Il brano di oggi è “Ain’t No Grave” di Johnny Cash ed usato da Undertaker come tema di ingresso a WrestleMania XXVII.

Pubblicità

ChristiaNexus: Brano profondo del mitico Johnny Cash nel quale afferma che la forza della propria anima è tale che nessuna tomba potrà mai confinare il proprio corpo dentro di sé, in virtù della forte fede che egli ripone nell’aldilà e in ciò che vi sarà dopo la morte. Brano che meglio non potrebbe sposarsi con il Deadman e che, personalmente, ho adorato, arrivando quasi a preferirlo al tema originale di Undertaker. Tuttavia, una volta esaurito il proprio compito, il brano è stato accantonato e, forse, è giusto così, visto che continuerà a fotografare quel match e quella rivalità con Triple H di qui in avanti.

MauroChosenOne: Si inizia la nuova settimana con un artista semplicemente magnifico come Johnny Cash. Brano molto carico di significato visto che sostanzialmente Cash parla di come non ci sarà mai una tomba o bara in grado di contenere il suo corpo, poichè andrà in luogo migliore, con vari riferimenti alla Bibbia durante il corso del brano. Theme strana per il Phenom visto che al di fuori della parentesi da American Badass(aka l’Americano lettoculo) ha sempre avuto theme più cupe e dalle musicalità diverse, nonostante il legame tra la theme e il taker degli ultimi anni è abbastanza palese. Ed infatti al ritorno on screen dopo il match con HHH, Taker torna anche ad avere la solita theme storica che tutti conosciamo ed amiamo. Personalmente è una signora canzone come tutti i pezzi di Cash, una theme di Taker che mi è piaciuta particolarmente in quel periodo nonostante sia più adatta ad un promo piuttosto che come musica d’ingresso di un singolo lottatore.

N.B.: Si chiede all’utenza di commentare la canzone in questione, non il lottatore che la usa, il suo destino, se sia stato valorizzato o meno o simili e, a fortiori, si chiede di evitare ogni altro commento che non riguardi il brano, grazie.

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.