Pubblicità

Torna dopo molto tempo la rubrica “On The Road” dedicate agli avvenimenti accaduti sui ring dello Stivale.

Apriamo subito con una notizia doverosa, oltre che un saluto particolare: lo scorso Sabato Shock, combattendo un durissimo e intenso Career Match contro il Buttafuori in KOX, ha chiuso la sua carriera nel wrestling.

Iniziata in ICW nel 2007, Shock ha lottato, oltre che in ICW, in ASCA, FCW, WIVA e la KOX, dove è stato uno degli atleti simbolo della promotion mantovana.

Anche se aveva già dato annuncio mesi prima che questo sarebbe stato il suo ultimo anno, l’addio di Shock lascia comunque tutti molto sorpresi e scossi, per la giovane età e per quanto ancora poteva dare alle nuove leve, alla KOX e al wrestling italiano.

(Shock con Phoenix e Buttafuori nel Post-Show)

L’ho visto nei suoi primi Match in ICW, ho seguito le conquiste dei suoi primi titoli (quei Titoli di Coppia ICW conquistati con OGM), l’ho visto diventare Campione Interregionale ICW, un altro regno di Coppia (con Devil), poi lo sbarco in WIVA, con un feud durissimo contro Diamond, culminato con un violentissimo Match fra i due.

Poi lo sbarco in KOX, due regni titolati, ora l’addio al wrestling, per problemi di salute.

Posso solo augurare a Pietro, a sua moglie Anna e a loro figlio il meglio, posso solo augurarti di goderti finalmente a pieno la famiglia, è stato un piacere ed un onore seguire le tue gesta, mi hai regalato tanti splendidi momenti di Wrestling.

 

Detto questo, torniamo nei ranghi.

Settembre ci ha regalato quello che è al momento per me è stato il miglior show fatto in Italia: ASCA The Great Beyond (QUI il report completo) è stato un grandissimo show con match di qualità davvero alta.

Si è chiusa la storia dell’Arcadia, per mano del suo stesso creatore: Jimmy Havoc ha devastato Kyo Kazama, reo a suo giudizio di aver trasformato la stable in una pagliacciata e ha messo la parola Fine (per ora) all’Arcadia; stable che già aveva dovuto rendere vacanti gli ASCA Tag Team Title, a causa dell’infortunio di Horus, con le cinture riassegnate in uno stupendo Match fra i Wonder Kids e i 2 Unlimited, che ha visto trionfare AKIRA e Gravity, che hanno conquistato le loro prime cinture assieme.

Lo Show ha visto anche le prestazioni pazzesche di Pete Dunne, Tyler Bate e Trent Seven (con i nostri connazionali Excellent e Doblone che hanno retto benissimo contro questi astri nascenti), con quest’ultimo forse all’ultima apparizione in ASCA, se il trio inglese verrà opzionato dalla WWE, che sembra credere molto in questi talenti.

 

E dall’ASCA passiamo in casa FCW: a fine Settembre a Unfinished Business (QUI il report del nostro buon Violli) ha visto cambiare quasi tutte le cinture campioni (da Bodom che ha riconquistato il titolo da Matt Disaster, alla sorpresa Anti-Heroes che ha posto fine al regno di Silva e McKee), ma soprattutto, ha visto la fine del Regno di Terrore di Francesco Zerini come G.M della FCW, alla fine di un Elimination Match a squadre che ha riportato la federazione sotto l’egida degli Abusive Game.

Nella stessa serata per Zerini oltre al danno, la beffa: devastato da Bodom nel postmatch, viene schienato a sorpresa da un ancora infortunato Horus, che riconquista l’RSWP 24/7 Title della Rising Sun; anche se però, come mostra finora la turbolenta storia di questo titolo, mai esultare troppo presto per la vittoria….

In ICW questo Weekend avremo l’ottava edizione della ICW Academy Cup, al momento l’unico torneo italiano per Tag Team, con la particolare formula che vede un Regular ICW affiancato da un Academy come Tag Partner.

Quet’anno presente fra i quattro team finalisti anche una compagine tutta al femminile, formata da Queen Maya e Irene, probabili finaliste del Torneo, l’altra coppia che sembra candidata per la vittoria potrebbe essere il Tag formato da Max Peach e Travis, se la “strana coppia” Rick Barbabionda/Coach Lillo non giocherà qualche colpo basso…

Fra i Campioni, prosegue incontrastato il regno del Padrino: Alessandro Corleone ha battuto nuovamente Andy Manero (con il quale sta avendo un durissimo e acceso feud, con l’Atleta del Sabato Sera in vero stato di grazia in questa seconda metà del 2017), portandosi a quota 21 vittorie consecutive: polverizzato il record per il Titolo di difese che deteneva Kaio (e che già Corleone aveva superato come Campione Interregionale, Ndr), ora Corleone è a un passo dall’eguagliare il suo record e probabilmente superarlo, se Manero non dovesse essere in grado di batterlo nelle prossime sfide.

(Foto © HLM Photo)

Situazione molto accesa intorno al Titolo Interregionale ICW, con Miroslav Mijatovic che, sfruttando ogni sorta di trucchi e scorrettezze, continua a detenere la cintura (fra le ultime trovate, designare negli ultimi incontri come arbitro… suo fratello!); a cercare di sfilargli la cintura dalla vita il rientrante Nick Lenders (dopo uno stop per infortunio) e Nemesi, con i due che si scontrano per avere lo status di #1 Contender al Titolo.

Saldi i regni di Urban Guerrillia (Titoli di Coppia), Tenacious Dalla (Pesi Leggeri) e Queen Maya (Femminile): al momento i campioni difendono con successo gli assalti alle loro cinture.

La Rising Sun è stata ferma, ma i suoi titoli e i suoi lottatori hanno animato Settembre su diversi Ring: AKIRA ha difeso con successo in ASCA l’RSWP Rising Champion contro The Greatest, uno scontro “New Generation Vs Old School” davvero emozionante; l’RSWP 24/7 come detto precedentemente ha visto Zerini perdere il Titolo in modo rocambolesco contro Horus e riprenderselo in maniera altrettanto rocambolesca nel Post Match

Inoltre la fine dell’Arcadia avrà sicuramente ripercussioni anche in Rising Sun: se già Kobra doveva vedersela con l’ex pupillo Mijatovic (attuale RSWP God Of Sun Champion), ora il suo potere di G.M potrebbe essere messo in discussione….

(Foto © Giacomo Rosa)

In KOX il Black Cult potrebbe essere arrivato alla sua prima vera crisi: i risultati di Kingdom Of Xtreme della scorsa settimana hanno cambiato i rapporti di forza: se Bottazzini ha conservato il Titolo Lombardo-Veneto contro Phoenix, “L’Illuminato” Ferrari (e fondatore della Stable) ha perso il titolo contro Aaron Cage, al termine di un duro Match; Inoltre sembra che il Buttafuori abbia ormai preso atto della sua crescita e del suo valore, specie dopo la vittoria nel Career Match contro Shock; la sconfitta di un veterano del wrestling così importante e il suo nuovo status di #1 Contender potrebbero decretare la fine della Stable?

(Foto © TCW)

La TCW ha festeggiato il suo 11° anniversario  lo scorso 7 Ottobre all’Elyon, con tutti i titoli passati di mano e molte storyline chiuse: Scandalo! riconquista il Titolo Rebel sconfiggendo Darkness II dopo un durissimo Hardcore Match, che ha decretato anche la fine di Frank Bonsai come G.M della TCW; nel postmatch, oltre al presidente Galvani che ha licenziato Bonsai, abbiamo visto Scandalo! strappare la maschera a Darkness II e mettergli, con tanto di grappette in faccia, una nuova “maschera”… che conseguenze avrà questo gesto?

Finito il regno di coppia dei TCW Originals: Marieddu e Pain (che sostituiva Break Bones) hanno perso i Titoli contro i G.T.A (Bellavita & Gioiello), che conquistano per la prima volta le cinture; ma la gioia dei “milanesi bene” è durata poco: nella stessa serata Rocco Gioiello ha infatti perso contro Marieddu il Titolo Revolution, che ha riconquistato per la terza volta in carriera; Fenice Rossa ha mantenuto il Titolo Italiano Extreme Hardcore contro Carlo Birra e Jacob.

(Foto © TCW)

La WIVA sta vivendo un momento alquanto particolare: fra addii (nel corso dell’estate hanno lasciato la fed Dinamite, Bragaglia, Insanity, Paziente Zero, Campari, Jacob e Fenice Rossa), nuovi poli (quello in Irpinia e la nuova sede nel carpigiano) un nuovo titolo (quello di Campione d’Irpinia, detenuto da Jail) e cambi nella dirigenza (il ritorno di Folloni come Presidente, Jessica Magno come Vice e Danilo Mariotti come responsabile Media) e la collaborazione annunciata con l’IWE, sta attraversando una fase di ristabilizzazione, vedremo se in inverno arriveranno nuovi show e atleti.

L’IWE la prossima settimana torna in azione a Genova, nella cornice del 7 Days: con nuovi innesti (l’Ex Polo TCW Rapallo passato in blocco in IWE), la nuova partnership con la FIW e riconferme, la federazione ligure riparte con l’intenzione di fare una ricca stagione invernale di show e presenze.

FIW e SIW continuano la loro attiva collaborazione, con gli atleti impegnati a settembre con gli show in Toscana, Piemonte e Lombardia.

La SIW ha un nuovo Wild Champion, si tratta di Cash Crash, che ha battuto a sorpresa Alex Flash in un Elimination Match; intanto la lotta nella Classifica per il Torneo che incoronerà il SIW Italian Champion si fa molto agguerrita, anche se Bon Giovanni sembra essere alquanto favorito per arrivare alla finale.

In FIW Fabio Ferrari continua a difendere con successo l’EPW Silver Title, sconfiggendo nuovamente Andres Diamond, che ha preso di mira il titolo dell’arrogante lottatore.

Il BWT è impegnato con i suoi atleti sui ring FIW e SIW e all’estero, ma sta portando avanti anche la promozione del primo Show della Wrestling Megastars, che si terrà il 2 Dicembre all’Estragon di Bologna: fra gli atleti internazionali annunciati, Gli Ex WWE e TNA RVD, Mr. Anderson e Chris Masters, oltre ad atleti europei come Chris Rabeer, gli Arrow Of Hungary e molti altri; il 25 Agosto il BWT ha offerto a Ravenna un degno “antipasto” di quello che vedremo in Megastars, con uno show di ottimo livello.

L’IWA continua a sfornare ottimi Show: l’ultimo di Settembre, Divide Et Impera, ha regalato grandi Match (tra cui due difese titolate di titoli stranieri, quello Zero_G della Insane e il WLW  Ladies Title, difesi per la prima volta in Italia), ma soprattutto ha evidenziato come la Roman Dinasty, la Stable formata da Blasco, Augusto, Brigante e Steel, stia crollando sotto i colpi delle faide interne.

L’esempio più evidente è la fine dell’amicizia fra Steel e Brigante: i due, quasi fratelli e amici da una vita, si affronteranno a Dicembre a La Legge della Strada II in un No Holds Barred Match che potrebbe sancire l’addio alla IWA di Steel, se perderà; ma anche il nucleo storico della Dinasty Blasco & Augusto, sembra iniziarsi a incrinare, con Blasco che sembra nutrire insofferenza nei confronti del Partner…

https://www.facebook.com/emanuele.massa.96/videos/10209957714679544/?hc_ref=ARSOUiBqiYyiPvvLOHG2eMESPnTvpASHbzKRG9nzrFVFqWYf7JgSgCa-tYvRunB9tOE

Nessuna novità in casa PWE e RIW, per il momento.

 

Foto, Video e Immagini © aventi diritto

Appuntamento al Prossimo Numero

Il Fuoco Divampa sui Ring Italiani…

 

Enrico Bertelli “Taigermen”

  • Pingback: Italian Uppercut – On The Road #34 – Scalzi Quotidiani()

  • Alessandro Tulelli

    Povero Lupo, pure lui fece la sua porca figura con Seven ;). Ho potuto
    ammirare Travis grazie alla Rubrica Video High Voltage dell’ICW, in quel caso era stato contrapposto al più volte menzionato Andy Manero e il risultato dell’incontro è stato molto buono, il ragazzo è capace ed avrà tutto il tempo per lavorare sullo sviluppo del personaggio, sul vestiario ( per adesso basico, ma adeguato ) ed altri aspetti.
    Vorrei esprimere solo una considerazione sul futuro Show della Mega Stars, a cui sfortunatamente non potrò presenziare ( almeno mi rifarò con la Sun e la IWA, si spera XD ) : dal momento che la consueta venuta della WWE sul suolo italico è imminente e considerando la prezzistica a tratti folle ed esagerata degli House Show della Compagnia di zio Vincenzo…non sarebbe stato meglio ” volare un po’ più bassi ” ? Ok, hai optato per convocare 3 Wrestler ex WWE e TNA, non hai lesinato sulla città ospitante e la Location, tuttavia una tipologia di ripartizione dei biglietti differente sarebbe stata appropriata.
    Perchè una persona dovrebbe pagare 40€ per stare in piedi se non si parla di un Concerto, anche se l’idea di base sarebbe quella ?
    Perchè spendere 90€ per il Pre Show ed il Main Show, con l’aggiunta pure di un ” piccolo costo aggiuntivo ” per il Q&A con RVD ?
    Non sarebbe stato meglio far pagare lo stesso prezzo per far star sedute le persone, ossia quello Bsse, un 30€ per il Pre Show e magari na 60ina/70ina di € al massimo senza aggiunte particolari per la Zona VIP All Inclusive ?
    Anche in caso di assenza della ‘E i prezzi iniziali sarebbe un tantinello alti, ma avrebbero molto più senso.
    In questa circostanza specifica invece, il rischio di avere un’affluenza minore rispetto alle aspettative ( Eventi del genere, realisticamente, meriterebbero 500/600/700 e passa persone fino ad arrivare vicino al migliaio, come minimo ) non può essere trascurato.
    Poi oh, si spera sempre in un buon riscontro di pubblico, questo è chiaro