Il brano di oggi è Ass Man, composto da Jim Johnston (in evidente stato di incapacità di intendere e di volere) e utilizzato come tema di ingresso di “Mr. Ass” Billy Gunn.

Pubblicità

ChristiaNexus: “I’m an Ass Man”: mi chiedo cosa si sia fumato Jim Johnston quando abbia un brano che si apre così e, prima ancora, cosa si siano fumati gli autori che hanno creato il personaggio di Mr. Ass, un uomo ossessionato dalla cura del proprio sedere e dal desiderio di quello altrui. Il testo è palese e non si apre a molteplici interpretazioni: li adoro, li voglio prendere a calci, voglio penetrarli, troppi sederi e così poco tempo e così via. Fin qui, si potrebbe tranquillamente affermare che ci sia un “Ass Man” in ognuno di noi, sia quanto agli aspetti violenti che a quelli sessuali. Tuttavia, si ha una svolta e, al tempo stesso, un tocco di classe quando egli parla al proprio deretano (sì, avete letto bene) dicendo: “You walk behind me, I feel the heat” (Tu cammini dietro di me, ne sento la pressione). Insomma, l’Ass Man è una figura metrosessuale, se non pansessuale che, forse, aveva anche anticipato eccessivamente i tempi e che ben si adatterebbe agli oderni dibattiti sulla sessualità, oggi più vivi che mai. La canzone, quindi, sia pur nella propria peculiarità, è un piccolo cult che merita la giusta considerazione.

Mauro Chosen One: E la settimana si chiude con una perla, a seconda delle vostre interpretazioni. Personalmente si parla di trash, poichè Ass Man è una delle theme song più trash mai prodotte, per onorare la gimmick dell’uomo culo interpretata dal buon Billy Gunn. Il testo è molto ironico e già lo si capisce da parti come “so many asses, so little time..” Dal punto di vista musicale è pura buona, molto catchy personalmente. Fra le theme song ironiche/trash, si piazza sicuramente fra i piani alti della classifica..in fondo, c’è chè un Ass Man o un Breast Man (è consigliato usare urban dictionary per chi non è molto familiare con certi modi di dire inglesi).

Ecco una disamina (o, se preferite, l’ANALisi) del giornalista Justin R Young su Ass Man:

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.
  • LANSE ARCIAAAAA !!!

    Questa theme è puro culto.

    • Cole

      Puro culo.

    • ShowOFF

      Oro culato.

  • Simone Giuliani

    Tocco di clASSe.

    • qui siamo ai livelli della Divina Commedia

      • Simone Giuliani

        Ei del cul avea fatto trombetta.

        • Contro Nessuno

          Io che recito la DC….ti dico che hai fatto un ottima citazione!

  • Eddie Guerrero

    una canzone niente male, veramente carina.

  • DeanAyane

    Ussignur…

    Piccola chicca: io sul sat seguivo la versione censurata e ricordo che quando annunciavano Mr. Ass non partiva il beep, visto che non aveva alcun senso censurare il “nome d’arte” di un wrestler… quando invece l’ “ass” nei promo era la parte del corpo partiva il beep a coprire la parolaccia…

    Dettagli di uno dei personaggi (e relativa theme song) più deliranti della storia del wrestling… xD