In un’intervista al PlaybackPodcast ha detto la sua riguardo le morti premature nel wrestling.
Credo che tutto derivi dalle decisioni che si prendono, se si guarda al passato ci sono stati grandi intrattenitori che se ne sono andati troppo presto per colpa di alcune scelte sbagliate. Ci sono un sacco di ragazzi che fanno 200 date l’anno e stanno bene, poi ci sono un sacco di ragazzi che vivono senza mai pensare al domani e indovinate un pò? Per molti non c’è davvero il domani. Ci tengo a sottolineare che tutto ciò non è dipeso dalla professione in sè, ma da scelte meramente personali.”

Pubblicità

Sul come la WWE tratti i propri talenti:
Ciò che mi piace nell’odierna WWE è che loro si prendono cura di noi come fossimo una grande famiglia. Offrono assistenza finanziaria, assistenza sanitaria e anche dei corsi per imparare altre lingue. Se qualcuno si fa male lo pagano. Questo per farti capire quanto ci tengano a farci sentire protetti. Non sono cose che hanno la necessità di fare, ma le fanno lo stesso perchè gli importa di noi e anche di ciò che faremo una volta che non potremo più lottare.”

VIA411mania
FONTE411mania
Irish Tommy
Ho 26 anni, seguo il wrestling dal lontano 2001, seguo principalmente la WWE, anche se ciò mi porta rancore e frustazione il più delle volte, una sorta di sindrome di Stoccolma. Quando trovo il tempo e non sono inghiottito dalle serie tv seguo anche RoH e NJPW. Wrestlers preferiti: Eddie Guerrero, Chris Benoit, Brock Lesnar e Steve Austin.
  • A.J. Styles

    Ha ragione, il wrestling non uccide, ma le scelte si… Proprio come la scelta del leg drop counterato in una powerbomb eh?

    • LtdkB

      Non ha mai detto di essere esente dal compiere scelte sbagliate infatti

  • _Romanov_

    Per tutti quelli che incolpano la WWE, per la morte di Benoit. John Cena è stato davvero un pioniere della WWE. Ha lottato 2-3-4 volte a settimana, per 10-12 anni, eppure ha sempre saputo gestirsi, senza ricorrere ai painkillers e al resto.

    • DETH

      Mentre Benoit cominciava a morire Cena cominciava a lavorare…

      • _Romanov_

        Benoit non ha mai sostenuto i ritmi di Cena. Aveva uno stile di lotta più logorante per il fisico, questo sì, però i ritmi di Cena in questi 10 anni , sono stati assurdi. Chris non ha saputo dosare le proprie energie, non ha saputo conservarsi per il domani (per citare John), stessa cosa per gente come Eddie e Kurt, che quantomeno sono riusciti a riprendersi in qualche modo.

        • Fringe

          Chris Benoit ha avuto anche problemi con certe sostanze. Forse non è lui l’esempio migliore al quale riferirsi. Kurt Angle può essere un ottimo metro di paragone.

          • _Romanov_

            Kurt secondo me è stato non fortunato , di più. Non riesco davvero a capire come, dopo tutte le sostanza che ha preso , lo stile di lotta non proprio conservativo, sia ancora in piedi ed in grado di sostenere un match. A mio parere , un miracolato.

          • DeanAyane

            Stavo pensando la stessa cosa!

          • LaRazza

            non lo chiamano “the wrestling machine” a caso

        • DETH

          Quello che dico è che se ai tempi i vari controlli e provvedimenti per la salute degli atleti fossero stati quelli attuali Benoit sarebbe stato fermato prima come successo a un Corey Graves qualunque ancora a NXT, e forse lo si sarebbe potuto salvare; solo in seguito a certe cose hanno cominciato a darci la giusta attenzione.

          • _Romanov_

            Il problema è proprio questo , quando sono gli altri a doverti salvare la vita. Un esempio dell’epoca di Benoit, sono i vari Kane, Undertaker, Big Show, Triple H, Chris Jericho.

          • DETH

            Eh vabbè ma questo varia anche da persona a persona, semplicemente ci sono alcuni più fortunati ed altri meno, ma il WP serve proprio a questo, a prevenire quando qualcuno è meno fortunato e deve ritirarsi per il suo bene.

        • Gilgamesh

          Si ma Benoit non ha debuttato in WWE eh gavetta in Messico e Giappone,a fare avanti indietro senza mai fermarsi.

          Non si può dire che Cena abbia lavorato più di Benoit,apparte che la quantità non vale nulla rispetto alla qualità..e non parlo di rendere felice la gente pagante,parlo dei rischi che si prendeva Benoit,Cena ha sempre avuto uno stile di lotta semplice,basico e piuttosto safe..cosa che hanno coloro che sono “destinati” a essere il volto della federazione,in modo che possano durare di più.

          • _Romanov_

            Quindi Cena avrebbe lavorato meno di Benoit? Ha sempre avuto uno stile più conservativo, ma per tanti anni John ha combattuto 3 match a settimana, senza contare viaggi, interviste e tutto quanto. Quindi non diciamo eresie. Nelle indipendenti combatti 1 volta a settimana, massimo 2 .

          • 2623 match a 2157 per la precisione
            Uno però solo in WWE con quello stile di cui sopra e Benoit invece ha lottato in federazioni dove si doveva sicuramente scorticare di più
            Quindi oggettivamente Benoit ha lottato di più
            Ma non ho capito perché questo paragone

          • _Romanov_

            Cage match non è un sito del tutto affidabile , in quanto in più lottatori non riporta di inizio carriera, come per Taker o Triple H o Chris Jericho. Per Benoit sembra invece riportarli tutti. Il paragone è dato dal fatto che John Cena, pioniere in WWE, uomo che si è portato la compagnia sulle spalle per 10 e più anni, tra interviste, show, match , viaggi, tour stressanti ecc.. non si è mai distrutto come Benoit, che sicuramente avrà avuto uno stile di lotta meno safe, ma non ha mai avuto la mole di lavoro che si è portato sulle spalle Cena. Il massimo degli incontri disputati da Chris , sono 182 a 21 anni, dove non credo eseguisse e tantomeno avesse uno stile spericolato. John ne ha combattuti 202 nel 2011, dove aveva pure centinaia di interviste, tour ecc… eppure non è mai caduto in quel tunnel di cui è spesso stata accusata la WWE. In poche parole, il succo del discorso è, Benoit si è rovinato con le sue stesse mani, ci sono tanti esempi di wrestler che hanno combattuto quasi o più di lui, senza ridursi in quello stato. Triple H, Kane, Jericho, Cena, Taker, Bret Hart, Big Show e infine Ric Flair che ne ha combattuti quasi 1000 in più.

          • Potrei anche concordare con il resto ma che Benoit avesse gravi danni al cervello non è dovuto al fatto che si sia rovinato con le sue stesse mani, o almeno, solo in parte
            Quello che volevo dire è che la WWE aiuta molto i propri lottatori dal punto di vista fisico, mi sembra evidente

          • _Romanov_

            Beh aspetta, lo stile di lotta lo ha scelto lui, assieme a tutte le manovre più pericolose; un’atleta con la tecnica di Chris, non avrebbe avuto bisogno di fare 3000 flying headbutt, basti pensare a Bret o Michaels, oppure Flair. Benoit avrebbe raggiunto la gloria anche con uno stile totalmente tecnico eliminando o contenendo di più manovre dannose alla propria salute. Sull’ultima parte concordo, non è un uso smodato di steroidi come negli anni 80/90, ma qualche scorciatoia , anche col wellness program di oggi , è possibile. ( come dimostrato da Brock)

          • Sì, questo sì, però comunque c’è da dire che molti lottatori che erano in quelle federazioni hanno riportato danni ingenti che gli hanno cambiato vita/carriera. Lui è un caso particolare e dire cosa gli abbia causato maggiormente quei danni è difficile
            Le sostanze sono infinite, il controllo che possono fare invece credo sia comunque limitante. A volte poi uno è artefice del proprio destino, cioé infarti, morti e ciò che succedeva più frequentemente prima e che ora è più limitato sono cose tristi, però nessuno ti ha chiesto di prenderle
            Il problema invece si pone se la compagnia non ti tutela sulla questione dei danni fisici, lì si crea un problema

          • _Romanov_

            Sì, lì però si arriva ad un nuovo bivio, stare dalla parte di Dupreè & co, che hanno presentato denuncia. Stessa cosa sulla questione CM Punk, se credere alle sue parole, o credere ad una diffamazione di quest’ultimo. Personalmente sull’ultimo caso , sto con Punk anche se credo abbia leggermente ingigantito la cosa, per esempio con la frase sull’aver rischiato la morte.

          • Secondo un Dupreè vuole farci i soldi con una cosa simile, perché in tanti sono stati fermati per precauzione
            Punk dubito lo abbia fatto per soldi, seppur anche lui abbia ingigantito la cosa…essendoci rabbia tra le due parti si è solo urlato “al lupo, al lupo”, con Punk che ha esasperato le cose e loro che lo hanno eliminato dalla faccia della terra manco fosse un criminale

          • Gilgamesh

            Non dico questo,ma non puoi dire che abbia lavorato più di Benoit.Viaggi interviste e tutto quanto,non sono esibizioni di Wrestling,se mi dici che ha avuto una vita parecchio movimentata allora si,e pure stressante da quel punto di vista..ma sul ring non era quello che rischiava di più.

          • _Romanov_

            Ha lavorato più di Benoit, su questo non ci sono dubbi. Avrà avuto meno match ma qualsiasi atleta ha sempre ammesso che la vita in WWE, sia 10 volte più stressante che nelle indipendenti, immaginati se arrivi al livello di John. Interviste , tourneè, servizi fotografici, ti stancano , non sono psicologicamente ma anche fisicamente. Purtroppo abbiamo avuto recenti esempi su come sia facile infortunarsi anche con semplici manovre, tipo la powerbomb che Rollins provò su Kane.

  • davis

    per noi dall’esterno sembra che siano tante date all’anno sempre on the road…bisognerebbe chiedere un po a tutti se la pensano come cena che sono sopportabili tutte queste date…poi ovvio loro incassano $… 😉

  • Eddie Guerrero

    Cena diciamo che ha ragione per quanto detto, ma è comunque un discorso fine per lui stesso o per chi come lui, però ci sono anche wrestler che il ritmo della WWE lo trovano a lungo andare stressante che però Cena è la grande bandiera della WWE facendosi il mazzo ogni santo giorno per intrattenere noi fans riuscendo bene come anche nei promo e nel lottato.

  • Thebigdog

    Un solo esempio in WWE fa capire ogni cosa Ric Flair a buon intenditore poche parole