Pubblicità

Cosa c'è di peggio di un PPV brutto? Un PPV che non fa ridere. Con questa semi-citazione, date il bentornato alla FLOP 10 di ZonaWrestling

Passiamo dunque ad analizzare i dieci momenti NO di WWE Night Of Champions

10)MA COME TI VESTI?! NIGHT OF CHAMPIONS EDITION

Edizione decisamente fiacca questa, a portare avanti la bandiera dell'orrido gusto rimangono Dolph Ziggler, che ha evoluto il suo attire nello stile “sogno erotico in latex per ambo i sessi”, e Xavier Woods, che chiede a gran voce l'istituzione della categoria “ma come ti acconci?!”; provano ma non convincono Charlotte con il suo costume rosa caramella, e Bray Wyatt, a cui qualcuno dovrebbe spiegare che le colombe nere su sfondo bianco che prendono il volo stanno bene alle quindicenni depresse che pensano di aver già patito tutti i dolori del mondo, non ai wrestler.

9)OCCHIO ALLA CAPOCCIA

Tutti, giustamente, a preoccuparsi del collo Sting e pochi che notano come lo Stinger rischi il trauma cranico impattando di cervelletto su uno dei monitor dei commentatori spagnoli, dal backstage s'ode il rantolo di dolore di Randy Orton che contempla la marca di monitor ancora incisa sulla sua schiena

8)VINTAGE KICKOFF

Io mi domando che senso hanno queste faide da pre-show che partono con la vittoria di un team (o di un wrestler) e continuano la sera dopo a Raw con la vittoria del team opposto, il tutto per cosa, per portarsi uno a uno palla al centro? Almeno la bella avvenisse in un match coi fiocchi, invece purtroppo questa sfida tra Stardust e Neville, con tag team al seguito, rischia di finire esattamente com'è iniziata: in un pre-show, con un match da sei politico

7)NON MALE, PERÒ . . .

John Cena e Seth Rollins assieme fanno sempre un ottimo lavoro sul ring, ma l'averli fatti scontrare ormai così tante volte ha fatto sì che i due non sono stati in grado di offrirci qualcosa di nuovo, tanto più che il match non poteva andare avanti troppo per le lunghe, perché Rollins doveva disputare un altro incontro. A questo proposito, l'aver fatto perdere Rollins dopo una sola AA poteva essere tranquillamente giustificabile con la decisione di Rollins di terminare l'incontro, con perdita del titolo, ma conservare così più forze per il match successivo, quello decisivo. Tutto perfetto dunque? No, dal momento che il match migliore della serata è stato un incontro combattuto col freno a mano più che tirato, incatenato, e con spot fotocopia di match visti e rivisti ormai troppe volte, ah no aspetta! Cena ha imparato una nuova versione di Suplex! Apprezziamo lo sforzo e infatti, tutto sommato, non ci lamentiamo più di tanto

6)E IL PEGGIO È CHE NON È FINITA

Il match tra Dolph Latex ha faticato a ingranare e, quando ha ingranato, si è sprecato con troppi falsi finali, che ne hanno smorzato il pathos à là Cena vs Rocky di WrestleMania 29, la mia ho visto il match in compagnia e ad un certo punto ad ogni azione si esordiva con la frase “beh, ora sarà finito”, invece il match, a mio avviso ovvio, è durato sin troppo, con conti al 2.99 come se piovesse, per cosa poi? Concludersi con un Rusev che si prende un tacco in faccia (anche se farlo perdere a causa di Summer poteva starci eccome)

E sapete qual è la parte peggiore? Che questo feud, a giudicare da quanto visto a Raw, non è neanche finito qui . . .

5)MA UNA VITTORIA PULITA?

Carissimi, era ovvio che con Ryback Owens non avrebbe mai potuto offrire una prestazione come quelle avute con John Cena, Cesaro o anche Ziggler, puoi essere anche il wrestler più bravo del mondo ma se il tuo avversario non riesce a reggere i tuoi ritmi è ovvio che devi limitarti, ragion per cui ero la prima ad aspettarmi un match che avrebbe strappato il sei e poco più e così è stato, Ryback non ha fatto danni e Owens ha deciso, coerentemente, di martellare tutto il tempo l'avversario. Però, mi domando, per uno che ha sconfitto pulito John Cena al suo match di debutto, era troppo mantenere un minimo di coerenza col personaggio e fargli battere pulito “Ryback”? Invece pare proprio che per Owens ci sia alle porte, almeno per il momento, il più classico trattamento da heel vigliacco e meschino, brutto e cattivo, bastasu ih caino, ptù!

(Sì lo so, l'ho già usata questa battuta, perdonatemi)

4)CI SI ASPETTAVA DI PIÙ

Il fan di wrestling medio tenderà sempre a giudicare più positivamente un match da sei dal quale si aspettava quattro piuttosto che un match da sette dal quale si aspettava nove. Dopo avervi confuso ben bene con la matematica, vi dico che non so che cosa si aspettava il pubblico dal match per i titoli di coppia, ma decisamente ha deluso le aspettative di molti, dato che è stato un match in cui tutti i team hanno dato il minimo sindacale, non ci credete? Provate a chiedervi come sarebbe stato il match se si fosse disputato senza il trombone di Xavier Woods

Che poi, quanto odio i match che vanno avanti quel tanto che basta per riempire minuti e poi terminano quando il manager di turno si scassa la uallera e decide di intervenire

3)ANTICLIMATICISSIMO

Sarò prevedibile, ma la realtà dei fatti non si può ignorare, so che tutti avete già massacrato il finale del Divas Championship match definendolo qualcosa di totalmente anticlimatico ed io, voce e somma giustizia dello scontento del wrestling web, ascolto le vostre grida di sdegno e piazzo quell'anticlimatico finale sul podio. Però, dato che sono un po' bastian contrario, dico anche che il lavoro sulla gamba di Charlotte ad opera di Nikki mi è piaciuto, non è facile lavorare per tutto il tempo una parte del corpo senza diventare ripetitivi, perciò un bel thumbs up per Nikki, toh!

Ovviamente un lavoro che diventa del tutto inutile, se poi Charlotte chiude la Figure eight senza problemi di sorta

2)A WILD JERICHO #ACASO APPEARS

Le avvisaglie che qualcosa non stava andando per il verso giusto c'erano state. Da una parte hai una stable che si è appena arricchita di un nuovo membro, dall'altra i due terzi di una stable alla ricerca di un terzo membro, come si poteva pensare di sconfiggere la stable malvagia, la Family, ad appena un mese dall'arrivo del suo membro più temibile? Era dunque quasi scontato che il partner scelto dagli ex Shield non sarebbe stato l'ago risolutore della bilancia. Alcuni dei miei colleghi avevano ipotizzato che ciò avrebbe potuto essere un buon modo per incominciare ad incrinare il rapporto tra Ambrose e Reigns, con il turn di uno dei due

E invece no. Prendiamo un Jericho a caso, facciamogli fare un ritorno one night only a caso, usiamolo molto a caso, facciamogli fare la figura del fesso con un errore di presunzione che uno che son vent'anni che è in questo business e che abbiamo stabilito che delle luci della ribalta non gliene frega un catzo dal momento che si fa solo house show e di comparire a Raw non gli importa un bigolo, a caso, facciamogli fare la primadonna offesa, a caso, e facciamolo sparire nel nulla

La comparsata di Jericho, mi duole dirlo, ha cambiato la mia percezione di questo feud tanto quanto potrebbe cambiarvi la giornata sapendo che questo articolo l'ho scritto indossando calzini verde prato

1)LEI OLTRE IL SETTE NON PUÒ ANDARE

Volevo inserire il main event in questa classifica, non alla prima posizione ovviamente, ma volevo inserirlo, con la colpa di essere stato un main event niente più che sufficiente. Poi mi sono resa conto che sbagliavo, sbagliavo perché Sting ha fatto il suo dovere, Rollins è riuscito a trovarsi bene con il suo avversario, lo Sheamus di turno che prova a incassare ci sta, il Kane che torna e si presenta come nuovo avversario di transizione pure, non è stato un main event a cinque stelle, ma non era neanche giusto pretenderlo, il contesto non lo richiedeva. È stato il resto del PPV ad essere deludente. Com'è possibile che il voto più alto che si può dare ad un match in PPV sia un sette risicato, a Cena e Rollins, due atleti che abbiamo visto scontrarsi quasi in tutte le salse? Com'è possibile che lo scossone maggiore sia stato vedere Xavier Woods schiantato su un tavolo, o che la gioia più grande ce l'abbia data sempre Woods che intona la colonna sonora di Rocky? Possibile che in ogni singolo match ci fosse qualcosa che non andava?

Night Of Champions non è stato brutto, ma è stato un PPV perennemente combattuto in zona cesarini, per usare un termine calcistico, giusto per sfatare il mito che i fan di wresting odiano il calcio.

Questa è stata la prima volta che non mi sono divertita nello scrivere la mai amata FLOP 10, lo trovo un insulto, qualcuno dovrà pagare per un simile affronto!

Già per la FLOP 10 di BattleGround dissi che il PPV non aveva avuto nessun FLOP così clamoroso, ma era stato un PPV tremendamente normale, la stessa sensazione che ho provato per questo NOC. Se la cosa sia da considerarsi più o meno grave, data l'importanza (o presunta tale) che la WWE voleva dare a questo PPV, non spetta a me deciderlo, io ho la mia filosofia:

Anche questo mese, se pensate che abbia omesso qualche punto fondamentale o se pensate che sia stata troppo cattiva, sentitevi liberi di integrare questa rubrica come meglio credete.

Ysmsc

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname