Il brano di oggi è I Can’t Keep Still, realizzato dai KPM e utilizzato per Big E (fu) Langston ad NXT.

Pubblicità

https://www.youtube.com/watch?v=o4ENPwZ18kE

ChristiaNexus: Si tratta di uno dei miei brani preferiti dell’NXT degli albori, quando era realmente godibile ogni settimana e se lo cagavano in quattro gatti (lottatori inclusi); è un pezzo rap, molto carico e adrenalinico, sia nella base che nel testo, che descrive la potenza e l’esplosività del protagonista. Ovviamente, la canzone si adatta perfettamente al primo Big E Langston, il sollevatore di pesi fissato con il conto di cinque e che distruggeva chiunque gli capitasse a tiro. Rimasi davvero deluso quando, dopo l’utilizzo del brano nel Main Event successivo a WrestleMania 29 (in un match contro Zack Ryder), il pezzo venne sostituito al Raw successivo con quella porcata di I Need Five, senza che, tra l’altro, il conto di cinque sia mai stato menzionato nel main roster.

Mauro Chosen One: Questa theme risale al primo periodo di NXT dopo il rebrand e soprattutto il cambio di format che lo ha portato ad essere uno show più interessante e serio. Theme che non è stata prodotta dalla WWE ma è stata presa da una library, come un buon 90% delle theme del tempo. Pezzo molto intenso e che dona la giusta dose di adrenalina, andando a sposarsi perfettamente con il personaggio ai tempi di Big E (Langston) che era talmente inarrestabile che non gli bastava un conto di 3. Delle theme di quel periodo, è sicuramente la migliore ed è un vero peccato che sia durata poco nel main event, visto che dopo questa theme, il buon Big E ha iniziato ad avere theme che oserei definire una più brutta dell’altra.

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.