La stella della Ring Of Honor, Jay Lethal, ha parlato di recente ai microfoni di Paste Magazine, dove ha rivelato di essere entrato nel mondo del Pro Wrestling grazie ad un Contest a cui ha preso parte da adolescente:

Pubblicità

“No, non ho partecipato a Tough Enough. Sono andato ad uno show indy locale chiamato ‘Jersey All Pro Wrestling’, e durante l’intervallo fecero un  annuncio:’ A noi piace Tough Enough, quindi faremo un Contest del genere’. Ovviamente non avevano i soldi per fare una cosa come quella. Si trattava semplicemente di andare da loro in alcuni giorni per diverse ore, ti avrebbero mostrato tre mosse da eseguire, e i tre partecipanti che le avrebbero eseguite al meglio avrebbero avuto la possibilità di allenarsi gratuitamente. Mio padre riunciò anche a mezza giornata di lavoro per potermi accompagnare li. C’erano circa 30-35 persone al contest. Ti facevano salire sul ring per vedere il modo in cui sapevi cadere e attutire il colpo. Ti facevano andare avanti e indietro sul ring, passando da una corda all’altra. Ad ogni modo ti facevano eseguire 2-3 semplici azioni. Mio padre mi guardò tutto il tempo seduto nel backstage. Ogni volta che salivo sul ring mi giravo verso di lui, per vedere se mi stesse effettivamente guardando. Questo contribuiva a mettermi ancora più pressione, anche perchè aveva rinunciato a mezza giornata di lavoro per me. Ma sfortunatamente non vinsi quel contest. Così, mentre mi avviavo nel backstage, stavo per chiedere a mio padre-‘Hanno anche una scuola di wrestling a pagamente, mi ci posso iscrivere?’- ma prima che potessi aprire bocca, arrivò un annuncio. I vincitori sarebbero stati quattro, e quel quarto vincitore ero proprio io. Non ero stato scelto tra i 3 vincitori sul podio perchè ero troppo giovane (avevo 15 anni), ma avevano deciso comunque di darmi una chance. Che fortuna! Quel contest mi ha permesso di entrare nel mondo del Pro Wrestling. Penso inoltre, che durante la mia carriera io abbia avuto tanti colpi di fortuna. E dopo tutto questo ora sono qui, sono arrivato dove volevo essere.”

FONTEwrestlinginc.com
Francesco Zel Celotto
The Phenomenal ZelOne. Uno degli acquisti più recenti del Team di Zona Wrestling. Studente universitario, appassionato musicista, amante del Wrestling sin dalla sua infanzia, con il culto per Star Wars e i supereroi. Oltre che sul ring da Boxe, combatte nella vita di tutti i giorni per difendere la propria fede bianconera in quel di Napoli. I suoi wrestler preferiti sono Seth Rollins, AJ Styles, Sami Zayn e Rob Van Dam.
  • bestsincedayone

    che storia! ahahahah uno dei migliori wrestler al mondo “nato” in modo casuale, è una regola che si conferma molte volte questa della casualità!

  • Alexssio

    magari lo facessero anche qui in italia :

    • Alessandro Tulelli

      In che senso ? Intendi una Major come la WWE o magari una Fed. meno nota, ma con contatti di rilievo che proponga un Contest dove i Rookie/Novizi nostrani più promettenti possano ricevere una preparazione come si deve senza pagare la normale quota d’iscrizione o avevi in mente altro? Beh, il Wrestling della nostra penisola esiste da una sedicina d’anni ed ha ampi margini di miglioramento, soprattutto se iniziassero ad evolversi definitivamenti in alcuni ambienti. Ci sono diverse Scuole valide in Italia, ove poter apprendere. Un Contest del genere lo si potrà avere quando la Scena avrà una notorietà tale da far ” gola ” a Promotion in grado di mettere in piedi Iniziative ancor più significative.
      I Talenti tra le diverse Realtà non mancano ed alcuni sono stati anche all’estero per lottare e formarsi ulteriormente, quindi anche senza tali Progetti…voglio essere ottimista dai, tra altri 10/15 anni si potrebbe avere un impatto degno di tal nome sul Wrestling globale così rilevante da poter fornire maggiore luce alla Scena tricolore, portamdoci vicino alla notorietà dell’Inghilterra, ma appunto ci vorrà del tempo

      • Alexssio

        Esattamente,intendo un unica ”Major” italiana ma non come la WWE,come l’NWA dei tempi d’oro,una compagnia che racchiude tutte le realtà del wrestling italiano dal nord al sud italia. Più che un contest vorrei che fosse proprio un campo,ovvero una struttura adeguatamente adibita all’imparare l’ABC del wrestling,non dico come il performance center,ci mancherebbe una struttura simile è irrealizzabile da noi,ma almeno una palestra ADIBITA AL SOLO USO PER IL WRESTLING,dove ciclicamente potrebbero indire dei ”tryout” ovvero delle vere e proprie sessioni d’allenamento con in palio 1 anno di allenamento gratuito.

        • Alessandro Tulelli

          Guarda, l’idea di un NWA italiana la vedo davvero difficile da realizzare, come l’ipotesi di un solo Campione Assoluto riconosciuto in ogni singola Promotion dello Stivale, idem per gli Allori di Coppia e Femminile ( anche se di Wrestler non ve ne sono tantissime,almeno fino a questo momento e il Titolo più prestigioso in tale ambito è quello della Italian Championship Wrestling ), per diversi fattori tra cui le differenti ideologie, la voglia d’indipendenza e libertà che magari verrebbe meno in un sistema di tal tipo, ecc… .
          La Federazione con più Poli d’Allenamento è proprio l’ICW, che di recente ha visutto una diaspora in tal senso poichè le Strutture presenti in Toscana, Lazio, Piemonte e Campania han deciso di separarsi dalla ” Casa Madre ” e questo ha portato alla nascita di 2 Realtà note come Scuola Italiana Wrestling e Federazione Italiana Wrestling.
          Poi vi è la WIVA ( Wrestling Italiano Veramente Autentico ) che ha altre Strutture, il Bologna Wrestling Team con la sua Palestra, la Power Wrestling Entertainment con un Centro a Potenza, la Frontier Championship Wrestling con 2 Poli di cui uno a Pero ( Milano ), ad Almenno San Bartolomeo ( Bergamo ) vi è la possibilità di allenarsi con 2/3Wrestler che militano anche in Adriatic Special Combat Academy, la Real Italian Wrestling ha anch’essa una sua Scuola ( insieme alla PWE, è una delle 2 Fed. del Sud ),nel Lazio vi è l’Italian Wrestling Association a Frosinone, la Mantova KOX ( King Of Extreme ) tiene anch’essa dei Corsi e forse sto a scordà qualcuno XD. Elencone atto a dimostrare quante possibilità gli aspiranti Lottatori e le aspiranti Lottatrici avrebbero di iniziare il loro percorso selezionando una o girando tra le diverse Realtà munite di ” Centri di Formazione “.
          Palestre ove vi sono ring fissi per gli allenamenti e non solo materassoni/tatami esistono, anche se non sono tante quante dovrebbero effettivamente essere ( i ring, quelli fatti come si deve, costano un fottio ), Trainer ed Allenatori preparati idem ( molti millantono grandi esperienze e poi sono il nulla, questo succede ovunque ) e i Wrestler talentuosi degni di nota aspettano solo di dimostrare e mostrare
          le loro capacità a chi ritiene il Wrestling italiano insignificante.
          Ad una Promotion non converrebbe mai garantire 1 anno di allenamenti gratuiti a nessuno, sarebbero introiti persi che invece sono essenziali, tuttavia esperimenti come ” 1 mese gratuito di Allenamenti per i Principianti più meritevoli ” o accordi con Academy britanniche o europee note per la loro abilità di sfornare/plasmare Talenti con magari delle iniziative come ” i migliori 3 del Corso potranno allenarsi per 6 mesi nel Camp X pagando il 50% in meno ” o strategie di questo tipo non sarebbero delle cattive idee

  • Eddie Guerrero

    bellissima storia piacevole considerando che Lethal è un grande del wrestling.