Il brano di oggi è Not A Stranger To The Danger, cantato da Charlie Sheets dei Dreaded Marco e utilizzato come tema di ingresso per Crimson in TNA.

Pubblicità

ChristiaNexus: Il brano si caratterizza per i forti connotati rock, con delle schitarrate energiche e ritmate che conferiscono al pezzo una forte capacità di caricare e trasmettere il testo. Sulla stessa falsariga si pone il testo, che narra di come il protagonista non sia estraneo al pericolo, della sua voglia di dar sfogo alla propria rabbia, del desiderio di sfida nonché di una certa noncuranza per piani, progetti e programmi. In una mia interpretazione, credo il “Not A Stranger To The Danger” faccia riferimento al fatto che Anthony Mayweather (questo il vero nome di Crimson) abbia servito gli Stati Uniti come soldato per cinque anni partecipando, tra l’altro, a due pericolose (appunto) missioni in Iraq. Personalmente, lo trovo una canzone di pregevole fattura ed è un peccato che non si senta più, visto che Crimson è fuori dai ranghi della TNA da anni (per la precisione, da quando James Storm ha interrotto la sua lunga striscia di imbattibilità a Slammiversary 2012).

Mauro Chosen One: Chi mi conosce sa che non ho mai amato Crimson particolarmente, pur essendo stato proposto in modo saggio nei primi mesi del suo stint in TNA. Tuttavia, la sua theme mi è sempre piaciuta, soprattutto il ritornello molto coinvolgente. Musicalità rock e testo che pur non essendo molto profondo come in altre canzoni, sottolienare l’esser familiare al pericolo, cosa a cui Crimson era abituato ai tempi dei Marines e che soprattutto si adatta adattava al suo personaggio in TNA. Ottima theme come lo era anche quella nel periodo in cui era in tag team con il buon “Blueprint” Matt Morgan.

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.
  • Gai Dillinger Maito

    Bellissimaaaa <3 <3
    Davvero, io ho pianto per la fine della Streak più importante del pro wrestling americano. Ovviamente parlo di quando Storm ha battuto Crimson facendolo finire come jobber in un anno scarso. Poi quanto mi manca pure il Blueprint, baratterei Reigns, Corbin e Strowman per un solo Morgan.

    • DETH

      Si prega di non accostare Dio Braun accanto ai nomi di quei due bidoni, grazie.

  • LANSE ARCIAAAAA !!!

    Materiale per Luca Grandi.