Nell’utlimo stralcio dell’intervista rilasciata a Wrestling Radio, Jeff Jarrett ha discusso della morte di Chyna avvenuta qualche settimana fa, affermando che c’è stata diversa strumentalizzazione dietro la sua morte. Ecco il virgolettato del leader della GFW in merito:

Pubblicità

“Amo i fan di wrestling. Sono un fan di wrestling da prima che diventassi un wrestler. Ma, quest’ultimi, amano lamentarsi, discutere e parlare del nulla. C’è un sacco di strumentalizzazione in quello che legge o dice la gente. E’ un grosso peccato la situazione di Joanie. Non credo che ci sia qualcosa che potrei dire che non sia stata detta nel corso della settimana appena passata. E’ stata un’apripista. Ha buttato giù qualsiasi porta a calci. Ma, l’unica cosa che posso dire è che, nella serie di match che ho avuto con lei, Chyna … ce l’ha fatta. Non era spettacolare sul ring. Ma, quello che ha fatto, ovvero davvero tanto, l’ha sempre fatto in maniera incredibile. Aveva del talento innato e se ne parlerà per sempre. Era parte importante della DX come qualsiasi altro membro che sia mai stato in quella stable. L’Attitude Era? E’ stata una di quei talenti che l’ha realmente resa grande. Qualcuno mi ha intervistato recentemente in Germania e mi ha detto che il mio ultimo match in WWF è stato contro di lei e che l’ultimo incontro di Joanie, di sempre, sia stato contro di me in TNA. Le nostre strade si sono incrociate più volte. Le mie più sentite condoglianze vanno a tutta la sua famiglia”.