devil e il campione Andy Manero.

Arrivo allo show circa due ore prima dell'evento e, come concordato, mi appresto ad intervistare i Leoni Indomabili, OGM e Mariel; mi viene riferito però che a breve avremo una diretta con Rai 2 perciò dovrò aspettare un po' per l'intervista.

Nel frattempo che attendo la diretta Rai, ricevo l'Ok per intervistare chiunque riesca a intercettare, strappo un'intervista non programmata nientemeno che al campione dei Pesi Leggeri: la “Saetta Verde” Alex Flash

 

Celeste: Innanzitutto devo farti la domanda base da porre (a mio parere) a qualsiasi wrestler: com'è nata la tua passione per il wrestling?

Flash: La mia passione è nata relativamente tardi, nel 2004, mi sono appassionato di questo sport guardandolo in tv e documentandomi su internet ho capito che questo era ciò che volevo fare nella vita

Celeste: A che età hai cominciato la tua formazione?

Flash: A sedici anni, adesso ne ho ventiquattro quindi è già da un po' di tempo che sono nell'ambiente

Celeste: Che cosa vorresti dire ai ragazzi che vorrebbero diventare dei wrestler?

Flash: Io sono anche istruttore al polo di allenamento di Pisa della ICW, voglio dire a tutti questi ragazzi di allenarsi duramente nelle scuole professionistiche, ci vuole umiltà, passione, sacrificio, rispetto per i propri istruttori e soprattutto tanta voglia di riuscire in questo sport

Celeste: Come descriveresti il tuo stile sul ring?

Flash: Ho creato uno stile tutto mio perché ritengo sia migliore apprendere da tutte le diverse superstar che possiamo vedere sui ring di tutto il mondo, io seguo moltissime federazioni e mi alleno in ogni campo e l'ho fatto per creare uno stile che fosse solo mio

Celeste: C'è una collaborazione tra le federazioni di wrestling italiane? E quanto credi che sia importante?

Flash: È una domanda a cui non è semplice rispondere, perché le mentalità delle diverse promotion sul territorio italiano sono molto differenti; io ad esempio provengo da una federazione toscana, la Pure Pro Wrestling (ora acquisita e assorbita dalla ICW, Ndr), che ha deciso di collaborare con la ICW, quindi per me la collaborazione è essenziale e auspicabile

Celeste: Che cosa ti aspetti dalla collaborazione che la ICW sta avviando con la ASCA?

Flash: Porterà tanti benefici ai nostri lottatori che potranno esibirsi anche nei loro spettacoli, ma porterà benefici anche a livello nazionale, perché come ho già detto la collaborazione è essenziale, è importante avere una federazione “madre” che riesca a coordinare tutte le varie promotion.

 

Celeste: Ti piacerebbe combattere in Europa?

Flash: Certo, ho già combattuto un incontro nella WAW, una federazione storica di wrestling inglese e penso di tornare perché è stata un'esperienza fantastica; l'Inghilterra è probabilmente il Paese europeo che ha la maggiore considerazione per la disciplina e soprattutto quello che manca in Italia, ossia una “cultura” del wrestling

Celeste: Perché in Italia non è visto come in Inghilterra o in altri Paesi europei?

Flash: A causa dei mass media che puntualmente tendono a buttar giù questo sport invece che a esaltarlo, da parte mia questa è una mancanza di rispetto verso noi atleti e il lavoro che facciamo

Celeste: Parlando appunto del vostro lavoro: tu stasera affronterai Il pirata maledetto, Doblone per il titolo italiano dei Pesi Leggeri, cosa dobbiamo aspettarci da questo match?

Flash: La mia quattordicesima difesa, finalmente! Un grande match di pesi leggeri, l'uno recordman di difese del titolo europeo dei Pesi leggeri, Doblone, l'altro recordman di difese per la categoria italiana, io

Celeste: Un saluto a tutti i ragazzi di ZonaWrestling.net?

Flash: Ringrazio tutti i ragazzi che seguono ZonaWrestling.net e alla prossima!

 

Dopo qualche foto che riusciamo a scattare nonostante l'illuminazione non sia dalla nostra parte, arriva il collegamento con Rai 2, al termine del quale posso intervistare anche i Leoni Indomabili, che stasera affronteranno “Il Signore delle tenebre” Incubo e Killer Mask.

Celeste: Quando, e come, avete cominciato a praticare wrestling?

OGM: Io completamente per caso: dopo una vita di arti marziali e attività sportive affini come karate, box e kick boxing sono arrivato per curiosità anche al wrestling; a differenza di molti altri wrestler che seguivano il wrestling da piccoli, io invece ho cominciato a guardarlo dopo aver iniziato a farlo

Mariel: Per me questa passione non è nata, è semplicemente sempre esistita, fin da bambino ho sempre avuto passione per gli sport da contatto fisico e combattimento, come box, lotta e arti marziali, mixate alla passione per il wrestling; ho cominciato a mischiare il tutto ed è una cosa che porto sin da quando sono nato e continuerò a fare finché potrò

Celeste: Vi conoscevate già prima di praticare wrestling o vi siete conosciuti nella ICW?

OGM: Ci siamo conosciuti allenandoci al polo veneto della ICW, quando io ero poco più che un debuttante mentre Mariel ha cominciato un po' prima di me, da lì l'amicizia è nata subito perché l'affinità sul ring è una cosa che senti immediatamente

Mariel: è una cosa che è nata subito, ci siamo trovati bene assieme, c'era tanta sintonia, affinità e tempismo, anche lo stile di allenamento era molto simile quindi ci siamo trovati subito anche al livello mentale: siamo uguali come stile, non solo di combattimento ma anche nell'approcciarci a questo sport, con la convinzione di non mollare mai e andare sempre avanti.

Ecco perché siamo due indomabili Leoni, sempre attaccati all'altro e nessuno può fare a meno dell'altro

Celeste: Vi ispirate a dei wrestler in particolare sul quadrato?

OGM: per fisicità ricordiamo i fratelli Steiner (Ric e Scott Steiner, Ndr), ma non direi che ci ispiriamo a loro perché abbiamo uno stile nostro!

Già in singolo avevamo uno stile simile basato su mosse come il Suplex o altre mosse di potenza, unirci ha portato ad assomigliare agli Steiner ma con una nostra personalità, senza emulare nessuno

Mariel: come punti di riferimento abbiamo qualcuno ma solo per avere in mente una strada da seguire, vogliamo sempre mettere il nostro timbro, non fare una copia di un qualcosa che già esiste

Celeste: Vedete la possibilità, anche grazie alla ASCA, di esibirvi in territori europei?

OGM: non c'è nulla di ufficiale ma sì, la ASCA ci ha contattato perché è interessata ad averci nei loro show, offerte di questo tipo le abbiamo ottenute anche da federazioni francesi e la prospettiva di lottare in Europa si sta facendo sempre più concreta

Mariel: significa che come coppia portiamo qualcosa che all'estero si fatica a trovare, hanno visto quella scintilla in più che portiamo con noi, i Leoni sono sempre pronti a portare il loro ruggito in qualsiasi tipo di ring

Celeste: Auspichereste una maggiore collaborazione anche tra le federazioni italiane?

OGM: io sono un profondo sostenitore del fatto che in Italia dovremmo tutti collaborare, ovviamente cercando di ottenere il meglio da ciascuno, senza ritrovarci ad avere un roster di 600 persone, che sarebbe ingestibile; ma auspicherei il fatto di allargare la visuale a tutta l'Italia e unire gli sforzi per presentare un wrestling italiano sempre migliore e competitivo a livello internazionale

Mariel: concordo

Celeste: Un vostro ipotetico Dream Match con un altro tag team?

OGM: un tag team qualsiasi?

Celeste: Qualsiasi

OGM: ora non fanno più coppia, ma io sono un grande ammiratore di Kevin Steen e El Generico (quest’ultimo apparso due anni fa in ICW, Ndr), sono due singoli meravigliosi che assieme sono riusciti a completarsi in maniera magistrale, un match contro di loro sarebbe un onore

Mariel: a me piacerebbe un match che purtroppo è impossibile, ossia andare contro Kurt Angle e Chris Benoit, sarebbe una sfida devastante sia a livello tecnico che di potenza, ma me lo tengo ben stretto come sogno

Celeste: Con altri tag team partner avete già conquistato i titoli di coppia, adesso avete sempre nel mirino i titoli di Dinamite Jo e Silva?

OGM: non vorrei sembrare troppo sicuro di me, ma è solo questione di tempo, basta che mi danno questo match e io i titoli me li porto a casa, è sotto agli occhi di tutti, guardate loro e guardate noi

Mariel: noi siamo pronti a qualsiasi sfida, nell'ultimo match abbiamo vinto il ruolo di primi sfidanti ai titoli italiani di coppia, stasera abbiamo un altro match ma il prossimo, se sarà una chance per il titolo, i Leoni sono sempre pronti a portarsi a casa le cinture

Celeste: Stasera appunto affronterete Incubo e Killer, che cosa vedremo?

OGM: pecco sempre di presunzione ma ecco quel che vedrete, un grande allenamento dei Leoni con ruggito finale e Fossa dei leoni come finisher, vedrai

Mariel: è l'allenamento che facciamo di solito, ma potrebbe essere anche solo un riscaldamento

Celeste: Cosa consigliate ai ragazzi che vorrebbero diventare dei wrestler?

OGM: tutto parte dalla passione, è la scintilla che ti fa partire e deve sempre restare, ma non devi basarti solo su quella, devi cominciare a lavorare sul fisico, sulla testa, sulla capacità di interagire con gli altri e non fare assolutamente la prima donna, devi partire rasoterra, rafforzarti e venire sempre più su con umiltà.

Noi siamo due perfetti esempi: siamo partiti come due perfetti sconosciuti e adesso ai veterani tremano le ginocchia quando devono salire su un ring con noi

Mariel: in qualsiasi disciplina è importante alimentare il proprio desiderio, senza lasciare che si spenga

Celeste: Un saluto ai ragazzi di ZonaWrestling?

Continuate a seguire questa disciplina e i Leoni, i Leoni saranno sempre al vostro fianco se voi ci seguirete

 

Ringraziati i Leoni e ottenuta una foto anche con questo splendido tag team, cerco il posto migliore per seguire lo show e vengo indirizzata al piano superiore, prima di accamparmi nella mia postazione scorgo “Il Fenomeno” Red Devil e approfitto del tempo rimasto per strappargli qualche parola

 

Celeste: Per coloro che non conoscono la ICW, che cosa offre questa promotion? Chi si trova ad assistere ad un vostro spettacolo per la prima volta che cosa si troverà davanti?

Devil: Devono aspettarsi quello che questa disciplina racchiude: uno spettacolo sotto tutti i punti di vista, dal punto di vista dell'interazione e dell'intrattenimento, del divertimento, dei voli, di quello che è il wrestling; noi stiamo cercando di dare un'identità al wrestling italiano cercando di fare un mix tra quello che piace agli italiani ossia l'intrattenimento, ma anche proporre incontri tecnicamente migliori e interessanti a livello internazionale, non per niente a livello europeo la ICW è la terza federazione

Celeste: Su che cosa si differenzia la ICW? Non solo dalle altre promotion europee ma anche da quelle italiane

Devil: L'obbiettivo di tutti noi è quello di portare in scena il wrestling professionistico, proporre uno spettacolo realistico e avvincente dove il pubblico possa appassionarsi per tornare la volta successiva. Quello che vogliamo fare noi è far capire che il prodotto ICW è il migliore in Italia cercando di proporlo in televisione, il nostro primo obbiettivo, oltre agli spettacoli live che sono ormai una sicurezza, con sempre ottimi numeri, è arrivare alla tv nazionale

Celeste: Che novità porterà la collaborazione con la ASCA?

Devil: Tanti hanno sperato per anni una collaborazione tra le tante realtà italiane e questo è sicuramente l'inizio, una collaborazione tra una promotion consolidata ormai da tredici anni come la ICW e una nuova realtà che sta lavorando molto bene come la ASCA, che sta portando in Italia atleti internazionali che si stanno ritagliando un ottimo spazio; i benefici che può portare sono la possibilità di vedere gli atleti ICW contro alcuni dei migliori wrestler a livello europeo

Celeste: Parliamo del tuo match di stasera, Campionato Interregionale in palio contro Andy Manero, che cosa vedremo stasera?

Devil: Un nuovo campione interregionale

 

Non c'è tempo (né luce sufficiente) per le foto, ma con i minuti che mi rimangono riesco a intercettare anche Andy Manero e riferirgli (ambasciator non porta pena), le parole di Red Devil, e Manero mi risponde così:

Manero: Il titolo Interregionale è alla mia vita ormai da parecchi mesi e sicuramente vuole rimanere alla mia vita, Red Devil è sicuramente l'avversario più ostico che ho affrontato dall'inizio della mia carriera, ma non mi fa per niente paura, può volare quanto vuole ma alla fine sul ring il risultato parlerà chiaro: sarò ancora una volta campione

 

E finalmente arriva il momento dell'inizio dello show.

 

Il presentatore riscalda il pubblico a dovere e tutti rispondono egregiamente, partiamo dunque con l'opening della serata

 

Rombo di Tuono” Tempesta vs “l'Atleta più in forma della ICW” Mark Fit

Tempesta riesce a farsi amare dal pubblico come l'idolo di casa e già per questo fatto, data la sua provenienza geografica, ha tutta la mia stima (mi è stato riferito che Tempesta è di Pisa, Ndr), mentre Fit spocchiosamente getta acqua addosso al pubblico (compresa la sottoscritta)

Durante tutta la contesa Fit si scontra più volte con l'arbitro, fino ad abbandonare il ring, Tempesta lo segue all'esterno del quadrato per evitare il count out, tornati sul ring Fit tenta di portarsi in vantaggio ma Tempesta lo sorprende con una Shoulder block, Fit reagisce tentando vari strangolamenti alle corde, rischiando il richiamo dell'arbitro con il quale continuano le scaramucce, Tempesta ne approfitta per riprendersi ma Mark Fit lo stende a terra con un Suplex, dopo il quale tenta una mossa dal paletto, che tuttavia fallisce, è l'errore fatale che gli costa il match dopo che Tempesta lo stende a sua volta con il Rombo di Tuono, schienandolo :

Vincitore: Tempesta

Un ottimo modo per scaldare il pubblico ad inizio spettacolo, si continua poi con il match tra i Leoni Indomabili e Incubo&Killer, questi ultimi utilizzano un'entrata particolarmente ad effetto, ma il pubblico non si lascia intimorire

i Leoni Indomabili (OGM&Mariel) vs “il Signore delle tenebre” Incubo e Killer Mask

Incubo e Killer Mask gridano in faccia al pubblico che stasera uccideranno i Leoni e gli avversari, in risposta, li invitano a farsi avanti, dando il via a una breve rissa prima dell'inizio effettivo del match, incontro che parte con il vantaggio dei Leoni grazie a un German suplex di Mariel e l'intervento di OGM che getta Killer mask addosso a Incubo, il signore delle tenebre risponde gettando OGM giù da uno dei paletti approfittando della distrazione dell'arbitro e, non contento lo strangola all'angolo.

Tuttavia l'arbitro, impegnato a redarguire Mariel, non conta lo schienamento abbastanza rapidamente, gli heel mantengono comunque il controllo effettuando la prima mossa combinata, OGM subisce e chiede il supporto del pubblico che risponde fragorosamente, gli heel assestano una seconda mossa combinata sull'atleta geneticamente modificato ma questi si libera ancora, dopo un Suplex di Incubo che tuttavia non riesca a schienare OGM i due heel decidono allora di tentare un doppio Suplex, ma è OGM a liberarsi e sollevarli entrambi per un doppio Suplex, dando finalmente il cambio a Mariel, che stende entrambi gli heel con due German suplex a testa.

Mariel va per lo schienamento su Killer ma Incubo interviene bloccando il conteggio, Killer Mask ne approfitta e mette a segno una Frog splash ma Mariel esce dallo schienamento; alla fine sono proprio i Leoni a trionfare dopo una Package Piledriver di OGM su Incubo e la Fossa dei leoni su Killer Mask

Vincitori: Leoni indomabili

Dato che mi trovo proprio davanti all'uscita dei lottatori dagli spogliatoi, quando Mariel e OGM mi passano davanti quest'ultimo mi stringe la mano e mi domanda “come ti avevo detto che finiva?”

Inattaccabile.

È il momento di un vero e proprio idolo di casa, dal momento che Pegaso, da Firenze, affronterà “l'intelligenza superiore” Corvo Bianco, accompagnato dal “purista” Mr Excellent

Corvo Bianco (con Mr Excellent) vs Pegaso

Corvo è l'heel che stasera fa il lavoro migliore con il pubblico, un heel di tutto rispetto; Pegaso sfrutta la sua agilità per mettere all'istante in difficoltà l'avversario, stendendolo con una Hurracanrana, dopodiché colpisce Corvo anche fuori dal ring con un Dropkick dall'apron; Mr Excellent interviene a distrarre Pegaso e così Corvo riesce a farlo sbattere contro uno dei paletti, dopodichè esegue una Bodyslam, ma si distrae nuovamente a discutere con il pubblico, con Pegaso che si riprende e i due che danno vita a uno scambio di roll up.

È nuovamente Mr Excellent a intervenire strangolando Pegaso alle corde, nonostante questo Pegaso esegue una combo di calci e una DDT ma viene bloccato da una irregolarità di Corvo bianco che lo colpisce agli occhi, Pegaso risponde con un Enzeguri alla testa; all'ennesima interferenza di Mr Excellent, l'arbitro è costretto a chiamare la squalifica

Vincitore: Pegaso via DQ

I due heel infieriscono su Pegaso, a terra, quando in suo soccorso arriva Antonio Piddu, l'allievo è arrivato in soccorso del maestro : Piddu è accolto come un vero eroe da parte del pubblico.

I due sfidano adesso Corvo bianco e il Purista ad un match questa sera e, nonostante gli heel non li ritengano assolutamente avversari alla loro altezza, il match viene comunque sancito, con grande gioia di tutti noi.

L'ultimo match prima della pausa è il primo dei due match titolati della serata, ossia l'incontro valido per il Campionato italiano dei Pesi leggeri

Titolo Pesi Leggeri ICW

La Saetta Verde” Alex Flash (c) vs “Il Pirata Maledetto” Doblone (con La Ciurma)

Doblone si presenta trincando da una bottiglia e accompagnato da uno dei ragazzi della sua Ciurma, i due per tutto il match daranno vita a un intrattenimento heel/comedy davvero niente male.

Il match comincia con uno scambio di prese di sottomissione interrotto da un tentativo di roll up di Flash, i due finiscono fuori dal ring dove Alex colpisce il pirata rigettandolo nel quadrato, ma quando sale sull'apron il membro della “Ciurma” lo fa cadere, Doblone ne approfitta mettendo a segno una Clothesline; Alex tenta di sfruttare il suo fisico più leggero dell'avversario per dei contrattacchi rapidi conclusi in molti tentativi di roll up, ma è di nuovo la Ciruma a intervenire quando serve, Flash esegue allora un Crossbody prima di tentare la sua finisher dal paletto, ma viene bloccato sia da Doblone che dalla Ciurma, riesce a colpire l'avversario con un Enzeguri e sfruttando il momento manda Doblone alle corde colpendolo prima con una 619 e poi con un Missile dropkick.

A questo punto tenta per la seconda volta la Saetta Siderale dal paletto ma grazie all'intervento della Ciurma Doblone riesce a bloccarlo e ad eseguire un Superplex, la mossa lascia i due avversari a terra fino al conto di nove, dopo il quale Doblone riesce a raggiungere Flash con un braccio per contare lo schienamento, dal quale il campione riesce ad uscire in tempo; l'intervento della Ciurma è nuovamente risolutivo per il match: l'arbitro finisce a terra, colpito, e non può contare lo schienamento di Alex che riesce finalmente a eseguire la Saetta siderale, al contrario Doblone, mentre Flash cerca di rianimare l'arbitro, prende il titolo e colpisce Alex alla testa con la cintura, per poi schienarlo facilmente

Vincitore e Nuovo Campione Pesi Leggeri ICW: Doblone

Il Pirata si laurea dunque per la terza volta campione italiano dei Pesi Leggeri e mette fine alla striscia di difese consecutive di Alex Flash.

Dopo il cambio di titolo è il momento del preannunciato match tra Pegaso&Antonio Piddu contro Corvo Bianco&Mr Excellent.

Tag Team Match

Corvo Bianco&Mr Excellent vs Antonio Piddu&Pegaso

Piddu mette il giubbotto di lana di pecora che indossa addosso all'arbitro, mentre Corvo grida all'arbitro di non farsi corrompere e continua il suo ottimo lavoro di interazione negativa col pubblico.

Pegaso rimane isolato per quasi tutta la contesa, subendo le offensive degli heel che si danno più volte il cambio sfruttando ogni secondo disponibile per attaccare assieme ed eseguendo scorrettezze ogni volta che l'arbitro è distratto da Piddu, questo tuttavia gli si ritorce contro una volta quando l'arbitro non vede lo schienamento che il Purista sta eseguendo, Pegaso tenta di reagire ma viene sistematicamente messo al tappeto dagli heel, con Corvo bianco che esegue un ottimo Suplex; l'idolo di casa riesce a reagire e finalmente colpisce l'avversario con uno Spinning kick riuscendo a dare il cambio a Piddu.

Il pubblico esplode di gioia osservando Piddu stendere gli avversari a colpi di Headbutt, eseguendo anche un bellissimo Giant swing, dopo il quale tenta uno schienamento su Mr Excellent interrotto da Corvo; nonostante un'ultima doppia DDT degli heel sono Piddu e Pegaso a portarsi a casa il match quando Corvo bianco finisce fuori dal ring e non può impedire lo schienamento ai danni di Mr Excellent dopo la mossa dei face, una combinazione di Flapjack e Cutter:

Vincitori: Pegaso&Antonio Piddu

Un match che è stato una sorpresa, non essendo stato annunciato nella card e che ha lasciato tutto il pubblico molto soddisfatto.

E adesso è arrivato il momento del main event della serata, l'ultimo incontro titolato di questa sera, il match valido per il Campionato Interregionale ICW

 

Titolo Interregionale ICW

La Stella del Sabato sera” Andy Manero vs “il Fenomeno” Red Devil”

Andy Manero cerca inutilmente il supporto del pubblico, Red Devil prima lo mette di fronte alla realtà, ovvero come non sia il benvenuto qui, poi gli molla uno schiaffo dando il via al match, il ritmo è subito alto, con un bel Crossbody oltre le corde di Devil, al quale Manero risponde con un Running dropkick sull'apron. Inizia una dura offensiva del campione che mette a segno un Uppercut all'angolo seguito da un German suplex, i due finiscono al tappeto contemporaneamente e il primo a riprendersi è Red Devil che esegue una combo di Standing dropkick, Bodyslam e Lionsault, si sente pronto a chiudere il match con la Brainbuster ma Manero si libera e tenta uno schienamento dopo una DDT, che tuttavia non riesce,

Devil attacca ancora posizionando l'avversario sulla terza corda ed eseguendo una Hurrancanrana, riesce poi a connettere anche la Brainbuster ma ciò non è sufficiente a schienare il campione, Andy Manero tenta uno schienamento irregolare aiutandosi con le corde e poi esegue la Stayin Alive, la sua finisher

Red Devil riesce incredibilmente a uscire dallo schienamento e stende l'avversario con un Enzeguri kick; il finale è frenetico: Manero cerca di spedire Devil fuori dal ring, ma il Fenomeno atterra sull'apron e torna sul quadrato tentando di schienare Manero con un roll up, ma il campione ribalta a sua volta la culla e si regge alle corde per lo schienamento riuscendo a non farsi vedere dall'arbitro:

Vincitore e Ancora Campione Interregionale ICW: Andy Manero.

Un main event perfetto, il modo migliore per concludere la serata

Il campione sportivamente (si fa per dire) offre la mano a Red Devil, il quale prima si guarda attorno ascoltando i cori del pubblico, poi stende Manero con l'ennesimo calcio in faccia, prendendo la cintura, sollevandola e gettandola a terra, prendendosela anche con l'arbitro e invitandolo ad andarsene se non vuole altri guai.

Non è certamente finita qui fra i due atleti, considerando che Devil vuole mettersi alla vita l’unico Titolo non ancora vinto in ICW (ed entrare nel ristretto Club della Quadrupla Corona della federazione, Ndr)

 

Gli incontri sono terminati, io scendo e mi dirigo verso il ring dove mi congratulo con chiunque mi capiti a tiro per l'ottimo spettacolo che sono riusciti a mettere in piedi, trovo Red Devil e Piddu che mi concedono alcune foto, Piddu è paonazzo in viso con quella pelle di montone addosso, “è tutto amore del pubblico”, esclama.

 

Consiglio a tutti gli appassionati di wrestling di prendere parte agli eventi della ICW e, più in generale, di non aver paura di rapportarsi con queste realtà; a chi conosce solo il wrestling americano consiglio di allargare il più possibile le sue vedute e non perdere l'occasione di prendere parte ad eventi simili.

Io, da totale inesperta della materia, mi sono sentita immediatamente parte dello show come se seguissi la ICW da sempre.

È un'emozione che ogni fan di wrestling che si rispetti dovrebbe sperimentare

 

Non c'è stato alcun anello debole nello show, tutti i match erano costruiti perfettamente e sapientemente distribuiti nelle 2 ore dello show, dall'opening al main event.

Ringrazio tutti gli atleti della ICW per l'enorme disponibilità che hanno avuto per un'intervistatrice impazzita che si aggirava per il loro palazzetto.

In ultimo, ringrazio Enrico Bertelli e Andrea Cesana per avermi suggerito alcune delle domande da porre agli intervistati, ringrazio ancora Enrico e Luca Ricci per avermi dato l'occasione di curare il reportage dello show.

Al prossimo spettacolo

Foto © ICW, Silvia Mazzei e Celeste Scartoni

{igallery id=6971|cid=171|pid=1|type=category|children=0|showmenu=1|tags=|limit=0}

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname