Jim Ross ha inserito nel suo blog alcune considerazioni riguardanti la WWE, idolatrando Charlotte come l’Hulk Hogan di questi tempi nella sezione femminile della federazione.

Pubblicità

“Charlotte Flair ha fatto passi in avanti straordinari ed ha reso il wrestling come un suo gioco, combinando la bravura da atleta che le perviene dal dna all’ossessione di diventare la migliore. Sta velocemente crescendo per diventare l’Hulk Hogan della sua categoria. Se continuerà nel suop progresso, non sarà strano vederla nel main event di tanti ppv nel futuro”

FONTEwrestlinginc & Zona Wrestling
Corey
Dal 2007 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia e Coppa dei Campioni. Attualmente coordinatore ad interim del sito.
  • ;Destiel

    Con più talento rispetto a Hogan, però.
    Scherzi a parte, Charlotte è una delle superstar migliori (non solo tra le donne), ed i main event sono strameritati. Alla faccia di qualcuno che ritiene inutile il wrestling femminile.

  • RedRibbon

    Charlotte flAR

  • Son of a Bleach!

    Se solo in wwe si vedessero uomini e donne lavorare insieme ogni tanto..e non solo nel backstage..

    • JohnMorrison96

      Ecco perché LU è diversi passi avanti la WWE-

  • A me ha già stancato da un anno.
    E’ forte sul ring,come heel ha fatto bene(aiutata dalla gestione) ma rendere qualcuno così dominante annoia troppo.

    • Andrea Cocchiarale

      E se la pensi così sull’attuale Charlotte quando Asuka arriverà da NXT fidati che sarà peggio….

      • Infatti pure Asuka mi ha stancato di brutto,spero debutti il più tardi possibile.

  • Gino91

    Non offendermi Charlotte !

  • WWEworldwriter

    Jim Ross pagherà un sicario e farà in modo di mandarlo sotto al palazzo nel quale, vivo. E mi farà sparare. Io scriverei che Charlotte, è la degna erede del padre. Ironia della sorte, scriverei un’altra cosa: Charlotte è la Bret Hart delle superstar femminili. Ironia della vita. Certo, non mi dimentico di Natalya che è una Hart, una Neidhart di sangue.

  • Eddie Guerrero

    condivido Charlotte è la più grande di tutti, e sa lottare magnificamente e se li merita tutti quei main event avuti e il titolo femminile conquistato 4 volte e in futuro sarà ancora meglio.

  • JohnMorrison96

    Quindi vuol dire che anche lei avrà un ego così gigantesco da permetterle di far sembrare Vince Mcmahon o Shawn Michaels come dei dolci angioletti a confronto?

    Cavolate a parte… Charlotte doveva turnare face già quand’era campionessa, io sono del parere che se vuoi fare regni lunghi, ad un certo punto devi turnare o face o heel a seconda del tuo scheramento iniziale, o rischi seriamente di diventare stantio.
    Quello di CM Punk è il prototipo di un lungo regno con i controcàzzi, a mio parere

    • WWEworldwriter

      Non per difendere Vince e l’Heartbreak “Old Man”, ma non penso siano proprio dei bastardi viventi. E ripeto: scrivo da fan assoluto di Bret e della Hart Foundation. Credimi, conosco persone peggiori delle voci riguardo Vince e Shawn. Almeno, loro hanno dei talenti fortissimi: Vince ha quello per l’imprenditoria e Shawn, è stato uno dei migliori wrestler al mondo. Ci sono bastardi viventi senza talenti, nella vita. Un’altra cosa, se Shawn volesse allenarmi come wrestler, per me, sarebbe un onore. Per quanto riguarda, Charlotte? Non penso sia una ragazza arrogante; sei stai attento ai suoi promo e segui un po’ il suo Instagram, ti rendi conto che lei, non è proprio una heel nella vita vera.

      • JohnMorrison96

        Sì, ma quel suo talento non deve automaticamente renderti una persona buona e giusta, Shawn è stato uno strònzo della peggior specie per quello che ha fatto a British Bulldog o quando ha ”perso il sorriso” e Mcmahon con come ancora oggi vessa certa gente nel backstage.
        Ma non era di questo su cui mi volevo impuntare, stavo solo scherzando sul fatto dell’ego di Charlotte XD

        • WWEworldwriter

          Il passato e le voci di corridoio, – vere o meno vere -, sono cose passate. Io preferisco scrivere della notizia riguardo Charlotte. E sono sicuro, che lei, fuori dalla gimmick, non abbia un ego da egocentrica estrema; non penso sia il tipo di ragazza alla “togliti di mezzo dalla mia vista, che valgo più di te”. Il suo talento è tanto e non si discute, chiaro.

          • JohnMorrison96

            Che anche altre persone avessero delle pecche è verissimo, tipo Bret Hart che è sempre stato una sorta di mark di se stesso, ma dato che parliamo di Charlotte no, lei non mi ha mai dato l’impressione di essere una brutta persona X’

          • WWEworldwriter

            In un certo senso, essere mark di se stessi, non è sbagliato; significa che hai talento e che, sei consapevole di quanto vali. Significa, che sei consapevole delle tue ring skills, delle tue mic skills e del tuo carisma. Bret è il mio preferito in assoluto e, rimarrà il mio preferito in assoluto, in tutti i prossimi decenni. Uno che ha il talento estremo di Bret, faceva bene a essere mark di se stesso. Si aspettava, che i match e le storylines, andassero come voleva lui? Non era l’unico. Lo sappiamo tutti; un altro esempio, è Shawn Michaels. Vediamo, forse, Bret era più mark di se stesso di quanto, potesse esserlo Shawn. Ma, secondo me, se ha il talento estremo di Bret, ha anche senso. Certo, essere mark di se stesso, – troppo mark -, ha portato Bret ai problemi umani con Shawn, con Vince e con altri. E purtroppo, certe famose situazioni, un po’, sono state anche, colpa di Bret stesso. Bret era il migliore. Il “The best there is, The best there was, and Thw best there ever will be”, è la verità. Poteva essere un po’ più ragionevole e più disposto a discutere pacificamente. Certo, lo stesso vale per le persone con le quali, Bret ha avuto dei problemi: potevano sedersi, parlare e discutere onestamente delle proprie delusioni e aspettative. Ripeto: bastava cercare il dialogo. Per quanto riguarda, Charlotte? Ripeto: lei è una ragazza, una donna; è più sensibile, più intelligente. Una certa dose di ego, riesce a controllarla, di sicuro. Poi, sono altri tempi. Ripeto ancora, e come si è capito, scrivo da fan assoluto di Bret: non metterei Charlotte, sulla stessa bilancia di ego con Bret, Shawn, Vince, British Bulldog, il Triplo, CM Punk e altri. Sarcasmo o no. È chiaro.

  • condivido con Jim Ross. Charlotte è un talento cristallino