Niente match per il titolo per Bryan, lo scontro con Triple H lo attende a Wrestlemania. Contentino o qualcosa di più? Sergedge ne parla oggi insieme a voi.

 
Quella spalla che si alza dopo la prima RKO ha illuso qualcuno di noi che a Elimination Chamber il miracolo fosse ancora possibile, che nonostante fosse scontata a tutti la riconferma di Orton come campione ci fosse quell’1% di possibilità che la WWE aggiungesse l’idolo delle folle nel main event di Wrestlemania per evitare una rivolta. Invece i pronostici della vigilia sono stati rispettati e Bryan non lotterà per il titolo almeno per il prossimo ppv.
 
Iniziamo a tirarci su il morale con qualcosa di positivo: a Wrestlemania non sarà Kane il suo avversario. Sarebbe stata una scelta suicida ma se pensiamo ai continui attacchi di mr Sold Out non era così scontato che non volessero preparare un feud tra i due magari giocando anche sulla loro amicizia ai tempi del team Hell No. Per fortuna il pericolo è stato scongiurato nell’ultimo episodio di Raw e sono partite le prime avvisaglie riguardo il feud che effettivamente culminerà nel Grandaddy of them all: Bryan vs Triple H, quella rivalità rifiutata con sdegno da CM Punk a quanto si mormora.
 
Uno dei primi quesiti a cui voglio tentare di rispondere in questo editoriale è relativo all’importanza o meno di un match contro il Triple H d’oggi. Possiamo considerarlo un semplice match di ripiego per tenere occupato chi non ha chance per il titolo WWE? No, non possiamo proprio considerarlo così. A maggior ragione che il main event per il titolo sarà fischiatissimo il match di Bryan contro l’Authority è probabile che sarà quello più atteso e partecipato dai fan presenti anche più del già annunciato Undertaker vs Lesnar.  Si è creato un astio contro Triple H che non ha a che fare solo con la personalità face/heel tipica del wrestling, la gente che sia mark o smart voleva Bryan campione come coronamento di un inseguimento che dura metà anno. Ai tempi che perse il titolo nella stessa notte di Summerslam ero troppo arrabbiato: il percorso e le sconfitte nei ppv autunnali mi sembrava sensati, avevano l’obiettivo di aumentare la voglia del pubblico di vederlo campione e di farlo nel palcoscenico più importante, quello dove si creano le leggende, Wrestlemania ovviamente, magari arrivandoci attraverso la vittoria della Royal Rumble. Non sarebbe stato un bel percorso neanche troppo difficile da mettere in scena?
 
A quanto pare la WWE ha deciso altro e se la situazione non è andata completamente a rotoli lo si deve anche all’addio di CM Punk, dato che essendo lui il prescelto come avversario per Bryan si mormorava di un match davvero di contorno, a quanto pare contro Sheamus. Ora ci si domanda quale sarebbe stato l’esito dell’incontro con Punk e ancor di più quale sarà quello con Bryan. L’ego di Triple H verrà messo da parte?
 
Sfatiamo la leggenda per cui Triple H non voglia mai concedere job a Wrestlemania; diciamo che più che altro è molto attento a chi concederlo. Per tre anni di fila si è fatto schienare o sottomettere da chi si voleva lanciare nel main event (Benoit) e da chi era visto come il futuro della federazione (Cena e Batista), recentemente poi ha concesso due vittorie di fila contro l’Undertaker (non che potesse chiedere il contrario, probabilmente voleva fare qualcosa di memorabile come sono stati gli scontri tra il Becchino e Michaels). Certo non possiamo definirlo un benefattore, sempre pensando ai tempi recenti ha preso vittorie per lui abbastanza inutili come contro Orton e Sheamus (al primo ha comunque poi lasciato il titolo e dopo il rematch con il secondo si è fermato per lungo tempo) più quella su Lesnar alla fin fine indolore per la Bestia. Su questo comportamento nascono i miei dubbi sulla effettiva voglia del King of Kings di concedere il job al prossimo ppv. Mi spiego meglio.
 
Triple H nei casi di Orton e Sheamus ha mostrato un certo atteggiamento. Detto meglio, consapevole che per senso logico il primo sarebbe dovuto diventare campione e il secondo avrebbe ottenuto molto da una vittoria contro di lui, alla fine ha concesso comunque i due favori. Peccato però che nel palcoscenico più importante, quello i cui risultati vengono ricordati negli anni avvenire, ha voluto essere lui quello ad uscire vincente a braccia alzate. Per questo anche se mi sembra impossibile non possiamo escludere che il primo incontro con Bryan venga vinto proprio dal baffone per poi concedere il job al successivo Extreme Rules. Qua però il rischio è davvero troppo alto. Se il match verrà messo non come main event allora il pericolo che il pubblico inferocito per la sconfitta rovini gli incontri successivi non è da sottovalutare, se verrà messo come main event si creerà un’atmosfera elettrizzante con una reazione storica per la sconfitta di Bryan, ma Triple H dovrebbe ritornare in fretta nel backstage e stare attento che il pubblico non lanci nulla sul ring!
 
Oltre che per un fattore rischio dobbiamo parlare di un fattore occasione persa. Davvero mi sembra impossibile che nell’evento WWE più visto si voglia perdere l’occasione per mettere in scena qualcosa di storico, un’arena intera che sfoga la sua frustrazione per le ingiustizie subite da Bryan celebrando l’attesa vittoria a suon di YES! Un Wrestlemania moment di cui ci ricorderemmo anche in futuro. Farlo a Extreme Rules potrebbe non avere la stessa risonanza, oltre il fatto che a tirare così tanto la corda con le ingiustizie verso Bryan si rischi di arrivare al punto che il pubblico non ne potrà più e non seguirà più la vicenda con la stessa passione.
 
Riguardo la storyline vera e propria da qui al 6 aprile non mi aspetto qualcosa di veramente originale, con Bryan che provocerà Triple H in ogni modo fino a che questi accetterà la sfida. Per quel che riguardo il match in sé mi aspetto qualcosa di molto buono con l’atmosfera dell’arena che renderà il tutto più speciale. Le qualità di Bryan le conosciamo tutti ma penso che Triple H nonostante l’inattività voglia presentarsi all’evento in condizioni fisiche all’altezza. Resta da vedere l’alchimia tra i due ma resto ottimista. La WWE sta perdendo molte occasione per lanciare Bryan una volta per tutte, speriamo che non sbagli anche a Wrestlemania.
 
E voi cosa ne pensate? Delusi che Bryan sia ancora lontano dal titolo? Andare contro Triple H è da disprezzare come ha fatto Punk o comunque qualcosa d’importante? Sarà un gran match a Wrestlemania? Verrà celebrato Bryan o Triple H premerà per evitare il job? Fatemi sapere cosa ne pensate del feud tra Bryan e Triple H!
 
Sergedge – EH4L
Sergedge
Rievocato durante una seduta spiritica è tornato a infestare il sito di Zona Wrestling con l'ardore di un tempo. Per la serie l'erba cattiva non muore mai.