La canzone di oggi è I Walk Alone, realizzata dai Saliva e utilizzata come theme song per Batista.

Pubblicità

Originale:

WWE Edit (versione adattata dalla WWE per l’ingresso di Batista):

ChristiaNexus: I Walk Alone è una canzone puramente rock, dal ritmo di media intensità ma molto energica, arricchita da un’ottima voce. Il testo fa riferimento ad un tipo solitario, che esce dagli schemi tradizionali del vivere comune e che sente il peso delle proprie responsabilità gravare sulle proprie spalle e che, in virtù di ciò, si ostina a volere affrontare da solo il lungo e tortuoso percorso della vita, sfogando anni di rabbia repressa per essere stato costretto ad obbedire ad altri. Ovviamente, si adatta perfettamente con ciò che era Batista dopo il suo addio all’Evolution che, di fatto, ne segnò la fine. La base strumentale, poi, è un rifacimento della vecchia theme di Batista, denominata in via ufficiosa Monster (della quale rimpiansi l’assolo e la tonalità più alta per molto tempo), il che suggella il legame fra il lottatore e quest’ottima canzone che, comunque, riesce a mantenere una propria valenza anche al di fuori del wrestling.

Mauro Chosen One: Per la serie “nostalgia canaglia”, oggi vi proponiamo un’altra theme song molto amata dalla fanbase del magico mondo del wrestling. I walk Alone è un’altra cche agli inizi non l’accolsi positivamente, visto che ero più legato alla precedente theme di Batista. Col passare del tempo, mi sono accorto invece di quanto questa theme sia stata perfetta durante la sua carriera, visto che a parte i due stint nell’ Evolution, l’animale è stato sempre un lupo solitario, che quando ottenne questa canzone, si stava per liberare definitvamente del peso rappresentato da un HHH, che lo vedeva soltanto come un suo scagnozzo. Canzone fantastica ed i Saliva sono sempre stati usati saggiamente per le theme song della federazione dei McMahon.

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.