Recentemente Justin Roberts ha parlato ai microfoni del Daily Herald, ecco gli highlight:

Pubblicità

Il suo periodo in WWE:

“In un certo senso è stata una storia d’amore molto strana. Tipo, il mio matrimonio con la WWE. Il mio assurdo matrimonio con la WWE”.

La mentalità da bullo della WWE:

“Un sacco di persone nella compagnia, soprattutto ai piani alti ragionano da bulli. Spero che tirando fuori questa cosa si crei un cambiamento. Spero che la WWE sia un posto migliore per chi ci lavora ora. Non parlo per dar fastidio alla compagnia, ma per mettere in guardia riguardo certi problemi”.

Perché ha scritto un libro:

“Ho sempre pensato di aver avuto una storia interessante. Ero un grande fan di wrestling che avrebbe fatto qualsiasi cosa per incontrare i wrestler. E’ stato un sogno diventato realtà diventare l’annunciatore della WWE. Avevo un poster di RAW in cameretta da bambino, e poi facevo da annunciatore per quello stesso show. Volevo raccontare la mia storia ed ispirare gli altri ad inseguire i propri sogni. Niente mi è stato regalato, ho lavorato duro per ottenerlo. Non avevo nessun contatto, me ne sono fatti di miei”.

 

FONTE411Mania
Leonardo
20 anni, Roma, appassionato di wrestling da lontano boom del 2006. Seguo parecchie Indy e più ne conosco, meno tempo libero ho, Promotion preferita PWG/Progress. Wrestler preferiti: Roderick Strong, Chris Hero/Kassius Ohno.